Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1

ARGOMENTO: Vi ricordate di me? Sono Elmander, ne sono passati di annetti eh?

Vi ricordate di me? Sono Elmander, ne sono passati di annetti eh? 21/03/2017 22:48 #1

Insomma, l'altro giorno rileggevo la serie di messaggi che ci si scambiava quassù ed ho dedotto due cose: la prima che la mia grammatica era pessima. La seconda che, forse, non è cambiata . Scherzo. La seconda, è che la situazione si è di molto modificata, ho 21 anni, ho abbandonato la scuola (non vi dico i festeggiamenti dopo la fine dell'esame di maturità, i rapporti con la classe non sono mai migliorati, tutt'altro, un vero sollievo), ed ora sono uno studente universitario. L'università ha cambiato il mio concetto di vita in modo radicale. La scuola era una gabbia, e tutto ciò che volessi era una forma di indipendenza che mi portasse a gestirmi bene, da solo. E oggi, che sto al secondo anno, ho sostenuto 7 esami su 9. Non malaccio direi, il mio percorso va, niente da dire.
Le amicizie sono ancorate a due soggetti cardine, che sono le uniche due persone della quale mi importa e con la quale ho un rapporto intimo davvero importante ormai da tre anni (uno di loro lo conoscevo da bambino, poi con il tempo la cosa è diventata molto piu forte fino a diventare una specie di cosa inseparabile, l'altro un suo amico che poi è diventato anche amico mio). E insomma, frequentiamo tanti gruppi, cioè, neanche tanti, a dire il vero pochi, ma nel tempo ne abbiamo viste di persone, anche se nessuno, e ripeto, nessuno, ha lasciato una traccia indelebile nella mia vita. Tutt'altro. E forse quello è un problema. Una vita sociale ridotta al minimo, a due punti importanti e fondamentali, che oggi come oggi sono tutto e in un certo senso sono niente, perchè so che senza di loro sarei solo. L'univeristà mi ha offerto tante persone nuove da conoscere, ma l'università è lontana, e qualche volta il primo anno ci si è visti, ma col tempo la cosa è andata scemando perchè ognuno abita in luoghi differenti, e insomma, vedersi è quasi impossibile, quelle amicizie iniziano quando si entra all'università e finiscono quando si esce da li. E credo sia giusto. Ma il problema, forse, è che anche se quelle persone avrebbero potuto essere col tempo qualcosa in più, io non l'avrei voluto. Perchè ecco il problema principale:

NON MI PIACCIONO GLI ALTRI

L'università è un covo di razze di ogni tipo, ma odio la falsità, l'ipocrisia, e l'incoerenza. E insomma, odio gli altri. Mi danno fastidio i loro atteggiamenti falsi, finti, per aggrazziarsi l'altro, il prossimo, atteggiamenti che poi in un ambito universitario vengono portati agli estremi, li si vive così, ed io non lo tollero. Magari sto esagerando, ma io sono fatto cosi, male probabilmente, non sopporto gli altri. Sono noi 3 siamo incontaminati, davvero, loro sono come me. Ed è il motivo per cui siamo così uniti forse. Ridiamo solo quando qualcosa ci fa ridere, non facciamo costantemente bel viso a cattivo gioco. Io col tempo mi sono modificato molto. E se anni fa ero confuso, molto confuso, oggi sono deciso. Sono CONTENTO (su questo punto di vista) di essere così. Non mi cambierei per nulla al mondo.

Aspetto fisico. I frungoli sono andati, oramai, persi. Sono rimaste cicatrici. Non molto evidenti. Ma ci sono. Un trattamento potrebbe aiutarmi, ma ahimè, i miei non ne sono molto d'accordo, bisognerebbe parlarne, beh, boh. Qualche anno fa scoprii la palestra, e ad oggi mi ha aiutato molto, potendo ora vantare un fisico niente male. Le lenti a contatto hanno aiutato molto. Posso dire di non essere bred pitt, ma di non essere niente male.

Le ragazze. Ecco, io sono vergine, molto vergine. Vergine e rassegnato. Non sono bravo con le ragazze, non ci so fare, sono scarso. E so che vedendomi dal vivo non lo si direbbe, sembro quasi intraprendente, ma non ci so fare, è inutile. Quando si arriva la la non so come fare. Se poi ci mettiamo che io il famoso ''allenamento'' non l'ho potuto fare molto volte dal momento che nella mia vita, che ripeto essere striminzita al massimo, ho avuto poche volte la possibilità di avere a che fare con ragazze che mi piacessero e single. E la cosa, ammetto che non accade ormai da una vita. Al punto di aver perso le speranze, e di aver deciso, con somma serenità e tranquillità, di ricorrere a una escort. E' una cosa che voglio fare, ma che non so ne come ne quando. Ma è una cosa di cui sono intenzionato.

Con gli anni il mio vero problema forse è la mancanza di una figura vera e propria al mio fianco, femminile, che vada oltre il lato puramente sessuale (cosa che mi manca, ma quello è un altro dirscorso). Ho bisogno di dare attenzioni, carenza di affetto, bisogno di dedicarmi a qualcosa. La mancanza di stimoli esterni, tante cose ecco. La vita che si ripete inesorabile, la scarsa voglia di vivere che ho. Sono cambiate tante cose da allora. Sono molto ma molto meglio (non che ci volesse molto). Ma non sono comunque felice.

So che sono stato molto frettoloso e sconnesso, magari se qualcuno avrà coraggio di rispondere si potranno affrontare determianti temi, Ma non piu come un tempo, come un ragazzo che avesse bisogno urgentemente di aiuto. Ma come una persona adulta, che vuole avere uno scambio con altre persone adulte, come lui. Parlare. Tutto qua. Senza urgenza di nulla.
Ultima modifica: Da .

Re: Vi ricordate di me? Sono Elmander, ne sono passati di annetti eh? 30/03/2017 17:21 #2

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
bentornatooooooooo
ciao Elmander
si,
qualche annetto è passato, ma qui qualcuno si ricorda benissimo di te.
certo ora sei un'altra persona, sei un uomo e il ragazzino che eri è solo un ricordo.


poichè sei una persona diversa è importante che inizi a raccontarci di te oggi, di quello che sei e dei sogni che hai. per esempio ci dici che frequenti l'univeristà, ma non sappiamo quale facoltà, sei quasi in pari con gli esami ma non sappiamo cosa diventerei e che progetti hai per il tuo futuro.

Ci scrivi che i due cardini sono un amico che avevi sin da bambino ed un secondo amico acquisito.
ci scrivi dunque che non ti piacciono gli altri.
cosa significa?
che sei riservato?
che gli altri ti infastidiscono?
ti sembra una questione inaccettabile?

ci dici che il tuo aspetto fisico è ... potremmo dire molto interessante, considerando che non mi sembra che tu fossi un ragazzo ottimista penso che tu sia obiettivamente piacevole.
E che quindi non sia questo il problema con le ragazze.
Potrebbe essere che tu non abbia ancora incontrato la persona giusta?
potrebbe essere che tu non ti sia arreso e voglia una ragazza che non solo abbia un corpo... tu vuoi una persona per dare e per ricevere attenzioni.
E' disdicevole attendere questo ?
nel tuo parlzaare accenni ad un eventuale ricorso ad una escort? vuoi spiegarti meglio:

x ora ciao
a presto
un sorriso
Ultima modifica: Da .

Re: Vi ricordate di me? Sono Elmander, ne sono passati di annetti eh? 03/04/2017 19:31 #3

Frequento Alimentazione, non entro troppo nei dettagli per motivi di privacy. E' una facoltà che mi piace molto, penso che sia una delle pochissime cose che ho indovinato nella mia vita. Vorrei specializzarmi sempre nell'ambito della Nutrizione e un giorno, chissà, qualcosa si troverà. Offre molti sbocchi.
Ho due amici perchè io non accetto chiunque come amico. Loro due sono come me. Riservati, stanno sulle loro, non mettono robe su facebook, non estroversi col prossimo, con quel retrogusto di pessimismo, ma non per questo tristi, tutt'altro. Sempre a divertirsi, come me, tra l'altro. Siamo particolari, difficilmente se ne trova così. Le nostre vite fanno cacare, ma noi no. Penso che siamo le persone migliori che abbia mai incontrato, me compreso, per una lunga serie di motivi, con le nostre imperfezioni. Ed includo anche me, perchè io spesso mi stimo. Amo il mio essere non dico introverso, ma uno che si fa i cazzi propri, che si offre soltanto a coloro che meritano, che non da confidenza a chi non lo fa, che fa della propria morale il suo punto di forza, che non si vende per piacere. Insomma, io indosso una maschera finissima. Tutti noi, nella società, indossiamo una maschera. Io non ce l'ho, e se ce l'ho, è leggerissima. Sono veramente pochissimo diverso nella realtà rispetto a come appaio. Ed anche loro due.

Aspetto fisico? Non entro nei dettagli ma beh, la situazione non è migliorata, di più. Lo sviluppo ha dato tanto, la palestra e le lenti a contatto, qualcosa in più. Certo, sono un casino di psicosi, dal momento che passo le mie giornate a interrogarmi su quanto i miei difetti estetici abbiano impatto sul femminile, perchè i difetti ce li ho, non son mica perfetto. Ma dubito fortemente che siano loro il mio problema con le ragazze. Il mio problema con le ragazze è che ho pochissima esperienza con loro. A 20 anni suonati vorrei iniziare a fare le cose che avrei dovuto fare a 14, e che per motivi che sapete non ho fatto. E questo le ragazze lo fiutano a vista. Mettici pure che non sono quel gran figo che lo vedi passare e dici minchia guarda questo, no, passo abbastanza inosservato, diciamo. E passo inosservato ancor di piu per il mio non ''concedermi'' socialemnte all'altro con facilità, e di conseguenza sono circondato sempre di poche persone. All'università questa tendenza è andata un po in secondo piano, mi son concesso a molti, a dire il vero, accettato per ciò che sono, ma ragazze non ce n'è con la quale si possa combinare nulla. E anche se ci fosse, non so se sono capace. Ho sempre trovato immense difficoltà nel riuscire ad andare oltre l'amicizia con una ragazza, da sempre. E' come scavalcare un ostacolo. Sono giunto alla conclusione di non essere interessante per una ragazza, che io piu di ''amico'' non posso essere. E questo è diventato ormai col tempo rassegnazione. Oggi non sono più alla ''ricerca'' (certo, se viene viene, ammagari). Mi sono ormai rassegnato al fatto che per me sia un impresa. E, a rendere tutto più difficile, il fatto che io, per conoscere ragazze nuove, faccio una fatica fuori dal comune dal momento che non ho modo di fare nuove conoscenze per la mia ridotta vita sociale. Passando ai numeri, ho una possibilità su 10 di conoscere una ragazza nuova. Ed ho una possibilità su 10 di riuscirci a fare qualcosa. 10x10=100. Ho una possibilità su 100 di riuscire a fare qualcosa. Numeri che ormai mi hanno ridotto alla piu rassicurante rassegnazione.

Si, ho bisogno di dare e ricevere attenzioni, assolutamente. Si tratta credo di una carenza di affetto che mi porto da sempre. Ma a fare da contraltare a questo ci sono gli impellenti desideri sessuali che mi affliggono. Mai avuta una prima volta. E la desi
Ultima modifica: Da .

Re: Vi ricordate di me? Sono Elmander, ne sono passati di annetti eh? 03/04/2017 19:37 #4

desidero ormai da anni. Non ne posso più di aspettare, la pazienza ha un limite. Credo che il sesso sia una delle cose fondamentali della vita e privarsene non fa per me. Un po perchè sono ossessionato dal desiderio, un po perchè ne ho bisogno psicologicamente proprio. E della menata della prima volta che bisogna averla con qualcuno di speciale e cazzate varie ne ho le palle piene sinceramente. Non credo a questo genere di cose. Credo piuttosto che sia il momento di darsi da fare. E se ancora non lo faccio, è per paura. Tutto qui. Paura di fare qualcosa di ''nuovo'', ecco. Da solo poi. Tutto qua.
Ultima modifica: Da .

Re: Vi ricordate di me? Sono Elmander, ne sono passati di annetti eh? 04/04/2017 17:18 #5

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Elmander

ben tornato al Forum di Sorriso.
Riprendendo dai tuoi ultimi post passiamo subito a quanto ci racconti su i tuoi studi e la tua vita universitaria. Contenti che confermi azzeccata la facoltà scelta e che questa ti procuri soddisfazioni, e che soprattutto trovi interessante le materie proposte e trattate.

Tra le righe leggiamo che questo percorso già ti apre al futuro, a sogni e prospettive che per pudore o privacy taci. Poiché in altre parti noti che a te mancano in questo momento iniziative e confronti sociali riteniamo che si potrebbe incominciare dai sogni di futuro per aprire dibattiti con i due amici della tua cerchia, e magari anche con altri studenti e studentesse con cui vieni in contatto nelle ore di frequenza nelle aule e nell’ambiente universitario. Queste discussioni magari porteranno alla scoperta di più, o di altri, orizzonti e di altri compagni che meritano di essere presi in considerazione e di essere frequentati anche in altre occasioni. Così arricchendo la vita sociale.

Tu che ne pensi? Sarebbe interessante sentire la tua opinione su quanto sopra, restando ovvio che in ogni relazione c’è scambio di attenzione e di calore in quanto si riceve tanto quanto si dà.

In attesa di una tua risposta Sorriso ti manda un abbraccio e l’augurio di un buon pomeriggio.
Ultima modifica: Da .

Re: Vi ricordate di me? Sono Elmander, ne sono passati di annetti eh? 10/04/2017 20:23 #6

La vita sociale universitaria inizia all'università e finisce all'università. E' cosi, viviamo tutti lontani. Ormai li conosco tutti, e so che per me c'è poca roba. L'unica cosa che ultimamente mi assilla è quella di andare con una escort da appartamento, ma sono terrorizzato dalle malattie veneree. Non so assolutamente come fare, vorrei tanto andarci ma sono frenato dal pensiero possa contrarre qualcosa di brutto, nonostante l'inutile a dirlo preservativo obbligatorio per qualsiasi atto. Ecco, quanto è grande il rischio? Ho davvero paura per questa cosa, ma vergine tutta la vita non voglio restarci.
Ultima modifica: Da .

Re: Vi ricordate di me? Sono Elmander, ne sono passati di annetti eh? 12/04/2017 20:55 #7

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Elmander25,
bentornato al Sorriso.

Comprendiamo benissimo il desiderio che hai espresso in modo molto chiaro. Hai scritto che a 20 anni vorresti iniziare a fare le cose che avresti "dovuto" fare a 14. Crediamo che sia anzitutto importante accettare serenamente il fatto che il tuo cammino fino ad ora sia stato questo, tenendo presente che non è mai tardi per vivere nuove esperienze e soprattutto che quello che non hai ancora incontrato si può manifestare quando meno te lo aspetti come una piacevolissima sorpresa. Quasi sempre accade così

Quanto alle caratteristiche che ti contraddistinguono nelle relazioni, ci sembra di comprendere che sei molto esigente. Pensi che questo tuo desiderio possa comunque aprire uno spazio per permettere ad altre persone di scoprire chi sei, e magari di rivelarsi a loro volta a te come degli incontri che portano del valore?

Hai detto inoltre che se non agisci è perchè hai paura di fare qualcosa di nuovo, da solo. Vorresti provare a riflettere e a definire meglio che cosa significa questo per te?

Tornando a quello che definisci come il tuo pensiero "assillante", crediamo sia del tutto naturale. Ma al di là della spinta naturale e istintiva che in questo momento senti in modo così forte, hai provato a immaginare come vorresti che fosse il condividere l'intimità con una donna, per la prima volta, soprattutto dal punto di vista affettivo? Se rifletti sul tipo di esperienza che stai prendendo in considerazione, e tenendo ben presente i rischi di cui parli, sei davvero convinto che quella possa rappresentare ciò che meriti e il massimo che puoi conquistare facendo un passo nella direzione giusta? Come ti senti se pensi piuttosto di andare incontro alla tua paura e di darti la possibilità di attirare una relazione sana? Ad esempio frequentando ambienti che vadano oltre a quello universitario, seguendo le tue passioni, che cosa ne pensi?

Ti mandiamo un forte abbraccio e contiamo di leggerti presto.
Ultima modifica: Da .

Re: Vi ricordate di me? Sono Elmander, ne sono passati di annetti eh? 21/04/2017 10:32 #8

Eccomi, perdonatemi il lungo ritardo.

Allora, vorrei precisare alcune cose. L'esempio delle probabilità non è stato fatto per caso. In un certo senso, per me è complicato relazionarmi con una ragazza. Me ne accorgo nelle cose di tutti i giorni, quando per un motivo o per un altro sono sempre una vera e propria frana. Non riesco ad andare oltre una semplice amicizia, e credo sia tutto ricondubicile a un discorso di esperienze non fatte in passato. Insomma, sono nella situazione in cui sarebbe un quindicenne. A 15 anni i ragazzini sono impacciati, guardano un nuovo mondo, quello femminile, e non sanno approcciarsi. Ma con gli anni, assumono consapevolezza dei propri mezzi e col tempo diventano piu ''rodati'' nel campo. Questa cosa a me non è successa, quegli anni li ho praticamente persi, e voi lo sapete. In più, sono molto insicuro anche per questioni di un assetto familiare che così mi ha formato. Sono insicuro anche per causa loro, sono certo che nella formazione di un ragazzo e dietro i suoi successi o le sue sconfitte ci sia sempre la famiglia di mezzo. Se poi mettiamo che non riesco con la mia vita sociale che sapete essere ridotta ai minimi termini avere la possibilità di effettuare questo ''allenamento'', vado abbastanza sul sicuro se dico che per me è proprio IMPOSSIBILE. Impossibile perchè non sono uno che si è costruito una grande immagine sui social (che non uso quasi mai), il che il giorno d'oggi è proprio un danno importante. Non sono uno che si fa notare insomma, finchè non mi conosci sono parecchio riservato. Poi quando mi conosci è diverso, non sono certo uno di quei timidoni che non riesce a mettere insieme due parole di fila, per nulla. Credo che uno come me venga scartato a priori per questi motivi qui. Le donne lo fiutano da 10 km di distanza quando un ragazzo non è capace, non ci sa fare, è inesperto e cosi via.

Discorso escort. Io vorrei tanto non doverlo fare. L'idea di avere la mia prima volta con una escort mi terrorizza. Non solo per il problema malattie veneree, che comunque mi spaventa parecchio, ma sopratutto perchè avere la prima volta con una escort mi segnerebbe tutta la vita. Eppure, se mi guardo allo specchio, mi dico: ma cosa diamine aspetti? Ormai gli anni passano, le possibilità di avere la mia prima volta con qualcuna che non lo sia non sono certo così alte... Ho pensato di darmi un altro po di anni di tempo per riuscirci, di certo vergine non muoio. Sicuraente il pensiero che se non dovessi farcela cosi comunque c'è l'alternativa escort mi aiuta a non cadere nella disperazione sessuale più totale. Insomma, questo non significa che magari un giorno la voglia diventi cosi forte che decida di andarci.

Niente un vero casino. Ho perso abbastanza la speranza nella possibilità di avere un rapporto con una donna. Per me amore e sesso sono due cose diametralmente opposte. Non devono per forza incontrarsi. Ho bisogno di entrambe le cose, e puntualmente non ho nessuna. Mai avuta una ragazza, manco a dirlo. Mai nulla. E per la miseria, credo sia la cosa di cui abbia più bisogno. Solo che per quello temo non ci sia nulla da fare. Perchè si parla dell'avere una ragazza come un passo obbligatorio nella vita? Io sono abbastanza sicuro che rimarrò solo tutta la vita, nonostante i vostri tentativi di dissuadermi dall'idea. Sul sesso non lo so. Li qualche speranza in più la nutro. Perchè comunque sto ben piazzato, posso dire la mia, e nel caso non riuscissi neanche li, credo proprio che l'ipotesi escort possa salvarmi dal problema idraulico. Ma l'amore no, quella è un altra cosa, non credo proprio faccia per me per tanti motivi. Non mi sento all'altezza. E la storia mi da ragione.

E niente, pochi amici, esami da fare, intolleranza familiare (magari ve ne parlerò prossimamente) e tanta, tanta voglia di mandare tutto a puttane... Ecco tutto...
Ultima modifica: Da .

Re: Vi ricordate di me? Sono Elmander, ne sono passati di annetti eh? 24/04/2017 18:37 #9

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
ciao Elmander
non capisco esattamente quanti anni tu abbia, e questa invece è un dato importante per risponderti.
all'iscrizione hai dichiarato di essere nato nel 1970...
davvero dovremmo capire meglio chi sei per darti risposte significative;
tuttavia puoi anche chiamarci al telefono, sarà più facile affrontare questo discorso.

anche oggi, giornata di ponte siamo presenti. ci chiami?
Ultima modifica: Da .

Re: Vi ricordate di me? Sono Elmander, ne sono passati di annetti eh? 24/04/2017 18:54 #10

Temo oggi mi sia impossibile. Comunque 21.
Ultima modifica: Da .

Re: Vi ricordate di me? Sono Elmander, ne sono passati di annetti eh? 25/05/2017 15:22 #11

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
grazie ti aspettiamo
Ultima modifica: Da .
  • Pagina
  • 1
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.