Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

ARGOMENTO: Disastro

Re: Disastro 18/11/2015 20:29 #16

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara Michelle,
esistono anche delle strutture pubbliche che non necessitano la presenza di un adulto.
A scuola non c'è un professore/professoressa che ti può ascoltare e guidarti per fare questo percorso ?
Oppure non c'è qualche adulto di cui hai fiducia che ti possa dare una mano ?
Crediamo sia importante che i tuoi capiscano bene le sofferenze che stai passando.
Ci rendiamo conto che ti spaventa pensare di poter essere la causa di nuovo litigi fra di loro. Ma tu stai semplicemente chiedendo loro di aiutarti, di essere presenti per te.
E' quello che un genitore dovrebbe sempre fare !
Tu hai il diritto di essere felice e di vivere la tua vita da adolescente.
Cosa ne pensi di provare a cambiare strategia e scrivere quello che vuoi dire loro ?
Forse le parole scritte e lette in solitudine da loro potrebbero aiutarli a riflettere e a trovare l'armonia necessaria per aiutarti. Cosa ne dici ?
Ti mandiamo un abbraccio
Ultima modifica: 18/11/2015 20:31 Da Volontario del Sorriso

Re: Disastro 19/11/2015 17:47 #17

Ciao,
Sinceramente non mi va da farmi aiutare da un adulto, perchè mi giudicherebbero e basta. Credo che mia mamma sappia già le sofferenze che stia passando ma ho già capito che per lei al primo posto c'è il suo fidanzato e non io e le mie sorelle. Lo so che dovrei parlare con mio padre però non voglio essere il motivo dei loro continui litigi mi sentirei solo peggio. Sinceramente nessuno dei due c'è mai stato per me, forse mio padre nell'ultimo periodo cerca di recuperare i 3 anni che ha preso e io apprezzo il suo gesto e apprezzo anche il fatto che quando vede che mi sfogo,e che parlo con lui dei miei problemi con mia madre,con lui cerca sempre di tirarmi su facendo qualche battuta e regalandomi un sorriso. Io ho il diritto di essere felice ma non mai il tempo per dirmi "Ehi michelle fai una scelta per te stessa e non per gli altri" perchè se faccio anche solo una scelta per me mi danno dell'egoista e penso che abbiano ragione. Alla fine scrivo ogni tanto quello che vorrei dirgli ma che non riesco a dire. Però alla fine è inutile perchè anche se scrivo non leggeranno mai ciò che scrivo.

Un abbraccio.

Michelle.
Ultima modifica: Da .

Re: Disastro 19/11/2015 20:46 #18

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao cara Michelle,
ho una difficoltà e spero che tu mi possa aiutare.

Ho provato a rileggere i tuoi precedenti post e non sono riuscito a trovare qual è la tua domanda.

Cerco di spiegarmi meglio...

Hai raccontato con tanto coraggio la tua situazione, i tuoi tentativi di sfogare la rabbia e tanto altro, ma non ho trovato qualcosa del tipo:
"Come posso uscirne?" , "Come posso fare questo o quest'altro?" , "Sbaglio qualcosa?", ...

Forse mi è sfuggita, ma te la senti comunque di provare a riformulare la tua domanda?

Aiutaci a farci capire come possiamo aiutarti nel modo che per te va bene, sei tu la persona che meglio di chiunque altro può sapere ciò che desideri, ciò che cerchi.

Che ne dici?

Un caro abbraccio.
Ultima modifica: Da .

Re: Disastro 04/12/2015 15:16 #19

Ciaoo,
Prima di tutto volevo scusarmi per l'enorme ritardo ma sono stata occupata con la scuola. Io ho voluto scrivere a voi perchè volevo una soluzione, un modo per stare meglio, un modo per farmi ascoltare ma anche con i vostri consigli, che apprezzo moltissimo, è rimasto tutto uguali. Ormai ho rinunciato a tutto, perchè tanto nessuno mi ascolta, nessuno pensa a ciò di cui ho bisogno. Vi ringrazio di tutto il supporto e i consigli. Davvero grazie.
Un abbraccio.

-Michelle-
Ultima modifica: Da .

Re: Disastro 04/12/2015 16:01 #20

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
ciao Michelle,
non ti devi scusare scrivici quando puoi e vuoi..
ci dispiace che non sia cambiato nulla e che nessuno ti ascolti, ti andrebbe di chiamarci?
Magari a voce riusciamo a trovare una soluzione, che ne pensi?
Ti aspettiamo
Ultima modifica: Da .

Re: Disastro 05/12/2015 15:27 #21

Ciaoo,
Ecco io vi chiamerei volentieri il problema è che sono timida perciò non so quanto riuscirei a dirvi . Va bhe ci proverò però in questi giorni non posso perchè mia mamma è a casa, oppure perchè sono da mio papà perciò non troverei tempo per chiamarvi. Scusatemi.

-Michelle-
Ultima modifica: Da .

Re: Disastro 10/12/2015 20:54 #22

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Michelle, non devi scusarti.
Noi ti aspettiamo e speriamo di sentirti presto.
Se però preferisci scriverci noi ci siamo .....
Ti mandiamo un abbraccio
Ultima modifica: Da .

Re: Disastro 01/01/2016 23:47 #23

Ciaoo,
Volevo scusarmi per essere stata assente per tanto tempo, però sono stata molto occupata per via della scuola e per via delle feste. Oggi volevo sfogarmi un'po perchè a furia di tenermi dentro le cose che mi fanno soffrire è come se mi si stesse creando un enorme macigno al petto. Io e mia mamma continuiamo continuiamo a litigare per delle cose assurde, è come se lei cercasse di litigare con me con qualsiasi argomento. Si arrabbia per niente. Sto passando delle vacanze del cavolo. Poi è successo che un sabato, l'ultimo giorno di scuola, ero uscita con una mia compagna di classe e il suo fidanzato, essendo in un altro paese mia madre sarebbe dovuta venirmi a prendere, solo che non sapeva l'ora perchè alle 2:00 doveva venire il tecnico per il camino. Alle 2:00 ho chiamato mia madre per sapere se era arrivato e lei mi ha detto di no, allora l'ho richiamata verso le 2:30 chiedendole la stessa cosa e lei mi ha detto di no, allora le ho detto che dato che lui si stava facendo i suoi comodi di venirmi a prendere, lei si è incazzata a caso e ha incominciato ad dirmi che non poteva e ad insultarmi, io le gridavo che non mi interessava niente e di venirmi a prendere e lei mi ha mandato a fanculo chiudendomi il telefono in faccia. In quel momento la mia rabbia si è trasformata in lacrime ed ho incominciato a piangere davanti alla mia compagna e al suo fidanzato. Ovviamente lei mi ha consolato. Quando mi sono calmata l'ho richiamata per dirle che non di deve premettere di dirmi certe cose e di non chiudermi il telefono in faccia e lei ha incominciato ad inventarsi scuse perchè secondo lei, lei è perfetta e non commette errori. Io sono davvero stanca di avere a che fare con una persona che non ammette i propri errori, che si crede perfetta e che si incazza solo con me per niente, perchè con le mie sorelle non si incazza mai, solo con me. Ogni tanto quando vedo la mia sorellina che preferisce stare con mia mamma che con me mi da fastidio , perchè so che quando arriverà alla mia età la farà soffrire e io non voglio vedere mia sorella che soffre per colpa di mia mamma, però non posso farci niente. Scusate per lo sfogo ma ne avevo bisogno.
Un abbraccio.

-Michelle-
Ultima modifica: Da .

Re: Disastro 04/01/2016 16:39 #24

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara Michelle,
innanzitutto non ti devi scusare per il ritardo....non sei obbligata a scriverci, lo devi fare quanto te la senti o quando hai bisogno!!

Ci dispiace davvero sentire che hai avuto questo litigio con la mamma.
Hai mai pensato di provare a scriverle una lettera per farle sentire come ti senti? Magari lei sta vivendo un periodo difficile e non sempre riesce ad essere all'altezza della situazione.... Ci sembra che scrivi davvero bene, per cui potrebbe davvero essere l'occasione per dirle, con calma, con pazienza e soprattutto con il cuore in mano, tutto quello che senti per lei, quello che vorresti condividere con lei e quanto hai bisogno di sentirti amata. Inoltre, potresti aggiungere quello che tu potresti fare per lei....cercando di capire cosa lei voglia davvero te. Insomma, provare a gettare nuove basi per far crescere il vostro rapporto, sul rispetto, sulla stima e sull'amore reciproci.
Che ne pensi, credi che sia possibile?

E non scusarti per lo sfogo, fallo pure con noi ogni volta che ne senti il bisogno! Noi siamo qui anche per te, cara!
Un abbraccio, ti aspettiamo!!
Ultima modifica: Da .

Re: Disastro 06/01/2016 16:51 #25

Ciao,
Sinceramente non credo che ci sia bisogno di scrivere una lettera per dirle come mi sento perchè ogni volta che litighiamo lei sa come mi sento, perchè o grido o le piango davanti agli occhi. Il problema è che anche se ne parlassimo, finiremo per litigare e di solito dopo ogni nostra litigata lei fa finta di niente come se non fosse successo niente perciò saremo punto e a capo. Una volta ho provato ha dirle che mi manca il suo amore, che mi manca qualcosa che non sia materiale ma la sua risposta, come sempre, è stata "Non è vero", perciò ho rinunciato a parlarne con lei di quello che mi manca. Ho provato a creare nuovi ponti tra me e lei, per migliorare il nostro rapporto, ma lei trova sempre qualcosa per litigare, anche una stupidaggine e rovina i ponti che sto costruendo. Tra me e lei ormai non ci sono più ponti da molto tempo. Vorrei di nuovo il rapporto che avevo con lei quando ero piccola perchè alla fine mi fa soffrire questa situazione, però lei non me lo permette. Non so più che fare.
Un abbraccio

-Michelle-
Ultima modifica: Da .

Re: Disastro 08/01/2016 21:00 #26

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Michelle!

Quindi la situazione con tua mamma non è stata sempre così difficile. Com'era il vostro rapporto quando eri più piccola? Riuscivate a parlare meglio, facevate delle cose insieme?
Rileggendo quello che hai scritto in questi mesi, volevamo chiederti una cosa.
Con le tue sorelle che rapporto hai? Ci sembra che tu sia molto protettiva nei loro confronti, e che tu ci tenga molto.
Poi ci hai anche parlato di altre persone nella tua famiglia: nonna, zia... Con loro hai un buon rapporto? Hai mai parlato con loro di questa situazione, o sai loro cosa ne pensano?

Hai voglia di raccontarci anche qualche altro aspetto della tua vita? Dopo la scuola ci sono delle cose che ti piace fare?

Ti aspettiamo!
Un abbraccio e un sorriso
Ultima modifica: 08/01/2016 21:17 Da Volontario del Sorriso

Re: Disastro 08/01/2016 23:26 #27

Ciao,
Quando ero piccola il rapporto tra me e mia mamma era molto diverso, non litigavamo mai, lei ci considerava di più, riuscivo a ridere con lei. Non facevamo cose specifiche insieme, ci piaceva passare il pomeriggio insieme a parlare della scuola e argomenti vari. Ma tutto è cambiato quando mio padre se n'è andato. Ho dovuto sostituire il posto di mio padre, facendo da secondo genitore per le mie sorelle. E mia mamma da lì ha incominciato a litigare con me quasi sempre, a calcolarci di meno e a parlarci raramente. Ed è per questo che sono dovuta diventare uno secondo genitore perchè mia madre era sempre occupata a trovarsi un fidanzato, perchè a quanto pare per lei era più importante il fidanzato di noi. La protezione verso le mie sorelle nasce proprio da questo, dal fatto che ormai siamo al secondo posto per mia madre invece che al primo. Allora ho preso in mano le redini, dato che lei non ne era più capace, e ho messo le mie sorelle al primo posto per me. Con loro ho un buon rapporto, a parte il fatto che ogni tanto mi fanno arrabbiare ma credo che questo sia normale. Diciamo che sono diventata protettiva nei loro confronti per non farle soffrire, e anche per non far si che loro assumessero il carattere di mia mamma, perchè ammettiamolo non ha un bel carattere. Con gli altri familiari ci sono alti e bassi, si insomma vado d'accordo con loro però ci litigo spesso per colpa di mia madre perchè quando litighiamo io e lei loro si mettono in mezzo. L'unico con cui ho un buon rapporto è mio cugino. Anche lui ha i genitori separati, mi capisce da una parte. Lui è l'unico che capisce quando sto male senza nemmeno avergli detto nulla. Non parlo quasi mai dei miei problemi con lui però capisce quando è il momento di fare domande o meno, capisce quando ho bisogno di stare da sola o quando ho bisogno di un abbraccio. Anzi a pensarci è l'unico della mia famiglia ad abbracciarmi spontaneamente, è come un fratello per me. Diciamo che la mia vita ormai gira solo attorno alla mia situazione familiare, mi piace fare molte cose che molto probabilmente ai ragazzi della mia età non piace, tipo leggere o scrivere. Purtroppo dopo scuola non ho molto tempo per me stessa. Poi soprattutto quest'anno che ho incominciato le superiori, soprattutto per gli orari e lo studio. Ma anche per il fatto che devo badare alla casa e alle mie sorelle. Rari giorni riesco ad uscire con la mia migliore amica.
Ultima modifica: Da .

Re: Disastro 13/01/2016 20:41 #28

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao cara Michelle,

è sempre bello sentirti! e ci dispiace che tu sia in questo periodo difficile.
Il tuo atteggiamento nei confronti di tutta questa situazione è molto maturo e lucido: si vede chiaramente dalle tue parole che pensi e ti preoccupi molto per quello che sta succedendo e per le persone che ti stanno intorno, per le tue sorelle ad esempio.
Il tuo "prendere in mano le redini" dentro la situazione familiare è un grande merito alla tua età ed è un segno della tua responsabilità. Ma dall'altra parte, come giustamente dici anche tu, stai assumendo un ruolo che non è il tuo perché fai il "secondo genitore" invece di essere una figlia e una ragazza che si diverte e vive la sua adolescenza. E' importante che tu riesca ad avere più spazio per te stessa e per fare le cose che ti piacciono, vedere i tuoi amici, leggere un libro.. Proviamo a cercare un modo per migliorare questa situazione?

Tu hai già provato a parlare come stai facendo con noi a tua mamma di quanto per te sia pesante questa situazione? Un po' ci sembra di sì, ma magari affrontando di nuovo il discorso qualcosa potrebbe migliorare.. Non crediamo che tua mamma voglia avere con te un brutto rapporto. Probabilmente dalla sua posizione fa fatica a vedere il peso che si addossa su di te, o forse anche per lei è difficile gestire questa situazione.
Oppure pensi che ci sia qualcun altro a cui potresti parlare di tutto questo? Magari un adulto di cui ti fidi che potrebbe parlare alla mamma e cercare di spiegarle cosa ti fa soffrire?

Quello che ci dici su tuo cugino è molto bello! Avere una persona che capisce ciò di cui abbiamo bisogno anche senza parole è un piccolo tesoro. Ci fa un enorme piacere che tu ne abbia uno ed abbia persone importanti come lui e la tua migliore amica!

Come sono andati questi ultimi giorni? E con la scuola come va?

Ti abbracciamo forte ed aspettiamo tue notizie!!

Un sorriso
Ultima modifica: Da .

Re: Disastro 14/01/2016 17:48 #29

Ciaoo,
Per il fatto di trovare del tempo per me non è possibile, devo badare alle mie sorelle ogni giorno. Ho detto parecchie volte a mia madre che io ho troppo peso sulle spalle, già sa che odio tutta questa responsabilità, ma non fa niente per cambiare la situazione. Ho parlato con un solo adulto, mio padre e lui ha detto tante volte a mia madre di cambiare le cose perchè era stufo del fatto che io soffrissi, ma mia madre non da retta a nessuno. Questi ultimi giorni sono andati proprio di merda, mi scuso per la parola poco adatta ma è proprio così che è andata. Sto dormendo davvero poco la notte, non dormo più di due o tre la notte. In più l'altra giorno è venuto il compagno di mia madre a mangiare da noi, e hanno litigato tutto il pomeriggio, allora lui ha bevuto mezza bottiglia di vino ma questo io l'ho saputo quando ormai era tardi, ovviamente vi chiederete "tardi per cosa?". In pratica dopo cena mia madre lui e la mia sorellina più piccola sono andati un attimo a casa di lui. Dopo un'ora mia mamma mi chiama per dirmi che stavano andando al pronto soccorso perchè lui aveva sbattuto la testa ed era svenuto. Dopo un'altra ora mi ha chiamato e mi aveva detto che aveva bevuto e allora tutta incazzata le ho detto che era fuori di testa perchè aveva tento una bambina di 5 anni nella stessa stanza con uno ubriaco e violento. Lei mi ha detto che non era vero il fatto che era violento quando in realtà è così. Chiusa la chiamata con mia madre scoppio a piangere per la rabbia. Allora chiamo mio padre e incazzato nero ha detto che mie madre non è normale e cose del genere, mi ha detto di calmarmi e che avrebbe chiamato mia madre per fargli un bel discorsetto perchè non gli piaceva il fatto che io lo chiamassi a mezzanotte e mezzo piangendo per colpa di mia madre, poi mi ha richiamato e abbiamo parlato un po' del fatto di mia madre e del fatto che se non volesse cambiare mio padre mi avrebbe accettato a casa sua. Eh ora ho la certezza che se chiedessi a mio padre di andare a vivere con lui, accetterebbe volentieri. Con la scuola va bene, ho un po' di materie giù però so di riuscire a recuperarle.
Un abbraccio.

-Michelle-
Ultima modifica: Da .

Re: Disastro 19/01/2016 21:29 #30

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Carissima Michelle,
sono trascorsi un po' di giorni, scusaci per il ritardo.
Sono successe altre cose nel frattempo?
Potresti trasferirti da tuo padre allora. Ci stai pensando seriamente? Potrebbe essere una buona soluzione per riequilibrare pesi e responsabilità familiari.
cosa ne pensi?
Ti ammiriamo molto, sei una ragazza proprio in gamba!
Un abbraccio grande
Ultima modifica: Da .
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.