Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

ARGOMENTO: Autolesionismo

Re: Autolesionismo 18/01/2016 23:59 #46

Non tanto bene ma ormai mi ci sono abituata. Prima di tutto penso che lo psicologo casa bene per persone con questo tipo di problemi perché può suggerire ma credo di possa fare ben poco di me...Non parlando mai con nessuno non sono in grado di dire di me ad altri faccia a faccia. Mi preoccupa la sua reazione e vado in ansia.
Il più delle volte lo so...altre mi sembra essere talmente distante e non capire niente.
Questa mia amica mi ha detto che è stanca del miei problemi quindi sono tornata a stare in silenzio. Non secchero la gente col miei problemi...Non meritano questo peso...se la gente è stufa di me posso dire che lo sono anche io anche se queste cose non riuscirò mai a dirle davanti a loro
Ultima modifica: Da .

Re: Autolesionismo 19/01/2016 20:58 #47

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Carissima,
Ci spiace leggere che non va tanto bene... Ti siamo vicini.

Quante volte hai visto lo psicologo? Creare un rapporto non è mai facile nè veloce, lui avrà sicuramente la pazienza di aspettarti. Nel mentre potresi scrivere quello che vorresti dirgli, puoi puoi decidere se farlo leggere a lui quando vi vedere o meno, potrebbe essere l'inizio per rompere il ghiaccio? lo psicologo è lì per te, non potrebbe avere una reazione negativa, anzi...
magari glielo puoi anche dire, come lo stai dicendo a noi ora: " ho paura della sua rezione per cui vado in ansia". Troverà le parole per rassicurati, intanto capirebbe il motivo del tuo comportamento (è uno psicologo non un indovino ). Cos pensi che accada se glielo dici?

La tua amica forse si sentiva impotente perchè non speva come aiutarti? potrebbe essere? A volte quando ci sentiamo impotenti ci sentiamo frustrati e diciamo a chi ci sta vicino delle cose poco carine. A volte non siamo capaci di aiutare le persone che più amiamo. Magari potresti chiarirti con lei? Magari potreste trovare ancora un dialogo?

Ti vedi cosi un caso disperato? Siamo convinti lo psicologo potrebbe aiutarti, ci vuole pazienza... NOn sei assolutamente un peso, e la gente non è stufa di te, è solo dispiaciuta nel vederti soffrire.

E poi quando vuoi puoi chiamarci o scriverci

Un mega abbraccio
Ultima modifica: Da .

Re: Autolesionismo 23/01/2016 11:39 #48

Gli vorrei dire che mi sento male...come se la terra sotto di me cadesse.. che ho paura della gente, dei contatti. Che mi sto uccidendo per trasferire il mio dolore sulla pelle...che voglio aprire il mio cuore ancora una volta...provare a dare la possibilità agli altri di riparare ai propri errori (cosa che faccio ma che non mi accontenta). Voglio la felicità di tutti e per tutti e che il mondo cambiasse.
La mia amica mi ha mollato e quella di Milano mi ha mollato perché non mi sopporta. Le ho mentito dicendo che ho smesso...ma la situazione è peggiorata. I tagli sono più profondi e ho iniziato a bere a sorsi acqua e candeggina nel tentativo di finire in ospedale. Voglio cambiare luogo, non andare più a scuola perché sono sempre presa in giro. Ma non posso perché ho sbagliato io. Io non ho capito che il mio amico (quello suicida che chiamerò Tom) aveva bisogno di aiuto. Io ho deluso le persone intorno a me è sto continuando a farlo tagliandomi, io ho allontanato alcune persone e io sono quella nata male. Sono anche grassa per cui devo perdere qualche chilo. Ma non sono un caso così disperato...anzi vi invito di aiutare sopratutto gli altri...per me non ha importanza i miei di problemi...Voglio dimostrare che non sempre i nostri problemi sono più gravi degli altri. Spero che almeno in questo riesca.
Abbraccio anche a voi ^^
Ultima modifica: Da .

Re: Autolesionismo 26/01/2016 20:27 #49

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao cara Celeste,
Grazie per aprire il tuo cuore con noi, grazie per tutto quello che riesci a condividere. Per noi è una grande dimostrazione di fiducia.

Come noi ne abbiamo siamo sicuri che anche chi ti sta vicino ne ha...

Le prime righe di quello che scrivi sono le parole che diresti allo psicologo? Sono molto chiare, e descrivono perfettamente quello che stai attraversando, perchè allora non dirle? Forse ti potrebbe aiutare? Potrebbe essere l'inizio di un dialogo con uno psicologo?

Quando dici di voler cambiare luogo, dove vorresti andare? Cosa pensi di poter trovare di diverso? Perchè dici che non puoi perchè hai sbagliato? In che cosa consiste questo tuo errore?

Ti senti in colpa per il tuo amico Tom? Cosa senti dentro di te? Hai voglia di parlarne? A volte siamo impotenti nei confronti delle scelte degli altri, e non possiamo pensare che si stia arrivando ad una decisione cosi drammatica... Nel dolore ci si chiude in se stessi per paura di non essere compresi e accettati, forse questo atteggiamento un po' lo conosci (in un tuo post precedente dici che non parli con nessuno)... Quindi non sei tu che non hai capito che il tuo amico aveva bisogno, ma forse anche lui si è chiuso a ricco e non ha dato la possibilità agli altri di essere compreso e aiutato.

Tu sei importante per noi, i tuoi problemi hanno importanza, noi non facciamo una classifica di casi disperate e meno disperati, nel dolore, nella sofferenza ogni individuo è unico e ha una sua dignità che va rispettata. Non possiamo fare paragoni...

Ti abbracciamo con tanto affetto
Ultima modifica: Da .

Re: Autolesionismo 26/01/2016 22:20 #50

Gliele direi se solo non avessi l'altra me a bloccarmi. Per l'altra me intendo l'altra Celeste che ha iniziato a prendere il controllo dopo la morte di Tim. Il fatto è che io proprio non l'avevo capito che stava male, anzi non ci ho nemmeno provato a capirlo. Avevo chiuso tutto in me così come le cose passate al Collegio. Iniziai a detestare un mio cugino perché gli assomigliava tantissimo ma era diverso nel carattere...è il suo opposto. È cattivo nei miei confronti e mi Isola spesso.
Per cambiare luogo intenso anche per un Po in un'altra città...uno in cui non sono tanto conosciuta...forse iniziando una nuova vita per qualche giorno mi aiuterà a scendere dall'altalena e immergermi nel mondo. Sono stufa della quotidianità delle cose. Sono bloccata nel mio mondo mentre la vita continua a scorrere davanti a me e io che spingo gli altri a viverla. Il fatto è che non posso perché tutto ciò è nato da qualcosa che ho fatto...contro di me o altri. Mamma non mi darebbe il permesso e io non ho più la forza di andarlo a chiedere aiuto a lei...alla mia famiglia. Mi spiace ancora una volta disturbare
Ultima modifica: Da .

Re: Autolesionismo 03/02/2016 21:42 #51

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Celeste,

non disturbi mai. In qualunque momento tu abbia voglia o bisogno di parlarci, siamo qui ad ascoltarti. Sappiamo che preferisci lo schermo, ma se vuoi ricordati che puoi chiamarci!

Dalle tue parole, di questo ultimo messaggio e di tanti altri precedenti, ci sembra che tanti dei tuoi sentimenti siano legati ad un senso di colpa, che si trascina da qualcosa che è successo e che forse potrebbe essere (come suggerisci tu stessa) la morte del tuo amico. Che ne pensi?
Non è sempre facile accorgerci della sofferenza di qualcuno. A seconda di quanto quella persona esprime il suo dolore, di quanto e in che modo riusciamo ad avere con questa persona un dialogo e una condivisione.. Qualunque cosa sia successa, la responsabilità non è sicuramente stata tutta tua, e non è tutto sulle tue spalle.
Se ci teniamo tutto dentro (colpe e sofferenze), per le persone intorno a noi diventa molto difficile comprenderle ed aiutarci. Sai che noi siamo sempre qui quando vuoi parlare di come ti senti, ma non vorresti avere questa possibilità anche con le persone che hai intorno? Per esempio, tempo fa ci avevi parlato del fatto che tuo padre ti era stato vicino, e di alcuni tuoi professori che sapevano della tua situazione. Sei riuscita ancora ad aprirti con loro?

Per cambiare aria per un po': secondo te ci potrebbe essere qualche attività che ti piace fare che potresti approfondire in un'altra città? Per esempio: ci avevi detto che ti piace leggere in inglese.. Hai mai pensato ad una vacanza studio, o qualche esperienza del genere che potrebbe portarti fuori dalla tua quotidianità?

Ti abbracciamo forte, e aspettiamo tue notizie!
Un sorriso
Ultima modifica: Da .

Re: Autolesionismo 30/07/2016 23:55 #52

Eccomi qui
Ho nuovo aggiornamenti...dal tipo che ho cambiato scuola ma la mia autostima è letteralmente svanita. Ho preso il debito in latino e ora vado a ripetizioni...il prof è contento ma io lo stesso sono preoccupata di non farcela...Non questa volta. Ho fatto un esame di inglese ma sono stata promossa per un piccolo voto...sono stata l'ultima della lista il che ha deluso mia madre poiché insegna Inglese. Tra me e lei l'abisso si è ingigantito...ogni cosa per lei è buona da criticare.
Per esempio io non guardo il telegiornale...sono sensibile e visto che con le morti ci sto male e la politica mi importa poco non guardo
Si lamenta sempre che sto sempre a discutere e mi "prende in giro" dicendo che ho le mie cose perché sono nervosa. La dentista mi ha messo le stelline e così non riesco a mangiare le unghie il che mi irrita ancora di più. La notte mi addormento molto tardi e ultimamente la mia testa mi fa sentire cose che non voglio. Mio padre ha iniziato a prendermi in giro per ogni mio continuo fallimento e tra me e la mia amica di Milano la situazione si è molto tesa. Per la prima volta le ho detto ciò che pensavo ma lei mi ha aggredito dicendo che ero io in errore e sinceramemte non so più cosa fare
Ultima modifica: Da .

Re: Autolesionismo 11/08/2016 12:22 #53

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara Celeste,
bentornata e grazie per darci tue notezie... ti stavamo aspettando...
Ci racconti di un periodo non molto facile, sembra che in nessuna situazione, casa, scuola e amicizie tu non riesca a trovare pace.... neanche di notte... Ci spiace molto, ma noi siamo qui per fare piccoli passi insieme, speriamo di poter alleviare un po' questo periodo difficile.

Ci ricordi come mai hai cambiato scuola? Ora dove sei?

Il tuo prof di Latino sembra essere soddisfatto di te, non ti dà fiducia questo?

Non tutte le materie possono piacerci o possiamo riuscire bene in tutto e in equal modo, non siamo delle macchine, abbiamo le nostre passioni, le nostre preferenze. Cosa ti piace di più studiare? cosa ti appassiona?

Capiamo che la comunicazione con tua mamma non è molto facile, come mai secondo te ti critica tanto? Pensi di poterle parlare e spiegare quello che senti? Come vorresti la relazione con lei? In passato è sempre stata così?

Ci scrivi che di sera non riesci a dormire e pensi a cosa non molto belle, cosa ti fa sentire la tensa che non vuoi?

Sei una persona molto sensibile, e hai parlato con onestà alla tua amica dicendo cosa pensavi di lei. Hai voglia di raccontarci cosa è successo?


Siamo qui per ascoltrarti

Un abbraccione e un sorrisone
Ultima modifica: Da .

Re: Autolesionismo 11/08/2016 20:52 #54

Ho cambiato scuola poiché iniziavo a stare stretta li ad è proprio li che il fenomeno è iniziato.
No per niente...mi sembra tutto una menzogna...tipo per far star zitta una persona. Io sono certa al 100% di non passare il test. Ho voglia continua di buttare i libri e i quaderni per aria.
Mi piace italiano...scrivere anche. Amo inventare storie sulla realtà sulla fantasia...insomma si tutto.
Lei dice che è perché sono come lei ma in realtà lei non sa un bel niente di me. Non sa come sto con me stessa e nemmeno vuole capirlo. È cambiata quando mi ha scoperta (intendo autolesionismo) e di sera penso ai metodi per uccidere la mia famiglia a me (sono pazza lo so ma non riesco a non pensarci). Canto la solita canzone per dormire ma riesco solo a piangere perché è così vera.
Con la mia amica è successo che lei sa che sono uno spirito libero e solitario e poi bum mi mette catene di catene costringendomi a fare cose insieme che non mi vanno mai. Quando gliel'ho fatto notare ha detto che non è vero e sono tornata al silenzio. Per il momento e questo...devo andare dai miei perché stasera vogliono uscire poi parlerò del fattore fiducia
Ultima modifica: Da .

Re: Autolesionismo 25/08/2016 18:49 #55

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Carissima,
Scusaci tanto per il ritardo nella risposta

come stai in questi giorni? Sei uscita con i tuoi? Come è andata? cosa avete fatto?

Cosa vorresti dire a tua mamma che non sa e non capisce? Se potessi scriverle una lettera qui ora cosa le scriveresti?

Non crediamo che tu sia pazza, stai attraversando un momento difficile e non sai come fare per superarlo, a volte quando non si sa come fare cerchiamo di sfogare questa tensione interna come possiamo... anche facendoci del male fisicamente, perchè quello che sentiamo ci fa ancora più male.

Quale canzone canti per dormire? Perchè è cosi vera? Cosa senti di vero?

Siamo in attesa di leggere da te sul "fattore fiducia"

Noi ti aspettiamo

Un abbraccione!
Ultima modifica: Da .

Re: Autolesionismo 21/09/2016 13:59 #56

Scusate il ritardo D:
Beh non andò come pensavo (quindi è andato malino) i miei hanno usato l'uscita per far si che potessero criticarmi.
Per dormire canto Silent Scream che in pratica parla dei problemi con la famiglia e più o meno mi rispecchia nelle parole. Da poco la scuola è ricominciata. Da un lato sono contenta perché così posso di nuovo sfogarmi su di me ma dall'altra ho paura di essere scoperta dai miei compagni.
I miei genitori non mi danno molta fiducia. Insomma se dico delle prese in giro dicono che la colpa è mia che non so rispondere e da poco il padre del tecnico che si trova giù da noi cerca in tutti i modi di toccarmi...i miei quando lo hanno sentito hanno detto "tu evitalo" ma lui è sotto casa mia! Come posso evitarlo? Non mi danno mai fiducia e si affidono a mia sorella che ha solo 14 anni...come può essere?
Ultima modifica: Da .

Re: Autolesionismo 23/09/2016 17:23 #57

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Darkice Phoenix,
comprendiamo benissimo il tuo disagio, per quest'uomo che ti molesta e comprendiamo il tuo disappunto, per non essere presa sul serio dai tuoi genitori quando parli a loro del padre del tecnico.
Però, rifletti, di a questa persona che se continua, andrai alla polizia e se si azzarda ancora a toccarti, parlane ai tuoi o ad un adulto di cui ti fidi e poi vai alla polizia veramente.

Facci sapere!!!
Ultima modifica: Da .

Re: Autolesionismo 26/09/2016 19:29 #58

Non sono brava a parlare con chi è più grande di me..Che sia polizia o il tizio in questione. Diciamo che entra in gioco la mia timidezza
Ultima modifica: Da .

Re: Autolesionismo 27/09/2016 21:15 #59

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara Darkice Phoenix

Comprendiamo che la timidezza possa essere un forte ostacolo alla comunicazione, e capiamo anche che sarebbe molto imbarazzante parlarne con l'uomo in questione.. Ma prova a pensare alle conseguenze che rischierebbero di verificarsi se questo uomo continuasse a essere attratto da te senza che nessuno possa regolare il suo comportamento.
Sappiamo che è difficile, ma è fondamentale che tu comprenda che devi essere protetta da questo individuo.

Parlando dei tuoi genitori, come mai secondo te si affidano tanto alla tua sorellina e non a te?

A presto, cara
Tienici aggiornati
Un sorriso!
Ultima modifica: Da .

Re: Autolesionismo 30/09/2016 20:16 #60

Non ne ho alcuna idea...Ma posso farvi una domanda...anche se so che mi negherete il permesso...
Posso morire? Posso far finire la mia vita qui? Smettere di camminare in questa strada? Posso far finire il mio dolore?
Ultima modifica: Da .
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.