Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Mi sento esclusa dalla vita.

Mi sento esclusa dalla vita. 18/10/2017 22:29 #1

Cari volontari e iscritti,
Ho deciso di aprire una nuova discussione,riguardante un argomento che mi tocca profondamente:La solitudine.
Premettendo che ne ho già parlato in passato e ho avuto sempre questo problema,in quest'ultimo periodo ho formulato una nuova teorica riguardo ciò:forse ognuno di noi è solo.Magari alcuni mascherano il tutto con "pseudoaffetti" che si figurano nella propria immaginazione ma che in realtà non esistono. A questo punto,la domanda che pongo ai partecipanti di questo forum è: Esiste l'affetto,la solidarità umana?Esiste l'amore che non sia a fin di qualcosa di materiale(per non rimanere soli ecc ecc.).Questa domanda è rivolta a tutti,mi piacerebbe sapere ciò che ne pensate,se qualcuno di voi ha mai ricevuto affetto. Certo,non è solo una questione di ricevere,ma di dare principalmente. A me sembra di aver provato affetto per gli altri,ma non sono mai stata ricambiata.A tal proposito sono arrivata a sostenere che l'affetto(come lo intendo io) l'ho solo immaginato.
Fatemi sapere cosa ne pensate.
Ultima modifica: Da .

Re: Mi sento esclusa dalla vita. 19/10/2017 00:46 #2

Ciao cara Artlover21, ho letto ciò che hai scritto quasi subito ma ho voluto leggere tutta la discussione che hai avuto qui con i volontari per capirti meglio prima di rispondere.
Secondo me in parte hai ragione, effettivamente mentre scrivi ognuno di noi è solo, per me è vero perchè alla fine possiamo contare solo su noi stessi e le scelte della nostra vita le facciamo noi. Ma dico che possiamo contare solo su noi stessi perchè anche le persone che ci circondano hanno dei problemi e magari in un determinato momento non possono ascoltarci o aiutarci.
Non sono invece d'accordo quando parli degli "pseudoaffetti" o che l'affetto sia solo una creazione del nostro cervello. Questo perchè l'affetto esiste soprattutto quello "gratuito" che spesso vediamo tra famigliari. Di solito i genitori ti vogliono bene e non vogliono niente in cambio per esempio.
Pee esperienza mi vengono in mente 2 persone della mia vita: una cara amica che ho considerato davvero come una sorella e la quale mi ha molto delusa e per il mio volermi bene ho interrotto questo rapporto. E un ex fidanzato al quale ho dato tanto affetto e ne avevo anche ricevuto ma la storia amorosa è andata a finire molto molto male. E nonostante queste 2 esperienze ma ti assicuro non sono le uniche esperienze brutte che ho avuto nella vita credo nell'affetto non ho permesso che delle brutte esperienze che arrivavano una dopo l'altra non mi facessero più vedere ciò che c'è di buono nelle persone. E per ora sono stata ripagata di ciò ho un compagno che mi ama e che l'affetto me lo dimostra molto anche se non posso sapere che durerà per sempre ma io continuo a crederci.
Non perdere mai la speranza, cerca sempre del buono e sarai ripagata, lo spero davvero tanto per te.
Ti mando un caloroso abbraccio.
Ultima modifica: Da .

Re: Mi sento esclusa dalla vita. 19/10/2017 08:58 #3

Ciao Carissima Anna,
Ti ringrazio per il tuo intervento,mi è molto piaciuto.La domanda che vorrei farti è(se non te la sente di rispondere non preoccuparti :Come hai trovato la forza di legarti nuovamente a qualcuno nonostante le tue esperienze passate poco felici? Cosa ti spinge ancora a crederci?
Ammiro molto le persone come te,credono nelle cose che desiderano e a cui tengono nonostante tutto.
Io ho avuto soltanto delusioni,affetto non corrisposto,mancanze. Ho solo i miei genitori,persone speciali,ma mi piacerebbe avere anche una vita sociale al di fuori della famiglia. Non ci riesco,ho paura di stare male di nuovo e che la mia autostima si abbassi ulteriormente.
Grazie ancora per le tue parole,giovano sempre.
A presto Anna
Ultima modifica: Da .

Re: Mi sento esclusa dalla vita. 19/10/2017 11:27 #4

Buongiorno cara Artlover21, sono felice che il mio intervento ti sia piaciuto. Sono abbastanza attiva qui e sono pronta ad ascoltarti se ne hai bisogno.
Rispondo con piacere alla tua domanda, la forza di fidarmi e legarmi di nuovo a qualcuno nasce dalla mia esigenza (esattamente come la tua) di essere amata di essere considerata importante per qualcuno ma anche perchè avevo accumulato con le tante delusioni amore da dare avevo un infinità di affetto da donare agli altri. E mentre lo ricevo e lo do questo amore ci credo e continuo a crederci e se rimanessi di nuovo delusa ci riproverei perchè ancora ho amore e altro ne voglio tutto qui.
Caratterialmente io e te credo che siamo molto simili perchè anche io non ho una vita sociale molto attiva ma fino a qualche anno fa avevo paura come te di essere derisa di essere presa in giro per ciò che facevo o dicevo e non avevo molta autostima di me anche perchè ho sempre avuto dei chili in più quindi preferivo chiudermi nella mia stanza pur di non essere guardata perchè mi sentivo brutta. Lo superato imparando piano piano ad amare me stessa. È importante e dovresti cercare di trovare anche se può essere difficile qualcosa di te che ti piace apprezzati e amati sempre.
Un abbraccio a presto.
Ultima modifica: Da .

Re: Mi sento esclusa dalla vita. 19/10/2017 17:16 #5

Cara Anna,
Grazie per la tua risposta immediata.
Trovo la tua motivazione giustissima : Continui a dare amore perchè ne possiedi tanto ed è un peccato non utilizzarlo,e anche perchè,da essere umano,desideri amore.
Ma dove trovare persone disposte a questo scambio ? Persone pronte ad ascoltarti ? Ma soprattutto,l'affetto umano se lo possono permettere tutti ? Queste domande mi assillano da anni,senza mai trovare risposta.
Tutti desiderano essere importanti per qualcuno : l'anima quasi trema al solo pensiero di essere pensati.Allora perchè,quando la gente riceve affetto allora ferisce ? Perchè molte persone sono sole ?
Se c'è qualcosa che l'odia di più di tutto al mondo,è essere estraneo al rapporto con i propri simili.
Per quanto riguarda la tua situazione,a mionparere non è negativo non avere una taglia 40,anzi,questo enfatizza quasi la propria unicità. Vedo ragazze bellissime poco attraenti,ragazza normali,persone speciali.
Quello che ti definisce è il carattere.
Cara Anna,grazie per la tua attenzione.
A presto.
Ultima modifica: Da .

Re: Mi sento esclusa dalla vita. 19/10/2017 18:06 #6

Ciao Artlover21,
Capisco il tuo problema a trovare persone disposte a questo scambio per farlo secondo me c'è solo una cosa da fare: uscire di casa. Andare a qualche festa, seguire un corso, andare a un parco, in biblioteca cercare di socializzare anche se può essere difficile se sei una persona chiusa ma è uno dei pochi metodi di conoscere persone. Per quanto riguarda l'affetto secondo me (sottolineo che è tutto solamente un mio pensiero in quanto non sono una psicologa ne niente di questo genere) siamo umani proprio per questo cioè a differenza degli animali abbiamo la parola e i sentimenti (anche se anche alcuni animali provano dei sentimenti.. ho dei gatti parlo per esperienza ahah).
Semplicemente credo che alcune persone lo dimostrano di più e altre di meno.
Le persone possono ferire perchè spesso credo che non capiscono che feriscono magari non sono mai stati feriti e non credono che l'altra persona starà male. E anche chi viene ferito può essere ferito in maniera differente ovvero lo può percepire di più starci più male o farselo passare in fretta e non pensarci troppo. Questo soprattutto secondo me dipende dall'amore che uno prova per se stesso perchè io che amo me stessa non mi lascio ferire così facilmente, ci sto male ma cerco del positivo in tutto e se un amicizia finisce cerco di pensare che arriverà un amicizia più vera più sincera di quella che lascio.
Condivido il tuo pensiero una taglia 40 non è sinonimo di bellezza. Io pesavo 90 kg a maggio è stato il mio apice e allora mi sono guardata e stavo smettendo di amarmi e questo non andava bene ma non per il giudizio degli altri di cui ho imparato a fare a meno. Ora ho perso 18 kg e ho intenzione di perderne altri ma solo ed esclusivamente per me stessa perchè ora sono più bella ai miei occhi e perchè così sono più sana. Amo me stessa e agli altri non devo dimostrare nulla, il mio compagno mi ha conosciuta già con tutti i kg di troppo e si è innamorato della mia persona e non del mio fisico ed è di queste persone che voglio circondarmi.
Grazie a te per questo scambio di opinioni.
Un abbraccio cara.
Ultima modifica: Da .

Re: Mi sento esclusa dalla vita. 22/10/2017 18:47 #7

Cara Anna,
Scusa il ritardo!
Il tuo consiglio è giustissimo,ed è proprio quello che mi servirebbe:uscire di casa.
Effettivamente è quello che ho provato ha fare fino a poco tempo fa,ma non ho risolto il mio.problema.Dopo un pò mi sono stancancata,mi sono arresa e mi sono rintanata in casa.
Da circa tre anni non ho un'anni non ho alcuno legame(non che ne abbia avuti di seri,ma almeno mi mettevo in gioco riuscendo ad uscire 5-6 volte con qualcuno).
Mi sento vuota. Forse do troppa importanza alla vita sociale,ma per me sarebbe una cosa bellissima avere qualcuno che tiene a me,che mi stima e che mi ascolta. Forse esagero.
A volte, quando penso al mio futuro e mi vedo costantemente da sola, scoppio in lacrime. Penso alle mie future giornate,ai sabato sera che continuerò a passare da sola,alla mia vita spesa senza dare e ricevere affetto. Lo so,l'importante è avere una casa,da mangiare.Questo basta per sopravvivere,io vorrei vivere. Non mi bastano le mie passioni,non mi basta niente se non ho nessuno a cui raccontare cosa ho fatto durante la giornata.
Spero di non averti annoiata.
Grazie per l'attenzione che mi dedichi.
A presto !
Ultima modifica: Da .

Re: Mi sento esclusa dalla vita. 22/10/2017 23:25 #8

Ciao Artlover21,
mi fa molto piacere risentirti non ti devi assolutamente scusare.
Assolutamente non penso che esageri ne dai troppa importanza alla vita sociale perchè tutti noi ne abbiamo bisogno. Secondo me, in quest'epoca, è un bisogno primario quello di essere ascoltati e stimati da qualcuno.
Quando ho letto "ai sabati sera che passerò da sola" mi è venuto in mente un periodo preciso della mia vita, anche io ho pochissimi amici e in quel periodo potevo benissimo ritenermi "sola" ma volevo come dici tu vivere e divertirmi avevo 18 anni e una grinta pazzesca e il sabato sera non se ne parlava di stare sul divano a guardare la televisione e allora andavo in discoteca a ballare perchè io adoro ballare e ci andavo da sola. Ho la fortuna di vivere in un paese piccolo non molto pericoloso quindi per una ragazzina. E mi divertivo tantissimo e a dire la verità ho anche fatto così amicizia con dei ragazzi certo poi non le ho coltivate quella è stata una mia "colpa" ma perchè in quel periodo mi piaceva stare da sola perchè avevo finalmente iniziato ad amare me stessa quindi non cercavo amicizie. Ma ho trascorso dei divertenti sabati sera con questi ragazzi. Spero davvero per te che tu riesca a trovare ciò che cerchi ma se posso permettermi di darti un consiglio non pensarci in maniera così "ossessiva" perchè così ti fai del male.
Io non so ancora bene come funziona questo forum ma se tu ne avessi bisogno sono davvero disposta a scambiare un contatto personale con te per sentirci più spesso, se vuoi legare un amicizia a distanza anche solo per sfogarti quando sei triste o raccontarmi qualcosa di te o delle tue giornate.
Un abbraccio forte.
Ultima modifica: Da .

Re: Mi sento esclusa dalla vita. 22/10/2017 23:34 #9

Ho fatto un giro sul forum e ho trovato il regolamento è vietato postare i propri contatti, sarò comunque felice di ascoltarti qui quando vuoi.
Ultima modifica: Da .

Re: Mi sento esclusa dalla vita. 23/10/2017 00:02 #10

Cara Anna,
Ti ringrazio,ancora una volta,per la tue risposte immediate.
Mi hai fatto scappare un sorriso chiudendo il tuo messaggio con 'se vuoi legare un amicizia a distanza anche solo per sfogarti quando sei triste o raccontarmi qualcosa di te o delle tue giornate'.Ti ringrazio infinitamente,anche io sarei disposta a scambiare con te un mio contatto privato,ma per salvaguardare la nostra privacy i volontari hanno deciso che non si può contattare un utente del forum in privato.Penso proprio che tu abbia ragione,affronto questo bisogno in modo ossessivo.Forse dovrei partire da me stessa. Sono consapevole di non amarmi tanto,proprio per questo penso di non meritare amore. Non meritare amore significa restare da sola. È un circolo vizioso che non so come rompere. Forse avere qualcuno al mio fianco potrebbe aiutarmi,ma anche distruggermi. Ci vuole autostima e amor proprio per intavolare e far evolvere un legame umano.Il fatto è che a volte proprio non ce la faccio a vedermi e immaginarmi da sola per sempre..
Fortunatamente so stare anche da sola,ma a volte la solitudine, da mia alleata,diventa mia nemica,tira fuori i suoi artigli.
Ti ammiro sai,non è facile "andare in discoteca da sola".Hai trovato il modo di divertirti anche da sola. Con il mio carattere è praticamente impossibile.Non riesco a divertirmi,non ho mai ballato neanche ad un compleanno,tranne che al mio. Mi vergogno,mi sento come se qualcuno mi giudicasse. Come fai a divertirti e a non sentirti a disagio ?(È una domanda un po' stupida,lo so )
Grazie ancora per la tua disponibilità. Qualora avessi bisogno,anche io sono disposta ad ascoltare te.
A presto Anna
Ultima modifica: Da .

Re: Mi sento esclusa dalla vita. 23/10/2017 23:17 #11

Ciao cara,
Da una parte sono molto contenta di averti fatto scappare un sorriso, dall'altra parte ti chiedo scusa di non averci pensato prima alla nostra privacy non me ne ero accorta effettivamente che i messaggi non si possono ne modificare ne cancellare.
Si penso che tu abbia ragione a dire che devi partire da stessa è un lavoro grande e complesso ma tutti noi possiamo farlo e anche tu assolutamente ne sei capace.
Certo come dici tu ci vuole autostima e amor proprio per evolvere un legame ma se ti butti in un legame anche l'altra persona può esserti utile ad incrementare la tua autostima.
Non esistono domande stupide a mio parere, e ti dico che per non sentirmi a disagio ho dovuto sentirmi a disagio molte volte. Mi contraddico quindi ti spiego meglio, da adolescente alle medie più o meno venivo presa in giro e quindi mi sentivo molto a disagio per i miei fianchi un pò più larghi rispetto alle altre ragazze quei miei chili in più secondo le "loro" critiche diventavano tantissimi ai miei occhi mi vedevo una "balena" mi sentivo obesa fino a che non ho capito che non ero così avevo qualche chilo in più che dopo un anno o due è diventato un corpo da donna che mi invidiavano perchè avevo un seno prosperoso e dei fianchi "provocanti" mentre quelle che mi criticavano sembravano ancora bambine.
Inoltre ero "presa di mira" perchè non italiana e mi sentivo a disagio per ciò per poi capire che avevo solo delle cose in più che conoscevo una lingua e una cultura in più e grazie a queste persone oggi parlando italiano nessuno mi crede che non sono nata qui.
Cioè sono arrivata a capire che le persone qualsiasi cosa tu faccia avranno da ridire e tu delle loro critiche devi farne un tuo punto di forza.
Non so se in questo modo ovvero parlando della mia esperienza, perchè in fondo siamo quasi coetanee, riesco a farti capire ciò che voglio dirti.
Ti dico anche che per la mia autostima mi è stato molto utile lo psicologo perchè andare da uno psicologo non significa per me essere malati significa amarsi perchè ti concedi così del tempo tutto per te per sfogarti per parlare della tua parte più intima più profonda a una persona che non ti giudica ma è li solo per te. Io andavo da uno psicologo all' asl è completamente gratuito e ha il segreto professionale se tu ci volessi andare non sei obbligata a dirlo a nessuno può restare una cosa tutta per te. Se ti può interessare, pensaci.
Un forte abbraccio, a presto carissima.
Ultima modifica: Da .

Re: Mi sento esclusa dalla vita. 27/10/2017 23:15 #12

Cara Anna,
Grazie per la tua disponibilità e scusa il mio ritardo.
Sono del parere che,come hai affermato tu,intessere legami può lenire in parte la carenza di autostima. Io sostengo che dipende anche dalla persona che ti sta vicino:Se quest'ultima nutre veri sentimenti per te,tiene a te e al tuo benessere,ma soprattutto se questa è una persona sicura di se,può aiutarti a risolvere un po' il tuo disagio. In caso la persona in questione non disponga di tali requisiti,difficilmente potrà aiutarti. Dipende da chi ti trovi di fronte.
Trovo giustissimo il fatto che per non avvertire più disagio,questo disagio bisogna affrontarlo. Il fatto è: Da dove cominciare? Come fare a zittire l'eco di questo disagio?
Mi farebbe molto bene parlare con uno psicologo,ci penserò bene,potrebbe essermi utile come punto di partenza.
Grazie per avermi raccontato la tua esperienza,alla fine è da quelle che dobbiamo prendere veramente in considerazione,alcune esperienze ci esortano ad andare avanti. La tua è molto significativa: il motivo per il quale venivi derisa, ora è un punto a tuo favore.
A presto cara Anna,grazie di tutto.
P.S. Io adoro le lingue,mi fa molto piacere sapere che ne parli più di una!
Ultima modifica: Da .

Re: Mi sento esclusa dalla vita. 28/10/2017 23:07 #13

Ciao cara,
Sono come ti ho detto qui quando vuoi e quando ne hai bisogno.
Da dove cominciare ad affrontare il disagio io penso che quando ti senti questo disagio devi farti delle domande perchè ti senti a disagio? È un disagio reale? Cosa ti farebbe sentire meglio? É così importante quello che pensano gli altri? A te DAVVERO importa del pensiero degli altri? Ti aiuterà secondo me. In oltre vorrei precisare una cosa anche per le altre persone che magari leggeranno questo nostro "scambio" di pensieri, come ho detto nel precedente messaggio andare da uno psicologo non vuol dire assolutamente essere malati. Spesso però si ha paura chissà cosa mi chiederà, chissa cosa penserà di me ecc. Assolutamente uno psicologo non riempie una persona di domande ma chiede una cosa per iniziare un discorso e la mente della persona che è li può viaggiare dove più ne ha voglia e parlare di ciò che si vuole. E gli psicologi non sono lì per giudicare ma per comprendere e soprattutto ASCOLTARE.
Ti auguro tutto il bene.
A presto, un fortissimo abbraccio se pur "virtuale".
Ultima modifica: Da .

Re: Mi sento esclusa dalla vita. 02/11/2017 00:23 #14

Ciao cara Anna,
Come stai? Grazie per la tua costante attenzione.
In questi ultimi giorni sono stata colpita da forti attacchi d'ansia,così sono dovuta andare dal dottore,che mi ha prescritto dei calmanti. Oltre questo,non ho altre novità. La situazione è sempre la stessa. Dato il mio stato d'animo alterato,anche mia madre mi ha proposto di andare da uno psicologo. Io penso che forse potrebbe aiutarmi,prenderò presto una decisione.
Per quanto riguarda la solitudine,va sempre peggio. Mi sento esclusa proprio da tutto. La mia paura è che questa brutta situazione perseveri all'infinito,mi sento molto angosciata soltanto ipotizzando che questo possa accadere.Non voglio stare da sola per sempre,ma daltronde non so come fare per risolvere questo problema. Ci ho provato in tutti i modi,sono cambiata per piacere agli altri, ho ricercato degli interessi,ma niente. Non è servito a niente. È da tantissimo tempo che combatto contro questo mostro che è la solitudine,ha sempre vinto lui. Io mi sento persa. Perchè se sono sempre stata sola,adesso potrebbe arrivare qualcuno che mi dedichi del tempo? Cosa devo cambiare ancora,per poter avere una vita sociale? Sono disperata,non lo nego,ho perso ogni speranza. Mi viene a mancare la voglia di vivere in certi momenti,perchè so che avrei tanto affetto da regalare,ma non ho a chi darlo.
Mi scuso se ripeto sempre le stesse cose,se ti assillo o se faccio la 'lagna',ma la disperazione prende il sopravvento..
A presto cara,grazie di tutto.
Ultima modifica: Da .

Re: Mi sento esclusa dalla vita. 02/11/2017 18:15 #15

Buonasera cara,
Io sto bene con i miei problemi come tutti ma cerco di essere serena.
Innanzitutto mi dispiace moltissimo per i tuoi attacchi di panico, spero davvero che ti possa presto riprendere, perchè credo che tu abbia bisogno proprio di questo di riprendere la tua vita e di viverla con più serenità e calma.
Quando ti vengono questi pensieri cerca di essere ragionevole hai soltanto 18 anni non resterai sola per tutta la vita hai tutta la vita davanti farai un sacco di esperienze nella tua vita nelle quali conoscerai anche persone e avrai amici e relazioni. Debi avere fiducia e pazienza.
Non devi cambiare assolutamente per piacere agli altri devi lavorare su te stessa e tirare fuori tutta la tua personalità e il tuo carattere.
Vorrei sapere di più su di te se ti va.. vai a scuola? Fai sport? Hai degli animali domestici? Hai detto che ti piace l'arte se non sbaglio vai magari a delle mostre? Se su qualche social? Se si sei attiva sui social?
A prestissimo un abbraccio
Ultima modifica: Da .
  • Pagina
  • 1
  • 2
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.