Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Nonostante tutti mi sento sola.

Nonostante tutti mi sento sola. 04/09/2017 01:51 #1

Salve stasera ero molto triste e navigando sul web ho trovato il vostro sito e penso che sfogarmi possa aiutarmi.
Ho 20 anni quest'estate ho finito la scuola con un risultato per me molto soddisfacente visto che negli anni precedenti ho avuto difficoltà a scuola.
Nel mio contesto famigliare parlo e vado d'accordo solo con mia mamma e con lei parlo davvero di tutto per ciò portebbe sembrare strano che affermo di sentirmi sola. Il problema è la mia relazione sono fidanzata da circa 1 anno e mezzo e da un anno convivo con questo ragazzo di 7 anni più grande di me (si la convivenza è stata forse precoce ma è una situazione che ho voluto io). Ora il problema è che da 2 mesi ovvero da dopo la maturità ho la così detta sensazione di smarrimento in quanto ancora non ho trovato lavoro e quindi sto a casa e il mio compagno che lavora non mi presta molte attenzioni, glie ne ho parlato ma lui attribuisce questo comportamento al suo lavoro il quale lo stanca e lo stressa. Io mi definisco spesso un "gufo" faccio fatica ad andare a letto presto e sono spesso sveglia anche fino alle 3 di notte semplicemente e guardare la tv o a leggere o a navigare su internet mentre lui si addormenta prestissimo e io in questi momenti mi sento terribilmente sola. Per esempio oggi dopo essere stati a cena da mia madre andava tutto bene la giornata in sè è andata benissimo tornati a casa alle 9 abbiamo acceso la televisione e lui è crollato subito e io sono arrivata al punto di piangere per questa sensazione di solitudine che provo. Non so come affrontare questa cosa visto che quando glie ne parlo mi dice che quando comincerò a lavorare capirò. Non capisco se sia colpa mia e lui quindi ha ragione oppure se dopo quasi 2 anni è la differenza d'età e di carattere che si fa sentire? Grazie per questa possibilità di sfogo.
Ultima modifica: Da .

Re: Nonostante tutti mi sento sola. 11/09/2017 19:04 #2

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara Anna,

benvenuta sul forum. Hai fatto bene a scriverci, a sfogarti e speriamo veramente di esserti d'aiuto. Questo è e sarà uno spazio tuo dovo puoi trovare "ascolto", puoi scriverci tutte le volte che hai bisogno.
Capiamo il tuo senso di smarrimento, hai finito gli studi ed ora sei in cerca di un lavoro che sembra tardare ad arrivare. Hai voglia di dirci che scuole hai fatto e che tipo di lavoro stai cercando?

Siamo molto contenti di sapere che hai avuto la soddisfazione di uscire con un buon voto nonostanti tu ci dica che gli anni sono stati faticosi, però l'impegno è stato premiato e sicuremente il voto e super meritato

Questa profonda sensazione di solitudine sembra che provenga dalla tua relazione con il tuo ragazzo, ci sembra di capire che lo senti distante, lontano. Ma è cambiato tutto dopo il diploma? Siete andati a vivere insieme prematuramente e dici che la decisione è stata la tua, l'hai voluto tu, possiamo chiederti come mai? quali sono i motivi che ti hanno protato alla convivenza?

E' importante avere una relazione appagante, in cui ci si sente compresi, però è anche importante non fare perno esclusivamente su questo. E' fondamentale arricchire la nostra vita anche di altre amicizie, altri interessi. E' vero che non stai lavorando però in questo momento stai facendo anche altre attività per tenerti occupata? Ci hai mai pensato? Si condivide con l'altro quando si ha qualcosa da condividere: un'esperienza, il racconto della giornata, le emozioni provate... La coppia inoltre va coltivata, si coltiva anche facendo cose insieme. Dici che siete diversi però quando ti sei innamorata cosa ti piaceva di lui? e cosa ti piace ancora. Lui sicuramente sarà stanco dopo il lavoro, purtroppo ora si hanno ritmi frenetici, però il fine settimana in che modo trascorrete il tempo insieme?

In questo momento sicuramente il tuo impegno sarà proteso a cercare lavoro, come ti stai muovendo nella ricerca? C'è qualcuno che ti sta dando dei consigli o un aiuto? Magari i tuo stesso fidanzato, essendo un lavoratore saprà sicuramente darti buoni cosigli.

Questo tuo sentire non è colpa tua, non è colpa di nessuno. Stai attraversando un periodo di profondo cambiamento, e nella crisi perdiamo il centro, non sappiamo come fare, e nel nostro smarrimento ci sentiamo soli e magari incapaci di agire...

Prova a riflettere sui tuoi desideri, come vorresti vivere il tuo prossimo futuro, cosa potresti fare ora per raggiungere anche parzialmente un tuo desiderio.

Ti abbracciamo forte e ti aspettiamo con un sorriso
Ultima modifica: Da .

Re: Nonostante tutti mi sento sola. 29/09/2017 23:28 #3

Grazie del benvenuto. Aspettavo in quei giorni con ansia la vostra risposta ma tardava ad arrivare (non vi sto dando assolutamente colpe sia chiaro). Ora va meglio a dire la verità. Io e il mio compagno siamo stati in vacanza e questa pausa dalla quotidianità ha fatto miracoli con la coppia ci siamo un pò ritrovati e rilassati. Lui dorme come prima ma io sono meno tesa e arrabbiata per questo.
Rispondo un pò alle domande che mi ha posto nella risposta in quanto questo "mio spazio" mi fa molto piacere perchè ho frequentato uno psicologo per anni e ora che non lo faccio più mi manca un pò questa visione esterna della mia vita è utile a me a capire molte cose.
Ho finito la scuola di ragioneria con l'indirizzo di amministrazione finanza e marketing cerco un lavoro d'ufficio che sia correlato almeno in minima parte con i miei studi anche se sono pronta a fare di tutto tranne ristorazione campo che non sento adatto a me.
Con il mio compagno non è cambiato tutto dopo il diploma è sempre stato così dopo che sono venuta a vivere con lui semplicemente prima non me ne accorgevo perchè ero occupata anche con lo studio mentre dopo la cosa ha iniziato ad infastidirmi di più.
Il motivo che mi ha portata alla convivenza è quasi un discorso a parte cerco di essere breve .. ho già affrontato una convivenza nonostante la giovane età e contro il parere dei miei genitore ma si è rivelato un grosso errore era un ragazzo geloso e possessivo da fidanzati a distanza che eravamo quando abbiamo iniziato a vivere insieme ha cominciato a picchiarmi in casa (si era verificato anche qualche episodio prima e lo avevo denunciato ma un amore malato di questo genere è qualcosa che ti lacera dentro e ti ammanetta a sé e quindi ci ero tornata insieme) dopo di che lo lasciato questa volta definitivamente. Quando ho incontrato il mio attuale compagno avevo sfiducia negli uomini quindi ero convinta che vivendo insieme si sarebbero scoperti tutti i suoi difetti. Infatti cosi é stato di difettucci ne ha e si sono scoperti vivendo insieme ma mi tratta come una regina.
Questo ultimo periodo non lavorando si faccio delle attività che occupino il mio tempo ovvero cucino dolci é una vera passione per me ed è molto gratificante quando il mio compagno tornando dal lavoro entra in casa con un gran sorriso dicendo che sente un buon profumo fin dalle scale.
Mi piaceva e mi piace di lui il suo modo di essere così gentile e spiritoso ma anche calmo e sereno con me anche se magari arrabbiato con il mondo. mi piace che sia più grande di me perchè posso chiederli consigli per tutto ma mi piace anche che nonostante io sia più piccola lo fa anche lui con me non considerandomi una bambina.
Il fine settimana lo passiamo solitamente in casa a lui non piace andare nei posti affollati. Ora che siamo in autunno andiamo nei boschi o in montagna dove di gente c'é ne poca e facciamo delle passeggiate. Oppure sul divano abbracciati a guardare dei film o i nostri programmi preferiti.
Abito in una città piccola e non ho ancora un auto quindi per cercare lavoro mi sono rivolta alle varie agenzie ma sono limitata alla città mentre per i piccoli paesini fuori città è un problema con il trasporto pubblico. Si mi stanno aiutando con i consigli mia mamma e il mio compagno ma sono ancora in cerca attiva. Grazie per questa possibilità e mi scuso per essermi dilungata un pò.
Ultima modifica: Da .

Re: Nonostante tutti mi sento sola. 02/10/2017 19:25 #4

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Anna, non devi scusarti. Ci fa piacere conoscere meglio i nostri utenti

Dalla tua descrizione ci sembra che il tuo compagno provi dei sentimenti veri e sinceri nei tuoi confronti.
Cosa ancora più importante ti ha fatto rtitrovare la fiducia negli uomini dopo la brutta esperienza che hai vissuto.
Come ben sai ognuno di noi ha i suoi 'diffettucci', in un rapporto a due riteniamo sia importante parlarne serenamente e cercare di trovare un modo per renderli meno fastidiosi.
Cosa ne pensi ?

Hai voglia di spiegarci perchè andavi dallo psicologo e come mai ora hai smesso ?

In questo periodo il lavoro è un tasto dolente, hai avuto qualche riscontro ?
Hai già fatto qualche colloquio ?
Nel frattempo,visto che sei così brava a cucinare dolci, hai mai pensato di provare a proporli a qulche bar/ristorante del tuo paese ?

Ti aspettiamo e ti mandiamo un sorriso
Ultima modifica: Da .

Re: Nonostante tutti mi sento sola. 03/10/2017 12:56 #5

Buongiorno. Ho parlato l'ultima volta di questa meravigliosa vacanza che abbiamo fatto e una sera durante le vacanze abbiamo proprio affrontato il discorso dei pregi e dei difetti elencando quelli che secondo noi ha l'altro è stata una chiaccherata lunga ma anche molto dolce perchè spesso quelli che uno considera i propri difetti per l'altro sono pregi. E affrontando i difetti dell'altro abbiamo capito entrambi le cose che magari all'altro possono dare un pò fastidio che sono comunque cose piccole e risolvibili senza difficoltà.

Dallo psicologo ho iniziato ad andarci a 14 anni perchè avevo iniziato a fumare e avevo dei problemi di comunicazione con mia mamma la quale sperava che lo psicologo mi aiutasse a risolvere questi problemi. Era uno psicologo gratuito del consultorio. Ho smesso di andarci circa 2 anni fa ed è stato fondamentale nella mia vita perchè dopo quella esperienza oggi ho un rapoorto molto bello sincero e aperto con mia mamma. Mi ha aiutato ad uscire dalla situazione difficile con il mio ex fidanzato. Ho smesso perchè con lo psicologo siamo arrivati a capire che non avevo più bisogno del suo aiuto e che ero capace ormai di affrontare i miei problemi analizzarli e trovare una soluzione.

Con il lavoro si è un tanto dolente e non ho ancora avuto ne colloqui ne riscontri. Come lavoro da pasticcera a me forse non dispiacerebbe ma mia mamma non è molto d'accordo in quanto l'orario di questo tipo di lavoro è difficile e lei preferirebbe per me un lavoro da ufficio con orari più normali.
Io intanto continuo a cercare e nel frattempo questo week and e nei prossimi giorni sto lavorando in un ospedale di notte dove devo "vigilare" un anziano. É anche questo un lavoro con orari poco standard diciamo ma per non stare a casa a non fare nulla preferisco fare anche questi lavoretti. E anche in questo caso il mio compagno è molto d'aiuto per me mi sostiene e mi appoggia. La prima notte che ho lavorato mi ha scritto un messaggio dicendo che era fiero di me e questa cosa mi ha fatto un piacere immenso.
Grazie ricambio il sorriso
Ultima modifica: Da .

Re: Nonostante tutti mi sento sola. 03/10/2017 16:52 #6

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara Anna18,

ci fa piacere risentirti. Ci sembra ci siano tante novità e conferme belle. La novità è il tuo lavoro da vigilante che ti fa onore. E la conferma è la relazione con il tuo ragazzo. Non solo lui è maturo perchè è più grande di te, ma anche tu lo sei ed è per questo che riuscite a stare bene insieme nel rispetto e nell'amore reciproco. Cosa ne pensi, è così?
Ci piace tanto che lui ti sostenga nelle tue iniziative. E ci piace tanto anche il modo che avete di affrontare le cose, parlandone, come la notte in vacanza in cui vi siete detti i rispettivi difettucci...davvero complimenti. Forse è per questo che non ti tratta come una bambina, perchè non lo sei. E' così?
Sicuramente l'esperienza dallo psicologo ti è stata di grande aiuto per la tua maturazione. Si legge la tua profondità in ciò che scrivi e come lo affronti. Qual è la cosa più importatnte che hai capito di te in quel percorso?
Con riguardo alla tua passione per i dolci, pensaci bene prima di abbandonarla perchè tua madre si preoccupa. Si dice che quando amiamo il nostro lavoro, non lavoriamo nemmeno un giorno nella vita. Se tu fossi felice e realizzata lei non lo sarebbe per te? Vedere che fai quello che ti piace non la rassicurerebbe e magari le farebbe dimenticare le sue paure sugli orari? Che ne pensi, è possibile secondo te?
Nel frattempo fai bene a sperimentare varie vie e a continuare a cercare.
Aspettiamo tuoi aggiornamenti. Ciao cara e ricordati che siamo qui per te! Tanti sorrisi e baci
Ultima modifica: Da .

Re: Nonostante tutti mi sento sola. 03/10/2017 21:41 #7

Buonasera.. si questo lavoro in realtà finisce già oggi con alta probabilità è la mia ultima notte, ma non fa niente sono comunque felice di aver fatto questa esperienza anche se per poco tempo.
Per quanto riguarda la conferma sono d'accordo con quanto scritto da voi sono sempre stata più matura rispetto all'età che avevo e anche il mio compagno so che mi reputa più matura rispetto molti altri ventenni.
Si sicuramente lui non mi tratta come una bambina anche per il "coraggio" che ho avuto di lasciare la casa dove vivevo con la mamma a una casa insieme. Una casa dove ho le mie cose da fare nel quotidiano anche se sono felicissima in quanto non ho accanto un uomo che divide le faccende in femminili o maschili ma se mi vede stanca o indaffarata fa tutto ciò che è necessario in casa. In questa cosa sinceramente mi sento molto fortunata. Da sempre siamo molto sinceri e aperti e ci capità spesso di parlare di vari argomenti anche matrimonio, figli, sesso(anche se questo con qualche freno in più e non so nemmeno io il perchè), futuro, casa, lavoro ecc.

Nel percorso con lo psicologo ho capito sopratutto che io non sono una persona debole e ho imparato a trovare dentro me questa forza che avevo ma non conoscevo. E un altra cosa che per me è stata importante è vedere situazioni o problemi da più punti di vista.

Per quanto riguarda la mia passione sicuramente sia mia mamma che il mio compagno la appoggiano mi hanno pagato anche un corso di pasticceria lo scorso anno. Sicuramente mia mamma se mi vedrebbe felice e realizzata non avrebbe più alcun problema. Ma diciamo che anche io stessa devo ancora capire se lo vorrei fare come lavoro o mi basta farlo nelle mura di casa mia per rendere felici i miei cari. Da quanche giorno ho una nuova idea in testa e vorrei sperimentare anche quella ovvero entrare nel settore pubblico non mi dispiacerebbe provare a fare dei concorsi e vedere come va chissá magari è proprio quella la mia strada.
Ultima modifica: Da .

Re: Nonostante tutti mi sento sola. 05/10/2017 16:05 #8

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
cara Anna ciao

forse questa esperienza che sta per finire potrebbe aprire ad una successiva possibilità.
Se in ospedale hanno visto la tua disponibilità potrebbe presto presentarsi un'altra occasione in attesa di xcapire bene quello che ti paice fare e in attesa di un bando specifico per un lavoro d'ufficio.

ci sembra che hai intorno delle persone che ti vogliono molto bene, sono attente e si preoccupano per il tuo futuro.
e pe rquesto pensiamo che tu sia una ragazza fortunata.
Tieni d'occhio i concorsi e continua sulla strada di provare ... cogliendo ogni opportunità che ti si presenta.

Raccontaci ancora, ti aspettiamo
tanti sorrisi
Ultima modifica: Da .

Re: Nonostante tutti mi sento sola. 10/10/2017 01:02 #9

Alla fine ho fatto 4 notti in ospedale ero felice di farlo ma sono anche felice di aver smesso adesso perchè è stato difficile e ci è voluto un pò far tornare gli orari alla normalità.
Si effettivamente mi rendo conto di essere davvero una persona fortunata perchè ho al mio fianco queste due persone veramente fantastiche.
Ma stasera un pò come la prima volta che ho scritto sto male perchè mi sento sola il mio compagno dorme e io mi sono alterata e ora non riesco più a dormire non so più come fare con questa situazione.. in questi momenti arrivo addirittura a dubitare della nostra relazione anche se so perfettamente che lui è l'uomo giusto per me ma non riesco a capire perchè dopo due anni questa cosa mi faccia così innervosire. Non so nemmeno bene spiegare come mi sento. Sono arrabbiata che lui dorme ma consapevole del motivo per cui lo fa mi viene da piangere e mi sento semplicemente triste sento che vorrei da lui delle attenzioni ma che so perfettamente che non è in grado di darmi per via della sua stanchezza. Sono strana oppure è un comportamento normale?
Ultima modifica: Da .

Re: Nonostante tutti mi sento sola. 16/10/2017 20:40 #10

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara Anna18,

Ci spiace molto leggere della tua tristezza. Non sei strana... Ci sono dentro di noi delle parti sofferenti e delle parti meno sofferenti, abbiamo dentro anche la gioia, ma abiamo dentro anche la rabbia e a seconda del momento prevale l'una piuttosto che l'altra ... come se ci fossero tanti personaggi, non ti senti a volte disorientata percheè non capisci come mai un giorno sei contenta e l'altro sei un po' triste? Quando non stiamo bene ci sentiamo frammentati ... e ci sono delle parti dentro di noi che hanno più bisogno di essere ascoltate.

In questo momento la tua parte triste ha bisogno di essere ascoltata, accolta e rassicurata.
Cosa potresti dire a questa tua parte per rassicurarla? Se tu fossi un genitore cosa diresti a questa parte per darle forza e sostegno? Di cosa ha bisogno questa parte triste?

Dici di essere arrabbiata con il tuo compagno, cosa ti fa arrabiare di più secondo te? Qual è la vera motivazione?

In questo tuo spazio puoi sfogarti ... liberamente!

Noi ti ascoltiamo

Un abbraccione!
Ultima modifica: Da .

Re: Nonostante tutti mi sento sola. 17/10/2017 00:36 #11

Buonasera aspettavo molto una vostra risposta e sono felice di averla trovata stasera. Si questi "personaggi" li rivedo molto dentro di me sono triste felice serena arrabbiata e tutto ciò nell'arco di un ora. Forse un pò perchè noi donne siamo così forse invece perchè è così questo periodo. E spesso mi sento disorientata e quasi arrabbiata con me perchè non controllo queste emozioni e lascio il mio umore variare senza controllo.

Si credo sia proprio questo il punto ho bisogno di essere capita senza il bisogno di spiegare. Non ho voglia di parlare di come mi sento e pretendo che lui mi capisca. Anche questo week and è stato un contrasto abbiamo "festeggiato" 1 anno e 8 mesi di fidanzamento ufficiale il sabato con una romanticissima cena domenica mi sono tinta i capelli ovvero ho realizzato un desiderio che avevo quindi tante emozioni e vibrazioni positive. Sempre di domenica però ho passato il pomeriggio, per mia scelta, da sola sul divano con le cuffie e ho sentito qui delle mancanze di affetti importanti della mia vita ma sono mancanze che non ammetto a nessuno e nemmeno a me stessa. In quel momento avrei voluto aprirmi con il mio compagno ma ho quasi come dire paura di distruggere l'immagine forte di me che gli ho sempre mostrato. Quindi questa sofferenza che è contrastante ai miei attimi di felicità lo tenuta totalmente per me e lo soffocata poi con emozioni positive ma so che farlo non fa bene.

Con il mio compagno il problema non so quale sia sono arrabbiata per la mancanza di attenzioni per il fatto che non fa mai nulla di "pazzo" per dimostrarmi quanto mi ama per il fatto che mentre è fisicamente con me è assente per via della stanchezza e credo che lui non veda dentro di me quella ragazzina che nascondo in fondo in fondo che ha bisogno di avere tante certezza e ha bisogno di tenezza e ciò mi fa arrabbiare. Mi dimostra che mi ama con discorsi adulti che comprendo e che mi fanno piacere ovvero mi ha detto che è disposto a lasciare il suo lavoro per provare ad aprire un'attività insieme a me. Per me è una grande dimostrazione d'amore anche se magari alla fine non lo faremo mai, chissà mai dire mai nella vita. Ma ho bisogno di un amore più da ragazzina non so se sono stata chiara.
Grazie mille avevo proprio bisogno di sfogarmi.

P.s.Domani ho il mio primo colloquio di lavoro spero in bene magari questa novità ci farà bene.
Ultima modifica: Da .

Re: Nonostante tutti mi sento sola. 19/10/2017 22:35 #12

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Anna,

come stai oggi, come ti senti?

Qualunque sia la tua risposta, ritieniti abbraccoata e coccolata.

Ne abbiamo bisogno tutti e non c'entra l'età. Anzi, a volte, proprio col fatto che siamo adulti, maturi e responsabili, finiamo per ricoprire ai nostri stessi occhi e a quelli altrui un ruolo di responsabilità che non ci consente più di mostrare il nostro lato più fragile.
Così lo cacciamo giù, temendo poi che gli altri si stufino di noi.

Prova a immaginare che avanzi tanto cibo e che, siccome non sappiamo a chi darlo, ci sforziamo di buttarlo giù tutto per non sprecarlo. Immagini da sola cosa succederebbe, vero? Dopo un po' siamo così pieni che scoppiamo in faccia a chi ci passa vicino.
Continuando la metafora, quali soluzioni intravedi?
E' possibile che attorno a noi scopriamo nuove persone che potrebbero gradire il cibo in sovrappiù? E' possibile che in casa troviamo un frigorifero che non sapevamo di avere? O che possiamo inventarci il business del cibo last minute da veneder low cost o regalare a chi non ne ha? O ancora potremmo riciclarlo come concime o convertire in energia elettrica?
Come vedi spesso c'è più di una soluzione alla nostra portata.

Pensa ora a tutte le cose che vorresti ricevere dal tuo fidanzato e a tutto ciò che non gli dici per paura di farti vedere anche nei tuoi aspetti che reputi più fragili o infantili. Cosa ne fai di tutti quei sentimenti ed emozioni inespressi? Potresti utilizzarli in altro modo? Potresti trasformarlo prendendo l'energia insita in quelle emozioni e trasformarla in altro?

Quale bisogno pensi nasconda quella rabbiolina che ti sale quando vedi il tuo fidanzato che dorme mentre tu sei sveglia?
Hai scritto che domenica pomeriggio hai sentito la mancanza di affetti importanti della vita: parli della nostalgia della tua famiglia, come se ogni tanto vorresti tornare a sentirti un po' figlia e accudita o coccolata? Visto che hai recuperato il rapporto con tua mamma, hai possibilità di andare ogni tanto da lei e tornare un po' bambina?
Pensi che questi ti appagherebbe e riempirebbe un po'? O vorresti proprio che lo facesse il tuo ragazzo?
Cosa intendi quando scrivi che vorrestiun amore più da ragazzina? Più spensierato? Più risate e "ragazzate"? O più coccoloso? Ci sono cose un po' leggere, anche frivole che potreste condividere? pensi che potresti essere tu a proporgli cose "pazze" e trascinarlo in una dimensione più da ragazzini?

Secondo noi potresti raccontarcene delle belle!

Ti aspettiamo Anna e intanto ti mandiamo un abbraccio enorme!
Ultima modifica: Da .

Re: Nonostante tutti mi sento sola. 20/10/2017 13:17 #13

Buongiorno, grazie della vostra risposta. Oggi sto bene e in tutta questa settimana sono stata bene perchè è la settimana in cui il mio compagno lavora di pomeriggio fino a sera e quando torna non è così stanco perchè di mattina può dormire di più. Di conseguenza lui c'è fisicamente e mentalmente con me.
Parliamo scherziarziamo ci divertiamo mi coccola e sta sveglio a parlare con me fino a tardi.
Non ho però ancora trovato il coraggio di affrontare con lui la mia parte più fragile. Non è semplice per me perchè temo il suo giudizio e questa cosa glie lo detta ma ha replicato che per lui è lo stesso e che anche lui teme il mio giudizio, forse questo potrebbe aiutarmi.
Mentre lui dorme il mio bisogno credo sia semplicemente un pò di attenzioni. Colmabile in realtà con molto poco solo del sano dialogo parlare di qualsiasi cosa a me basterebbe.

La mancanza della mia famiglia è un discorso molto più grande e complesso da una parte un fratello che amo come la vita ma con il quale i contatti sono molto limitati perchè siamo molto distanti e lui si trova in un luogo che non sempre è raggiungibile nemmeno telefonicamente.
Dall'altra un padre con il quale non parlo ne vedo da circa 2 anni e ho sempre detto che non ho bisogno di lui cosa che realmente penso perchè è una persona poco sana per me fa del male a me e agli altri componenti della famiglia che io amo molto. Ma avevo sentito una canzone che parlava del papà ed è stato inevitabile pensare a lui. Per ciò sono andata in tilt perchè non so se e non riesco a capire se effettivamente mi manca oppure no.
Con la mamma invece il rapposto è bellissimo e proprio ieri ho passato tutto il pomeriggio con lei e la sera le ho voluto parlare un pò più seriamente del solito in quando ieri mattina il mio compagno mi ha vista scrivere qui sul forum e mi ha chiesto che cosa stessi facendo e io non glie lo voluto dire perchè non so come la prenderebbe e cosa ne pensa. Quindi glie lo raccontato a mia mamma del fatto che mi sfogo qui e dei "problemi" che ho a casa con il mio compagno arrivando comunque alla conclusione che di reali problemi non si tratta è solo una ricerca da parte mia di più attenzione.

Per quanto riguarda l'amore da ragazzina voglio più vita da fidanzatini perchè da quando viviamo insieme sembriamo una vecchia coppia che fa sempre le stesse cose e questo week and se il tempo me lo permetterà cerchero di portarlo almeno a fare una passeggiata in un parco o qualcosa del genere.

Grazie ricambio volentieri l'abbraccio.
Ultima modifica: Da .

Re: Nonostante tutti mi sento sola. 30/10/2017 20:39 #14

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Carissima ,

sono passati dieci giorni dall'ultima volta che ci siamo sentiti.
Non ci hai raccontato del tuo colloquio, come è andato? Per quale lavoro era?

Siamo contenti nel leggere che sei stata bene e che hai riceuvto le attenzioni che desideri e che ti meriti, soprattutto le coccole che fanno sembre bene .

Dici di non aver acora trovato il coraggio di "affrontare" con lui la tua parte di più fragile, ma non c'è nulla da affrontare, l'amore non è una guerra e la relazione non è una battaglia, il tuo compagno non è un nemimo da affrontare e la tua parte più fragile non è una colpa o una mancanza da nascondere. Anzi la tua parte più fragile crediamo sia la tua parte più tenera e affettuosa, a volte scambiamo per fragilità l'amorevolezza, la gentilezza, la tenerezza, invece è una forza immensa, un collante indispensabile per la coppia e la relazione, perchè se mostriamo la nostra parte tenera, il nostro cuore morbido, diamo all'altro la possibilità di fare altrettanto, di svelarsi ... arrivando così veramente all'unione di due cuori. Possiamo fare noi il primo passo verso l'altro e quindi verso noi stessi accettando la nostra parte fragile, perchè è qualle che ci rende meravigliosamente umani e umili. Come "humus", fertili, possiamo coltivare la nostra relazione con fiducia, senza paura del giudizio dell'altro.

A volte nascondiamo delle parti mentre l'altro che ci guarda con gli occhi di chi ci vuole bene ha già capito come siamo ...

Hai voglia di descrivere la tua parte fragile? Cosa vorresti dire al tuo compagno?

E' anche passato il weekend e nel tuo posto precedente ci menzionavi la possibilità di fare una passeggiata, siete riusciti a fare qualcosa di carino e a spezzare la routine? A volte basta proprio poco ...

Aspettiamo una tua risposta e ti abbracciamo con tanta tenerezza e dolcezza
Ultima modifica: Da .

Re: Nonostante tutti mi sento sola. 02/11/2017 17:58 #15

Buona sera,
Il colloquio era per il posto come commessa in una sala giochi e scommesse sportive ed è andato bene direi visto che ci lavoro da una settimana ma non so se resterò lì in quanto stanno venendo fuori dei problemi quindi forse ci dovrò rinunciare e cercare altro.

La mia parte fragile credo che prima di tutto non la accetto io perchè essendo cresciuta in fretta mi mostro agli altri molto sicura molto dura e decisa mentre nella realtà sono un "agnellino" che ha paura. Quindi la mia fragilità è paura ma è anche emotività perchè sono spesso emotiva ma quando sono sola quando tutta la casa dorme mentre agli occhi degli altri cerco sempre di reprimere questo mio lato. Capisco anche che essere emotivi non è una cosa sbagliata anzi, però ho paura di togliermi questa corazza e mostrarmi troppo fragile.
Con il mio compagno ultimamente è sempre così alti e bassi e nel week and abbiamo avuto una discussione e mentre pensavo che dormiva sono esplosa e ho pianto ma il giorno dopo ho saputo che lui mi ha sentita ed era sveglio ma non ha fatto nulla poi abbiamo chiarito e adesso sta andando tutto molto bene e spero che continui così e torni come prima quando non litigavamo mai.
Diciamo che anche della routine glie ne ho parlato che volevo più "ragazzate" nel week and non ha voluto uscire con me perchè aveva da sbrigare delle faccende a casa mentre io dopo il lavoro sono andata a fare una passeggiata con mia mamma ma la sera mi ha portato a mangiare il sushi, lui sa che mi piace molto mentre a lui non fa proprio impazzire ma lo fa circa una volta al mese per farmi felice quindi ho visto comunque da parte sua un impegno e ciò mi fa sorridere.
Grazie mille per l'attenzione e per le vostre risposte. Un abbraccio
Ultima modifica: Da .
  • Pagina
  • 1
  • 2
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.