Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: False amicizie

Re: False amicizie 23/06/2016 21:31 #16

Ogni tanto esco da sola, soprattutto quando ci sono giorni belli. Solo che non è che sia così entusiasmante, perché desidero comunque una compagnia.
Cavolo, è vero che sapete dove abito... Ma cavolo, mi vergogno a farlo sapere qui! Non mi piace far sapere di me su internet.
Ultima modifica: Da .

Re: False amicizie 25/06/2016 20:46 #17

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Stai tranquilla, nessuno può capire che sei proprio tu! Ci dispiace comunque che presi all'entusiasmo dei
luoghi abbismo involontariamente detto il nome Scusaci! Tornando invece a te, hai ragioe, la compagnia è bella e la solitudine è difficile però con quello che abbiamo dobbiamo imparare a reagire, cercando il meglio in quello che abbiamo attorno
Intanto ci siamo noi, che teniamo a te e finché vorrai noiti faremo compsgnia!
Ultima modifica: Da .

Re: False amicizie 26/06/2016 12:18 #18

Forse lo ripeterò un'altra volta, ma temo veramente di non piacere a nessuno. E questo pensiero è proprio un'ossessione che mi freme ogni giorno. Non è giusto che sia così, perché molti miei coetanei stanno meglio di me in questo. Non riesco ancora a capire come fanno molti a farsi apprezzare dagli altri facilmente, mentre per è così dura! Ammetto di non avere un gran carattere, ma sono comunque una brava persona, e se gli altri lo desiderano io potrei essere molto buona con chiunque. E poi non capisco... Io sono anche carina, perché non ho mai avuto un ragazzo e non sono mai uscita con nessuno in particolare (che mi piacesse almeno)? Molti associano questo fatto a una ragazza un po' sfigata e bruttina e temo di essere anch'io giudicata con questa etichetta, anche se (veramente) non lo sono! Il fatto di aver ricevuto un primo bacio (anche se un po' tardi) da un ragazzo bellissimo mi ha confortato, e ho continuato a pensarci come se mi fossi innamorata.
Ricordo che l'anno scorso mi sono vergognata tantissimo quando ho scoperto che persino ragazze molto più piccole di me hanno già avuto le loro esperienze (che io solo a sognarmele) e hanno la loro cerchia amici e conoscenti. Eppure loro non persone migliori di me, non c'è scritto da nessuna parte che lo siano.
Vorrei solo capire perché le cose mi vadano così.
Ultima modifica: Da .

Re: False amicizie 27/06/2016 18:16 #19

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao cara Berenice,

spesso, quando parliamo di noi stessi, usiamo gli altri come parametri, come modelli, come punti di riferimento. E' come se noi non esistessimo e quindi guardassimo gli altri per cercare di trovare qualcosa di noi. Eppure noi non possiamo scovare noi stessi negli altri, lo possiamo trovare soltanto dentro di noi!
Tu ad esempio, hai mai provato a tirare fuori la vera Berenice, quella che di bello e di buono può offrire a se stessa e agli altri? Se noi non costruiamo niente di noi, gli altri forse non vedono niente..

E' quando cavalchiamo le nostre passioni, le nostre idee, i nostri interessi, quando cerchiamo di arricchire noi stessi nei modi che ci sono più congeniali che emerge una figura che brilla, e che gli altri vedono e notano.

Vorresti avere certe "esperienze" con i ragazzi....ma ti senti veramente pronta? Il tuo essere è pronto per dare e ricevere con naturalezza, con autenticità? Ognuno ha queste esperienze quando è pronto, quando ha attirato la persona giusta....tante persone invece pur di fare certe cose a tutti i costi, pur di barrare una casella sul foglio delle esperienze di vita è disposto a farlo quasi come esperimento, come se lo osservasse da fuori , anziché viverlo in prima persona.
Perché allora non dire basta a quello che fanno gli altri e pensare a quello che siamo pronti e in grado di offrire noi?

Siamo qui, cara, se vuoi approfondiamo insieme!
Un abbraccio
Ultima modifica: Da .

Re: False amicizie 28/06/2016 12:06 #20

E come faccio a capire di esser pronta se non ho mai avuto niente di particolare? A me sembra normale guardare come stanno gli altri per mettermi a confronto e vedere come vanno le cose con me. Non metto a confronto la persona stessa naturalmente, ma la vita che si sta vivendo con quella altrui, guardandola in terza persona (più o meno è una cosa del genere). Non ne sento il bisogno di capire se sono pronta o no, voglio dare e ricevere a prescindere (senza affrontare troppi problemi). Forse dopo aver provato questo le cose cambiano in positivo, e mi sentirò meglio.
Ultima modifica: Da .

Re: False amicizie 30/06/2016 18:27 #21

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Berenice,
entriamo subito in argomento, perché sei così sicura che certe esperienze con i ragazzi ti possano dare solo cose positive, tanto da sentirti meglio?
Se ne hai voglia, cerca di spiegarci, perché non siamo riusciti a comprendere, come fai a pensare dando un valore assoluto ed essere certa che determinate esperienze ti darebbero una spinta giusta.
Pensi che sia in queste occasioni la risposta che cerchi, se sei bella o brutta?
Se puoi piacere o essere simpatica?

Oppure è dentro di te che devi cercare un'autostima e una fiducia per come sei senza paragonarti agli altri?

Aspettiamo i tuoi pensieri e grazie della fiducia che ci dai!
Ultima modifica: Da .

Re: False amicizie 30/06/2016 20:36 #22

Non mi piace quello che avete scritto adesso. Non è il fatto di cercare solo approvazione dagli altri... Non penso che ci sia il bisogno di capire come gli altri mi vedano.
Più che altro quello che ho detto lo penso perché in generale di situazioni particolari ne ho vissute davvero poche, e questo mi dispiace un po'... Se poi voi dite che è molto bello stare sempre da sola io dico che non son d'accordo, secondo il mio punto di vista. E poi dico che non ho bisogno essere pronta per qualcosa che non ho capito. Non è meglio provare per capirlo? Secondo me sì, perché voglio vivere le cose in prima persona. Comunque avevo detto quello perché molti altri miei coetanei, per impressione, sembra che stiano meglio di me sinceramente. E poi non mi riferisco solo alle tresche (o come cavolo si chiamano), ma i rapporti sociali in generale (è come se avessi un "deficit" su questa cosa). Perché continuate a non capire?
Ultima modifica: Da .

Re: False amicizie 01/07/2016 16:41 #23

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Berenice, nessuno di ti ha detto che è bello stare da soli. A tutti piace essere in compagnia, ma non sempre può succedere,
quando una persona lo desidera. Ecco perché bisogna anche accettare di muoversi e di fare da soli
Vedrai che qualcosa succederà di positivo per te ,prima o poi succederà. Quello che ti vogliamo dire è che non puoi pretenderlo oggi, anche se per alcuni quello che piacerebbe a te gli è già successo.

Dai Berenice, questo momento passerà, un po di ottimismo!
Ultima modifica: Da .

Re: False amicizie 09/07/2016 12:12 #24

Io non pretendo nulla, spero solo che le cose cambino il prima possibile perché è meglio per me che sia così. E poi comunque sono giovane adesso, più avanti non potrò tornare più a quest età e questo mi porterà rimpianti.

Comunque metto il link di una ragazza (non so chi sia) che ha pubblicato un post su un forum dicendo che teme di non piacere agli altri. Una buona parte delle risposte viene giudicata in maniera orribile da persone che non l'hanno mai vista e non hanno idea di che persona sia: forum.alfemminile.com/forum/f96/__f61632...stata-fidanzata.html

Tempo fa ero iscritta sul sito di Yahoo Answers e quando mi imbattevo su domande simili (che non riguardavano me, dato che non mi ponevo il problema) le risposte che ricevevano certe persone erano anche peggiori. E mi riferisco anche ad argomenti diversi riguardanti situazioni che riguardavano un disagio che toccavano la persona interessata. Nel post che ho linkato può essere che anche lei esagera nella sua domanda, non posso saperlo, ma perché certa gente si prende la libertà di giudicare per così poco? Odio profondamente quando succede questo in qualsiasi situazione. È qualcosa che proprio non riesco ad accettare.

Ammetto che nel mio caso i rapporti sociali sono un problema... Devo dir la verità che ha iniziato a persistere quando anche la mia stessa famiglia me l'ha fatto pesare. Quando le situazioni si facevano spiacevoli ho provato a parlarne, ma questo non migliora tanto le cose e quando capita si ritorna alla solita solfa. Sento continuamente questa pressione, che si attenua solo quando sono in solitudine. Quindi nel decidere tra una cosa e l'altra, preferisco starmene per i fatti miei.
Ultima modifica: Da .

Re: False amicizie 14/07/2016 09:44 #25

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Berenice,

certo che dev'essere una sensazione spiacevole vedere altre persone attorno che sembrano felici, spensierate o almeno serene e desiderare di avere una vita più ricca di esperienze e di relazioni, soprattutto con l'alto sesso, che per qualcuno sembra essere una situazione normale. Anche se ti sforzi di non pensarci, cerchi di badare alle tue cose, anche se non ti senti né sfigata né brutta né stupida o qualsiasi altra cosa che potrebbe spiegarti come mai non ci sia tutto questo nella tua vita, il pensiero ti ritorna spontaneo e capiamo benissimo che faccia comunque almeno un po' amareggiare. Spesso si conclude cercando di trovare conforto nella propria dolce solitudine ed è anche sano saper stare bene con se stessi. Però rimane quel però...

Proviamo ad analizzare insieme quello che vedi e percepisci dalla vita degli altri, ti va?Cosa ti sembra li renda felici o appagati, che attività fanno, come li vedi comportarsi con gli altri, come ti pare che vengano presi, ascoltati, accolti, ammirati o qualsiasi altra azione? Prova a farti domande sulla loro vita o, se sei abbastanza in confidenza, a porle loro direttamente. Che sensazione ti trasmettono nel loro stare con gli altri? Prova poi a entrare nei loro panni, a giocare con l'immaginazione e a "recitare" per un po' la loro parte. E poi torna a te, al tuo mondo, come scendendo dentro a un pozzo, o di 10 piani sottoterra con l'ascensore a vedere cosa c'è.

E' solo una proposta, un piccolo spunto di riflessione e anche un utile esercizio.

Aspettiamo di sapere come accoglierai questo invito o a sapere ancora di te ciò che vorrai scriverci.

Un abbraccione, Berenice, a presto!
Ultima modifica: Da .
  • Pagina
  • 1
  • 2
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.