Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

ARGOMENTO: Vuoto

Vuoto 14/08/2017 12:31 #1

Buongiorno a tutti. La mia storia sarebbe davvero troppo lunga da raccontare quindi cerco di fare un riassunto breve. Sono stata un anno e poco più con un ragazzo ed è stato il primo di cui io mi sia davvero innamorata. Poi però per dei motivi abbiamo deciso di provare a stare un po' distanti per vedere cosa succedeva. Io mentre stavo con lui ho sempre vissuto con l'ansia di un'altra ragazza e lui mi faceva credere di essere paranoica e questo era anche un motivo per il quale litigavamo spesso. Dopo esserci lasciati abbiamo continuato a sentirci fino a quando non siamo tornati a vederci di nuovo ma senza tornare definitivamente insieme. In tutto ciò io ho scoperto che in realtà le paranoie che mi facevo erano reali e questa cosa mi ha sconvolto anche se non tanto perché diciamo che me l'aspettavo. Io gli sono sempre rimasta vicino anche perché lui ha dei problemi seri e per questo ho sempre dato il massimo per lui,tutta me stessa. Il problema è che non riesco più ad andare avanti così è troppo doloroso mi sento proprio vuota non mi alzo più serena la mattina. Sono confusa perché mi dimostra che vuole riprovarci ma non si decide a fare il passo. Sono passati cinque mesi e non capisco più quale sia il problema. Chiunque mi direbbe di lasciar perdere il fatto è che adesso io mi sento talmente tanto vuota e debole che non riesco a fare niente. È stato un trauma perché pensavo finalmente di aver trovato la persona per me,ci ho creduto,ho fatto cose che non avevo mai fatto prima e alla fine non si sa cosa è successo anzi non c'è neanche una fine ancora. Vorrei dare una svolta alla mia vita perché sono consapevole che la sto rovinando ma non so come fare. Ho paura di entrare in depressione e soprattutto di non uscirne più dato che sono passati mesi e non ho risolto niente.
Ultima modifica: Da .

Re: Vuoto 21/08/2017 19:16 #2

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Ariel e benvenuta al Sorriso,
ci dispiace che tu stia soffrendo per questa situazione,ci piacerebbe capire un po meglio quello che ti è successo.

Ci sembra che in questo momento siate ancora in una situazione di stallo, state continuando a vedervi ?
Hai provato a parlare sinceramente con lui per capire quali sono le sue intenzioni ?
Puoi spiegarci meglio cosa intendi quando scrivi "Io gli sono sempre rimasta vicino anche perché lui ha dei problemi seri" ?

Capita purtroppo che l'amore riesca a ferirci profondamente, e sappiamo che non è semplice farsene una ragione.
Tu hai dato tutta te stessa a questa persona, però le cose non sembra abbiano funzionato.
Forse è giunto il momento di lasciarlo andare, sarà senza dubbio doloroso ma crediamo che solo in questo modo riuscirai a liberarti del peso che stai portando.
Cosa ne pensi ?

Ti aspettiamo e ti mandiamo un sorriso
Ultima modifica: Da .

Re: Vuoto 23/08/2017 10:23 #3

Si stiamo ancora in una situazione che non si capisce ogni tanto ci vediamo. Soltanto che questa cosa prima o poi deve finire perché o stiamo insieme o no non so neanche come ho retto tutto questo tempo. Lui l'anno scorso ha perso il padre e questa cosa l'ha cambiato completamente. Ecco perché gli sono rimasta sempre vicino nonostante tutto però dopo un po' non si può usare il lutto come giustificazione bisogna reagire. Io sinceramente non so cosa pensare perché a lasciarci ci abbiamo provato,anche diverse volte ma non ci siamo riusciti alla fine, ed è sempre tornato lui io non facevo niente. Il punto è che non capisco cosa vuole da me..vuole essere 'libero' per ritrovare se stesso ma non vuole comunque perdermi. Perché non puoi fare a meno di vedermi,di sapere come sto e quello che faccio, di comportarti in un determinato modo quando mi vedi ma insieme ancora ci torniamo? Anche se ci parlo ricevo sempre le stesse risposte. Sembrerà il capriccio di una ragazza innamorata ma non so più che pesci prendere mi sono resa conto, e gli altri prima di me, che questa cosa mi sta annientando nel vero senso della parola.
Ultima modifica: Da .

Re: Vuoto 24/08/2017 18:06 #4

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Ariel, come stai oggi?

Ti rassicuriamo subito su una cosa: a noi il tuo non sembra affatto il capriccio di una ragazza innamorata. A parte che scientificamente quando si è innamorati scattano reazioni chimiche nel cervello che ci portano davvero in uno stato "alterato" in senso buono (e quindi reazioni un po' pazze sono giustificate dalla natura), pensiamo che ogni sofferenza vada accolta e gestita e, se proprio è ingigantita in modo innaturale, ridimensionata. Mai derisa o repressa.
Infine, il "mal d'amore" è, anche qui, scientificamente una delle esperienze più dolorose emotivamente. Il tutto sta a vedere se è un dolore sano, fisiologico, che va accolto con amore fino a che non passa, o un dolore che sfocia nella patologia del corpo e della psiche in maniera disfunzionale.
Tu come ti vedi rispetto alla tua sofferenza? Prova a distaccarti un attimo dall'emozionalità e descriverla senza giudicarla.

Probabilmente già questo piccolo sforzo ti porterà a sentire dentro di te le risposte che stai cercando.
Se abbiamo capito bene, non ci chiedi realmente un consiglio su cosa fare con quel ragazzo, quanto cosa fare per dare una svolta alla tua vita, evitando di finire negli ingranaggi di un meccanismo che ti sta distruggendo.

Hai scritto una cosa bella: non vuoi rovinare la tua vita. Complimenti, è proprio da questo che puoi partire. In linea di massima, hai due modi: o metti tutte le energie a cercare di non rovinarla o metti tutte le tue energie nel cercare di renderla bella e realizzarla pienamente. Cogli la differenza?

Cos'è per te vivere una vita bella e piena? Cosa ti dà soddisfazione? E quanto è importante l'amore in generale e vivere una relazione di coppia in particolare? E ultimo, cosa apprezzi di più di questo ragazzo e cosa meno? Pensi di esserti innamorata di lui per qualche suo aspetto o...non sai perché?
Pensiamo che le risposte a queste domande siano fondamentali per trovare la strada giusta per realizzare la tua vita e vivere una relazione profonda e appagante con un ragazzo, con un uomo più avanti.

Da ciò che scrivi ci pare che:
1.la cosa che più ti destabilizza è l'incertezza. E' abbastanza normale, per vivere serenamente abbiamo bisogno di certezze, soprattutto affettive. E' anche vero che se in una relazione si dà l'altro per scontato, spesso si finisce con ridurla ad abitudine e chi non si rassegna alla routine potrebbe volersene andare. Un po' di sano batticuore ci pone nella situazione di dare il meglio di noi, senza però dare "tutti noi stessi" in modo incondizionato né tanto meno succube. Imparare a reggere un pizzico d'ansia ci rende più forti ed emotivamente stabili.
Non ti stiamo rimproverando, sia chiaro, solo proviamo a darti qualche spunto affinché tu possa vivere con amore e dedizione il rapporto con un ragazzo senza però annullarti per questo, accettando mancanze di rispetto o perdendo di vista il tuo mondo: desideri, gusti, capacità, aspirazioni. L'empatia è una bellissima cosa, ma funziona meglio proprio quando sappiamo stare accanto all'altro condividendo il suo peso, facendo anche sacrifici eroici, se serve, ma sempre con libertà e consapevolezza, pienamente padroni della nostra volontà e non per timore di perdere l'altro o perché se l'altro soffre siamo noi a non reggere.

2. non riesci a interpretare i suoi sentimenti e comportamenti. Hai scritto che hai già provato a parlargli direttamente, ma ottieni sempre le stesse risposte. Come interpreti ciò? Lo trovi coerente o più che altro confuso? Pensi che lui sia indeciso sul da farsi o che non vuole tornare da te, ma non vuole perdere comunque i contatti con te?
Tu ci tieni a tornare insieme a lui? Ne conosci i motivi? Cosa ti aspetteresti da lui se ti chiedesse di riprovarci?
Il fatto che voglia essere libero di ritrovare se stesso non vuol dire necessariamente che voglia fare altre esperienze o che non provi più sentimenti seri per te. Sicuramente però c'è qualcosa che lo frena e dunque, se ti ama, c'è un ostacolo al libero fluire di questo amore. Riesci a pensare a una possibile causa? Scrivi che il lutto non può essere usato come giustificazione. Ma quando lo vedi lui come ti sembra? Sofferente, apatico, indurito? O il lutto ti sembra realmente una scusa? Hai mai provato a immedesimarti nella sua situazione e a chiedergli direttamente come sta vivendo la mancanza di suo papà?
Se scoprissi che il coinvolgimento sentimentale è finito, ma è rimasto l'affetto e tiene comunque a te come ti sentiresti?
Secondo te sono più capaci le donne o gli uomini a dare un taglio netto alle storie quando sanno che si sono completamente esaurite? Chi dei due è più capace di stare solo e chi invece tende a mantenere i rapporti con gli ex perché non sa gestire di essere solo e gli manca tutto ciò che riceveva dall'altro anche se non è in grado di ricambiare?

Cara Ariel, tante domande per esserti davvero vicini dandoti tutti quegli spunti che pensiamo ti aiutino ad avvicinarti a ciò che desideri realmente.
Se vuoi ci puoi rispondere, con calma, quando te la senti, oppure puoi confrontarti con qualche amica/o o parente di cui ti fidi e hai stima, cosa ne dici?

Ti aspettiamo e ti abbracciamo forte nel frattempo!
Ultima modifica: Da .

Re: Vuoto 24/08/2017 19:09 #5

Ciao abbastanza bene!
Io se mi distacco dalla mia sofferenza mi vedo male..come se mi fossi talmente tanto concentrata su di lui da perdere di vista me. Ho tanti pensieri in testa e anche io sono confusa a dire La verità perché da una parte penso a tutto quello che mi ha fatto e dico ma perché ci sto ancora perdendo tempo? Però dall'altra se immagino i miei giorni senza sapere più niente di lui o senza parlarci mi manca un po' il respiro.
Per me vivere una vita piena significa coltivare sogni,passioni e anche avere una relazione stabile che dia felicità perlomeno per me perché io credo molto in queste cose. Di lui mi piace il suo carattere sempre allegro soltanto che ha degli aspetti negativi che non sopporto e non riesco ancora a capire se sono legati alla questione del padre o è proprio lui così. Mi piace particolarmente come mi fa sentire quando siamo insieme.
L'incertezza e l'indecisione mi destabilizzano tantissimo anche perché sono quasi sei mesi che siamo in questa situazione..ci ho fatto l'abitudine ma
Non vuol dire che mi vada bene. Cioè non riesco a capire diceva di amarmi non capisco cosa lo frena dato che quello che ha fatto i torti nei miei confronti è stato lui quindi dovrebbe cogliere al volo la possibilità di riprovarci e non adagiarsi sugli allori. Però un po' riconosco che è anche colpa mia..lui secondo me mi da per scontata pensa che qualunque cosa fa tanto io ci sono.
Io se sono ancora qui vuol dire che nonostante tutto una seconda possibilità potevo darla e se lui mi dicesse 'si riproviamoci' direi anche di sì ma solo con l'intenzione di creare qualcosa di serio altrimenti niente. Non ci devono essere bugie,sotterfugi o roba simile non potrei più accettarlo. Lui dice che l'ostacolo sono anche io perché a volte sono pressante e ho dei comportamenti che a lui non piacciono;magari è vero che a volte esagero un po' ma io non ero così e lui non lo capisce..è brutto da dire ma purtroppo mi comporto così per causa sua. Perché sono stata delusa tante volte e la fiducia è andata via,non completamente ma una gran parte è andata via. Non capisce che gli sarebbe bastato fare una piccola semplice cosa e io non mi sarei più fatta mezza paranoia. Ma non so più come farglielo capire.
Per quanto riguarda il padre lui è un tipo che tiene dentro infatti esternamente sembra quasi non sia successo niente. Però lo so che dentro ci sta male e ne soffre tanto e dovrebbe imparare a tirare fuori perché un dolore del genere ti rimane per sempre ma se lo seppellisci non lo superi mai.
Se scoprissi che il coinvolgimento sentimentale è finito ci rimarrei malissimo perché fino a due giorni fa è stato fuori casa mia e si è comportato come se fosse il mio ragazzo, ciò significa che mi avrebbe presa in giro.
Rispondo subito perché ormai quello che penso e tutte queste cose che ho scritto fino ad ora le so a memoria non ho dovuto neanche pensarci prima di scrivere. Comunque stasera ci vediamo per parlare perché dice che deve dirmi delle cose. Sinceramente sono abbastanza preoccupata perché ho un brutto presentimento ma ho intenzione di dirgli che una decisione bisogna prenderla.. io credo che uno può avere tutti i problemi del mondo ma se è innamorato non si lascia scappare l'altra persona. Soprattutto lui che ha tante difficoltà, io potrei solo aiutarlo. Mi rendo conto che molte cose le ho capite da sola ma comunque la confusione mi rimane
Ultima modifica: Da .

Re: Vuoto 25/08/2017 09:30 #6

Come non detto. Ci siamo visti abbiamo parlato ma credo proprio che stavolta abbiamo chiuso davvero. Lui si è arrabbiato per delle cose che avrei detto che a mio parere non sono cose assurde anzi, sono anche vere. Mi ha detto cose orribili che sono stata falsa e subdola quando io volevo solo proteggere me stessa e la nostra relazione. Invece di difendere me con gli altri, la colpa è sempre mia io sono sempre la cattiva di turno che poi però paga il prezzo per tutti. La cosa peggiore è che io potevo essere pronta a perdonare la cosa più brutta del mondo mentre lui per una cosa così stupida a quanto pare getta tutto come se nulla fosse. Ho saputo cose pazzesche che non mi sarei aspettata sono sconvolta. Questa è la cosa più brutta che mi potesse mai capitare sono distrutta mai stata così. Non so se mi riprenderò ho paura
Ultima modifica: Da .

Re: Vuoto 07/09/2017 19:59 #7

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara Ariel

Abbiamo vissuto con te la tua difficoltà e indecisione a separarti da questo ragazzo.. e ora siamo arrivati, apparentemente, a una fine.
Queste situazioni sono sempre un po' strane. Si va avanti dubbiosi e incerti finché, a un certo punto, qualcosa di esterno prende una decisione per noi, e ci ritroviamo in bocca l'amara sensazione di non aver saputo scegliere per noi stessi e lo strano pensiero di essere stati catapultati in qualcosa che non volevamo. Sicura che non lo volevi? Si capiva che eri/sei molto legata a lui.. però hai vissuto nel dubbio di lasciarlo o meno, no? Non pensi che questa tua fatica sia legata al fatto che non sei stata tu a scegliere? Non era una situazione facile, stavi male, eri stanca e distrutta.. cosa rimpiangi?

È davvero triste che la colpa sia stata imputata tutta solo a te. E non è per nulla maturo, da parte sua.
Parli di paura. Cosa ti spaventa? Cosa hai saputo?

A presto Ariel
Ti siamo vicini e ti mandiamo un abbraccio
A presto
Ultima modifica: Da .

Re: Vuoto 10/09/2017 11:16 #8

Ciao!! Nel messaggio precedente avevo scritto che questa volta era chiuso davvero,o perlomeno sembrava così. In realtà poi alla fine con mia sorpresa si e riavvicinato e anche se dice di essere ancora un po' arrabbiato comunque continua ad esserci un rapporto. Ho provato mi sembra un paio di volte a riaprire il discorso e a fargli capire che volevo sapere cosa volesse fare, ma non ho 'risolto'niente. L'unica cosa che mi ha fatto capire è che vuole far passare questa rabbia e che ha paura che poi io possa rifare quello che a lui non è andato bene..sinceramente io non sono una persona che pensa male ma mi stanno iniziando a sapere di scuse. Anche io ho paura che lui possa rifarmi tutto quello che mi ha fatto in passato e infatti nessuno mi dice che non lo rifarà, però per vedere come va uno deve provarci altrimenti come fai? È normale che avrai sempre paura. Io ho sempre la mia paura di base che magari c'entri qeuest'altra ragazza ecco perché non si decide..oramai non so più cosa fare è come se ogni cosa mi sembrasse inutile.
Ultima modifica: Da .

Re: Vuoto 11/09/2017 18:17 #9

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
cara Ariel

nei tuoi messaggi ci hai raccontato il tuo sentire e le tue riflessioni in merito a questa storia che va un po si e un po no; che finisce e che ricomincia,
senza che tu possa, per le tante ragioni che ci hai raccontato, essere serena e felice.

Mi ricorda la frase che dice che
"senza di lui è impossibile, con lui è difficile"

sembra che in questa relazione ci siano tante paure.
quali sono i momenti in cui state bene?
Quali sono i punti fermi, le cose su cui tu e lui potete contare?

ti aspettiamo
Ultima modifica: Da .

Re: Vuoto 11/09/2017 22:48 #10

Quando stiamo insieme stiamo benissimo non è una cosa che dico perché sto bene io ma perché lo vedo come sta lui. C'è intesa, stiamo bene ci divertiamo e ridiamo sempre, c'è grande complicità. Ecco perché non capisco dove sta il freno che non permette di viverci la relazione a pieno. Anche se lui mi da dei motivi a me non sembrano molto validi. Non so adesso se aspettare un po' e vedere come si comporta e cosa mi dice o rifargli subito il solito discorso. Stavo pensando di aspettare sia per vedere cosa fa lui sia per non dargli l'impressione di una che 'pressa' come spesso mi ha detto. Ovviamente non aspetterò mesi vedo questa settimana cosa succede. Non so vorrei un consiglio in merito a questa 'nuova' situazione ..penso si sia capito che io sono nella confusione più totale
Ultima modifica: Da .

Re: Vuoto 19/09/2017 08:55 #11

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Ariel

Non pensi che una persona confusa sia legittimata a fare delle domande e a chiedere delle risposte?
Il "gioco" che vuoi fare in questa situazione dipende da te. Da una parte dai più peso alle tue scelte e a te stessa in quanto essere pensante e con dei desideri, dall'altra ti affidi a qualcun altro e lasci che sia lui a scegliere per la coppia.

Facci sapere!
Un sorriso
Ultima modifica: Da .

Re: Vuoto 24/09/2017 02:41 #12

Si effettivamente è così..le cose adesso vanno sicuramente meglio c'è molta più tranquillità. Si fanno piccoli passi avanti ma il passo più grande mi sembra non arrivi mai. Non è che non sono paziente ho solo paura che in realtà questo passo non arrivi e mi stia illudendo. Ora non so se aspettare ancora un po' per fare andare avanti le cose da sole oppure fare questo discorso, in maniera più ampia ovviamente.
Ultima modifica: Da .

Re: Vuoto 25/09/2017 18:54 #13

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Ariel,
siamo contenti di sentire che le cose vadano meglio.
Puoi spiegarci esattamente cosa intendi per 'il grande passo' ?
Leggiamo in te ancora tanta incertezza, non credi che sia davvero giunto il momento di chiarire con lui i tuoi dubbi ?
Crediamo che solo un rapporto chiaro e consapevole possa essere la base di una relazione piena e soddisfacente. Cosa ne pensi ?
A presto e un sorriso per te
Ultima modifica: Da .

Re: Vuoto 27/09/2017 01:05 #14

Per grande passo intendo il fatto di stare insieme in modo vero e proprio. Ma io questo discorso glie l'ho già fatto varie volte e sto aspettando per rifarlo perché siccome sto vedendo dei miglioramenti non voglio risultare pressante. Però mi rendo anche conto che non potrò 'reggere' ancora chissà quanto tempo. Io vorrei tanto che non ci fosse bisogno del mio discorso di e che le cose si aggiustino da sole, ma se dovessi riaprirlo sarà sicuramente l'ultima volta che glie ne parlerò.
Ultima modifica: Da .

Re: Vuoto 02/10/2017 18:55 #15

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Ariel,
ti facciamo un'altra domanda: che cosa intendi per stare insieme in modo vero e proprio ?
Che cosa vorresti esattamente ?

Crediamo che un rapporto importante si costruisca giorno dopo giorno tenendosi per mano e cercando di crescere insieme.
Crediamo che il modo migliore per spiegare all'altro quello che davvero vogliamo sia semplicemente parlarne.
Perchè temi di diventare pressante facendolo ?

Ti aspettiamo e ti mandiamo un abbraccio
Ultima modifica: Da .
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.