Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

ARGOMENTO: Qualcuno con cui parlare?

Re: Qualcuno con cui parlare? 18/10/2017 13:59 #106

Non l avevo mai pensato,ma dopo varie cose che non mi sento di raccontare lo dico:
Vorrei tanto morire.
Ultima modifica: Da .

Re: Qualcuno con cui parlare? 18/10/2017 23:22 #107

Se vuoi ci possiamo sentire privatamente, trovando un modo sicuro per scambiarci i contatti
Ultima modifica: Da .

Re: Qualcuno con cui parlare? 19/10/2017 09:11 #108

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao ragazzi
Informazione di servizio

Vi ricordiamo che per regolamento è assolutamente vietato uscire dall'anonimato pubblicare nomi veri, mail, indirizzi, telefoni eccetera. Se per caso qualcuno pubblica una informazione che lo rende riconoscibile, siamo tenuti a rimuovere immediatamente il post.

Se questa è una cosa che desiderate entrambi provate a scrivere alla nostra mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. chiedendo se è possibile scambiarvi i contatti in privato.

Ultima modifica: 19/10/2017 09:13 Da Volontario del Sorriso

Re: Qualcuno con cui parlare? 19/10/2017 09:34 #109

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Caro Waitme,

Santo cielo cosa sarà mai successo che ti ha buttato nello stato d'animo "vorrei tanto morire"?

Purtroppo capita di passare dei bruttissimi momenti in cui sembra di essere completamente soli, perdenti, di non poter fare assolutamente nulla per migliorare le cose, che resteranno così per sempre e così il pensiero della morte ci fa immaginare una possibile, estrema scappatoia a una vita che non abbiamo chiesto e che ci rende molto infelici.

Per fortuna solitamente questi sono solo brevi attimi di grande buio, che passano perché il mondo è un continuo divenire, non c'è nulla che resti fermo e quindi le situazioni cambiano in continuazione, influenzando anche i nostri stati d'animo e ridandoci un po' di luce, coraggio, speranza.

Inoltre si tende a sottovalutare il fatto che nessuno sa cosa c'è Oltre la soglia, chi pensa al suicidio si aspetta il nulla ma chissà cosa c'è? si fa presto a dire che l'inferno non esiste, ma nessuno può esserne veramente sicuro quindi nel dubbio...

Coraggio Waitme, prova a volgere la tua mente, la tua intenzione in un senso positivo.

Ti passiamo questo articolo che ci è piaciuto molto, del Dr William Tiller, della Stanford University:

Offre un punto di vista veramente originale, dice “Tutto cio’ a cui una persona pensa con un un intento specifico, ha un vasto potere sul regno fisico, spesso in modi che non vengono notati”.

Speriamo che ti possa interessare leggerlo ci farai sapere

terrarealtime.blogspot.it/2017/10/linten...teria-e-puo.html?m=1

Fatti coraggio di qualsiasi cosa ci vorrai parlare anche privatamente, sai che c'è la mail o il telefono.
Ultima modifica: 19/10/2017 09:36 Da Volontario del Sorriso

Re: Qualcuno con cui parlare? 05/01/2018 17:02 #110

"e se il suicidio non fosse altro che una porta d'emergenza dalla vita?"(Hermann Hesse) "Non c'è niente che abbia senso è da tanto che lo so.Perciò non vale la pena fare niente,lo vedo solo ora"(Janne Teller) Salve a tutti,sono nuovamente qui a farvi perdere tempo.Non mi muovo di casa dall'inizio delle vacanze di natale e come sempre vivo nella noia.Ho riscritto questo breve messaggio solo per far sapere che sono ancora qui dato che il mio ultimo post poteva essere ambiguo. Bene,ci si rivede tra qualche mese quando il "grigio" sarà ancora più intenso e sarò un passo più vicino ad un uscita di emergenza che ancora non riesco a vedere. Spero di essere abbastanza deprimente come al solito.
Ultima modifica: Da .

Re: Qualcuno con cui parlare? 06/01/2018 10:17 #111

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
ciao Waitme! che bello trovare il tuo messaggino dopo tanto tempo!

ma come mai insisti sul tema del suicidio?
siamo ai primi dell'anno e tradizionalmente questa è epoca di "buoni propositi" per l'anno che sta iniziando! ho letto un post su FB che mi è piaciuto molto, diceva che "il 2018 sarà l'anno più importante della nostra vita". Significa che è solo nel presente che possiamo agire e trasformare la nostra vita!

Vorremmo quindi provare a "girare la domanda", invece che interrogarsi sul senso del suicidio, perchè non proviamo a interrogarci sul senso della vita? Se siamo qua, quale sarà il motivo? Ci sarà un motivo per cui a ognuno è data una vita diversa? Perchè sembra che a ognuno vengano date proprio "quelle prove" che gli riescono più difficili e "meno naturali"? Ci possono essere delle teorie che - meglio della religione - ci aiutano a dare un senso, a trovare un motivo per alzarci alla mattina ed essere contenti già solo di essere vivi?

Il nostro contributo in questo senso è questo: immaginiamo, per ora solo come "ipotesi", che noi siamo venuti su questo pianeta volontariamente, cioè qualcosa di "eterno" dentro di noi (chiamiamolo Anima) ha deciso di "scendere" nel mondo 3D per fare un'esperienza, farla fino in fondo al fine di capire qualcosa e poi passare oltre. Supponiamo che ogni anima abbia a disposizione moltissime vite per imparare tutto quello che desidera imparare. Supponiamo quindi che ci sia una volontarietà dell'anima, quando incontriamo "problemi" e difficoltà.

Seguendo questa ipotesi, quale pensi potrebbe essere la "lezione" che sei venuto a imparare a costo di tanti sforzi e sofferenze?

Fermati un attimo dopo aver letto questa frase e "ascoltati", cosa senti, cosa ti frulla in corpo e nel cuore? Il cervello ascoltalo per ultimo ma alla fine senti anche lui. Che impressione hai ricevuto sul soffermarti sulla domanda? Se fossi venuto qua per imparare una lezione, che cosa sarebbe?

Noi siamo abbastanza sicuri che tu avrai immediatamente avuto dentro di te una risposta appena avrai letto la domanda. Una cosa. Magari un po' vaga, ma avrai un sentore, ti verrà in mente un ricordo, una situazione.... se non ti sorge (e per sorge intendiamo non solo "mentalmente" ma anche attraverso qualche "sensazione fisica"...) non importa, ci potrai ragionare sopra. La potrai scoprire "in sogno" o ti verrà in mente mentre starai facendo la doccia. Ma se ti soffermi abbastanza sulla domanda, la risposta ci sarà senzz'altro!
Non ti sembra questa una chiave interpretativa del senso della vita più produttiva e interessante su cui soffermarsi? Dicono che le energie spese per capire il senso della vita sono tra le meglio impiegate!

Noi non crediamo che gli esseri umani siano una semplice evoluzione della scimmia, nati in un universo meccanicistico, senza scopo e senza ragione. Noi pensiamo e ci piacerebbe "contagiarti" il pensiero che se noi siamo qua una ragione ci deve essere per forza, e la ricerca e la scoperta di questa ragione portano un incredibile senso di completezza nella vita di ognuno di noi.

Sperando di darti maggiori spunti di riflessione, ti linkiamo il primo di una serie di articoli dello scrittore e conferenziere Salvatore Brizzi, che approfondiscono, una a una, tutta una serie di tematiche di questo tipo

www.salvatorebrizzi.com/2017/11/evadere-...n-10-passi-1-la.html

Speriamo di risentirti fra non molto! Intanto tutto il nostro caldo abbraccio e massimo sostegno verso il tuo futuro
Ultima modifica: 06/01/2018 10:20 Da Volontario del Sorriso
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.