Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

ARGOMENTO: Ciao a tutti

Re: Ciao a tutti 17/06/2016 10:54 #136

Il libro parla di una ragazza che per una serie di eventi finisce nel circolo di alcool e droghe e quando finalmente ne esce deve nascondersi da spacciatori ed FBI in un paesello del Cile,protetta da Manuel che è il mio personaggio preferito perché anche quando risorgono suoi vecchi fantasmi del golpe militare, trova il modo di convivere con i traumi. Della storia mi Ha colpito come Maya e Manuel, che sono due persone completamente diverse diverse, riescono a stare insieme e volersi bene. Maya trova la pace in un posto senza internet, spesso senza luce elettrica, dove la tecnologia è ancora bella lontana, sposando la natura e le usanze del posto.


Il bimbo lo chiameremo Elia..non so se c'è un motivo particolare nella mia scelta, li per li ci è sembrato un bel nome, corto e di impatto. Ogni giorno che passa però questo nome diventa sempre più speciale.
Tra tutte le scelte che ho fatto, questa potrebbe davvero rivelarsi l'unica giusta e sensata. Mi sono resa conto di avere un grande potere nelle mie mani.
Poter crescere qualcuno con i valori puri che io ho imparato da sola..formare qualcuno a voler bene al prossimo andando oltre le differenze etniche, sessuali, religiose ecc.
Insegnargli ad essere gentile e coraggioso, cosa che io mi ripeto come un mantra ogni mattina quando mi alzo "sii gentile e coraggiosa", insegnargli ad andare oltre le apparenze di una persona, cercare di capire che molto spesso dietro gli atteggiamenti di qualcuno ci sono storie che noi non sappiamo comprendere. Gli insegnerò che per chiedere aiuto ci vuole molto coraggio e non è una debolezza come credevo io.
Mi sono trovata spesso a fantasticare di crescere una persona che sarà in grado di rendere davvero il mondo un posto migliore, cosa che io non sono stata in grado di fare.
Mi piace sapermi diverso,
Piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi
Ultima modifica: Da .

Re: Ciao a tutti 17/06/2016 19:38 #137

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara Deathrow,

non è vero che non sei in grado di farlo. Certo, cambiare il mondo con un solo colpo di bacchetta è impossibile, ma si parte sempre dalle cose piccole e tu, con la forza e la bellezza che traspaiono dalle tue parole, un po' il mondo inizi a cambiarlo!

Da dove arriva tutta questa forza? Come trascorri il tempo oltre a leggere tanto? E la nascita, quando è prevista?

Un abbraccio, ti aspettiamo!
Ultima modifica: Da .

Re: Ciao a tutti 31/07/2016 09:37 #138

Ciao sorrisi,
È un po'che non vi scrivo, credevo di aver trovato un po'di stabilità e invece...
Si avvicina la nascita di Elia (il nome che ho deciso di dare al mio bimbo) e ho la sensazione costante di non essere niente di speciale. Ho bruciato lr tappe della mia vita e adesso mi ritrovo in un vicolo buio che può andare solo in una direzione: essere mamma.
Mi spiego meglio. Questi maledetti social mi danno la possibilità di entrare nella vita degli altri, per quanto superficialmente, e mi sembra sempre meglio della mia. Si lo so che la visione della vita che ci danno i social non è mai al 100% veritiera, ma un minimo di verità c'è no? Come le foto dei viaggi e delle feste e degli amici...
Io passo la giornata in casa da sola aspettando di avere le energie di fare qualcosa e quel qualcosa è quasi sempre pulire o far da mangiare..non voglio questo per me.
Avevo in mente ben altre cose.
Insomma, mi sento in trappola e sprecata
Mi piace sapermi diverso,
Piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi
Ultima modifica: Da .

Re: Ciao a tutti 04/08/2016 18:10 #139

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Deathrow,

intanto complimenti per la scelta del nome del bimbo. Anche noi non sappiamo bene perché, ma ci pare proprio un bel nome! Il suono, la dolcezza della L, o forse perché è un profeta, una che "vede" e ti auguriamo che grazie al sostegno e incoraggiamento e insegnamenti che riceverà da voi genitori sarà un individuo saldo e lungimirante!

Essere lungimiranti però non significa continuare a proiettare ombre e ansie sul futuro, ma saper cogliere ciò che l'intuito, il nostro sé ci dice su noi stessi e i segnali che vengono dal resto del mondo per capire i nostri tempi e la loro probabile evoluzione.

Tu quali segnali capti in te stessa e attorno a te? Nel luogo dove vivi, nelle persone attorno?

Hai fatto una scelta coraggiosa, responsabile e, permettici, nobile, quella di far crescere dentro di te un bimbo anche se non ne eri troppo convinta e ti spaventa, aprendo la tua vita e il tuo cuore a tutte le possibilità di una vita nuova. Inoltre hai modificato tu il rapporto con l'ambiente senza lamentarti più di tanto e infatti qualcosa è cambiato e ti ci sei adattata meglio. Per ora questo è molto, soprattutto con un bimbo in arrivo che assorbirà non poche energie. Man mano che con lui troverai il ritmo, riuscirai di nuovo a ritrovare anche il tuo tempo e il tuo ritmo e a ricentrarti su di te per occuparti del tuo desiderio più profondo.

Abbiamo letto bene tutti i tuoi post e non ci siamo dimenticati dei tuoi dubbi, del desiderio/bisogno di capire chi sei e cosa vuoi davvero essere e fare, del timore di finire per non fare la scelta giusta, succube di piani altrui, un po' divisa tra la ricerca di una sorta di "vocazione" o identità tua personale e il sentirti inerte, senza significato, pigra e bloccata nella mancanza di una direzione e nell'immobilità. E' una condizione meno rara di quel che potresti immaginare, non tutti hanno chiara la strada da intraprendere, la missione da compiere o una passione da seguire. Ma ciò che fa vivere con più passione è forse l'amore per la vita prima ancora che il suo senso e la sua direzione. E' molto probabile che una creatura da accudire e aiutare a crescere ti insegnino proprio questo: ad amare la vita per la vita! E, forse, sarà proprio nel darti a un'altro essere totalmente, per una cosa che non hai cercato coscientemente, ma è venuta da sé, ti potrai improvvisamente ritrovare, con i tuoi desideri, le tue passioni, le tue capacità e prenderai le decisioni giuste per te.

Ci racconterai, vero? Sai cosa sarebbe bello? Che potessi raccontarci tutto ciò che stai vivendo e vivrai con Elia attraverso i tuoi disegni.

Aspettiamo i tuoi racconti, in qualunque forma!

Tanti abbracci augurali per la tua gravidanza e la tua vita e tanti Sorrisi!
Ultima modifica: Da .

Re: Ciao a tutti 24/08/2016 22:26 #140

Continuo ad avere paura di non voler bene a mio figlio.
La gente mi guarda e mi ripete "oh vedrai sarà una cosa bellissima,la cosa più bella che puoi fare" e io mi sento una merda perché riesco a pensare solo che mi farà male, che non mi farà dormire, che mi farà spendere tanti soldi e tanto tempo.
La scadenza si avvicina sempre di piu e non riesco ad immaginare quell'esplosione di amore di cui tutti parlano alla prima vista della tua creatura...
Sto maledicendo il mio bambino per il olore che sarò costretta a provare e mi sento davvero male per questo.
Mi piace sapermi diverso,
Piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi
Ultima modifica: Da .

Re: Ciao a tutti 25/08/2016 21:32 #141

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Carissima,

Quello che senti è molto umano... avere paura di non amare il proprio figlio, avere paura del dolore fisico che proveremo, il tempo che dovremo dedicare e che ci sembra un sacrificio grande.

Sta parlando la paura non la tua essenza profonda che ha deciso di portare avanti la gravidanza.

Dobbiamo perdonarci per la nostra fragilità umana... stai compiendo il miracolo della vita, dici poco? nessuna donna l'ha affrontato senza paura, perchè anche questa fa parte di questo momento, di questo passaggio della vita.

Non stai maledicendo tuo figlio, non accusarti ingiustamente.

Piuttosto cerca di stare nel qui e ora, ora nel corpo cosa senti? questo dolore ancora non c'è. Molte donne raccontano del parto non menzionano neanche il dolore, come se se lo fossero in qualche modo dimenticato, come se non fosse stata la cosa più importante.

Hai parlato con il tuo ginecologo di queste paure? Gli specialisti possono anche aiutarti dandoti dei consigli giusti... Le tue paure sono assolutamente condivise da tante donne...

Quando dovrebbe essere il termine?

Ti abbracciamo forte forte
Ultima modifica: Da .

Re: Ciao a tutti 29/08/2016 17:12 #142

Elia è nato questa mattina alle 8. Il parto è stato doloroso ma velocissimo, ho partorito in un ora dopo aver fatto il travaglio a casa tutta la notte.
Inutile dirlo, un esplosione d'amore
Mi piace sapermi diverso,
Piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi
Ultima modifica: Da .

Re: Ciao a tutti 30/08/2016 19:59 #143

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Congratulazioni tesoro, congratulazioni da tutti noi
Siamo felici per te e per la tua esplosione d amore.
Quando vorrai ci racconterai come ti senti... Ora hai ben altro a cui pensare
Benvenuto Elia esplosione d amore, di gioia...e di vita

Un abbraccio immenso con tanto affetto
Ultima modifica: Da .

Re: Ciao a tutti 06/09/2016 13:22 #144

Ciao sorrisi.
Dopo il parto ho passato la giornata in una sorta di estasi per la fine della gravidanza (che non ho vissuto tanto bene) e il dolore passato così velocemente, avendo l'impressione di aver sistemato ogni cosa sbagliata nella mia vita.
Adesso sono sempre estasiata, ma ho amche tanta paura per quando il mio compagno comincerà a lavorare e io sarò da sola...
Elia...lo amo da impazzire. Lo guardo non riesco a capacitarmi di come qualcosa di così perfetto possa essere uscito da me. È meraviglioso, ogni suo minuscolo centimetro è bellissimo e perfetto.
Però, però, sento che sto sviluppando una specie di attaccamento morboso nei suoi confronti...ho più bisogno io di quanto lui ne abbia di me, è qualcosa di più grande di me chd non so come controllare. Ho sempre il timore che possa capitargli qualcosa, lo voglio sempre vicino, cerco il suo contatto, passo ore a guardarlo e a meravigliarmi..ma ho paura di "viziarlo" tenendomelo sempre così vicino. Soprattutto la notte ho paura della sids. Paura è riduttivo, in realtà ho il terrore. Non riesco ad immaginare cosa più brutta che svegliarmi la notte e vedere che non respira più. Quando ci penso mi sento come se il pericolo fosse imminente, per questo cerco di non pensarci...ma non riesco sempre ad allontanare il pensiero.
A parte tutto questo è un bimbo bravissimo e gli voglio un bene immenso
Mi piace sapermi diverso,
Piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi
Ultima modifica: Da .

Re: Ciao a tutti 09/09/2016 19:57 #145

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Carissima,

leggere i tuoi post è una gioia. Siamo felici per te
quello che senti è normalissimo, si chiama istinto materno... non è un modo di dire, è veramente una condizione che vive la donna quando ha appena partorito, perchè deve proteggere il proprio bambino, come se fosse lei ad avere bisogno di lui....la natura è perfetta proprio come Elia...

E pensare a questa armonia di fondo che governa tutte le cose ci rende tutti partecipi e coinvolti nel bene altrui, perchè anche noi ne beneficiamo.

Ti ringraziamo per questo grande dono.

Tutte le paure si dissolveranno grazie all'amore che provi per il tuo bambino

Un bacione con tanto affetto
Ultima modifica: Da .

Re: Ciao a tutti 03/10/2016 21:24 #146

Odio la suocera. Davvero non riesco a sopportarla. Può sembrare esagerato, ma quando la vedo sento proprio l'odio montare, dire che mi da fastidio sarebbe riduttivo.

Non se lo meriterebbe nemmeno perché fa del suo meglio aiutarci, eppure non la sopporto.
È invadente,cerca sempre di dirmi cosa devo fare(per qualsiasi cosa), è egocentrica, piagnucolosa, logorrica, noiosa, goffa.
Vorrei impedirle di stare con Elia ma ovviamente non posso e sarebbe anche sbagliato. Sopporto a denti stretti quando lei gli parla in dialetto, nonostante sappia benissimo che NON MI PIACE e NON LO CAPISCO. dice che DEVO impararlo,ma perché?? Chi diavolo sei per dirmi che DEVO imparare il tuo maledetto dialetto.
Ma oltre tutto questo, la cosa che per md è davvero intollerabile, è che tiene il mio ragazzo per le palle. È come se fossero ancora attaccati dal cordone ombelicale. Lui fa tutto quello che lei gli dice, va dove lei gli dice di andare. E ovviamente lui nega questo rapporto morboso. Non è mai a casa con me e Elia per stare da sua madre.. e io non voglio passare troppo tempo in casa loro, in primis perché ci sono già stata per mesi prima di trovare l'appartamento, e ora che abbiamo la nostra casa mi sembra giusto viverla. Poi perché casa sua è sporca, piena di peli e caotica e puzza di cani.
Permette ai cani di leccare Elia, non mi darebbe fastidio perché i cani mi piacciono e ci sono affezionata, se non fosse che più di una volta l'ho sentita lamentarsi del fatto che mangiano le merde per strada. Porca troia, ha appena un mese mio figlio, arrivaci che non è proprio il caso di farlo leccare da due cani.

Scusatemi lo sfogo e le parole, ma davvero sta diventando una situazione logorante. Viviamo troppo vicine ed è sempre intorno. Una volta le ho detto che siccome era passato poco tempo dal parto ogni tanto avevo bisogno di stare sola con Elia e riposarmi. L'ho detto gentilmente e lei si è messa a piangere dicendo che mi fa comodo solo perché quando siamo in difficoltà ci mette i soldi.
Io cerco di essere sempre gentile ed educata perché nonostante il suo atteggiamento è vero che tante volte ci ha dato dei soldi e un aiuto sostanziale, ma quando fa queste scene di vittimismo mi scappa davvero la pazienza.
Mi piace sapermi diverso,
Piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi
Ultima modifica: Da .

Re: Ciao a tutti 04/10/2016 16:30 #147

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Deathrow,
molte volte le suocere sono invadenti, vuoi perché "trattengono" il figlio, vuoi perché devono intromettersi, sicuramente, senza cattiveria, ma perché in certe persone c'è questo desiderio molto umano di sentirsi indispensabili.
Ora tu stessa riconosci che vi ha aiutato in tanti modi, e che voi avete bisogno di lei.
Allora stringi i denti e dille sempre in modo gentile, ma fermo, che sei contenta di lasciargli il bambino, ma che non vuoi che il bambino venga leccato dal cane.
I motivi possono essere tanti, eccone qualcuno: perché piccolo, perché potrebbe avere delle scarse difese immunitarie, oppure perché il pediatra ti ha detto che i bambini possono star vicino ai cani quando sono cresciuti un pò.

Non permettere che questa invadenza disturbi il rapporto che hai con il tuo compagno, ma comprendilo, perché lui si trova tra due donne importanti per la sua vita. Ogni tanto ricorda a lui dolcemente, che tu sei la compagna e la mamma del vostro bambino.
Per la suocera sempre con calma, ma chiaramente cerca di farle capire che in un certo momento della giornata vuoi stare sola con tuo figlio. Desiderio legittimo.
Mentre per il dialetto noi vorremmo dirti, lascia perdere, non farlo diventare importante, non lo è. Sai che oggi, come oggi è importante anche sentire parlare in dialetto, per la conoscenza delle nostre radici.

Facci sapere e se hai bisogno di sfogarti fallo con noi!
Ultima modifica: Da .

Re: Ciao a tutti 04/04/2017 21:44 #148

Ciao sorrisi
Ogni tanto sento di nuovo il bisogno di parlare con voi splendide persone.
Va tutto bene, è la prima volta che mi sento di dirlo e pensarlo davvero.. va tutto bene. Amo la mia famiglia, la gioia che provo guardando mio figlio è indescrivibile. Sta crescendo meravigliosamente e io mi sento una madre abbastanza abile. Non perfetta, ma riconosco il mio buon lavoro.
MA c'è una cosa.
Sono mesi e mesi che penso alla guerra in Siria. Alle stragi in Aleppo. A tutti quei morti.
Il web è invaso dalle immagini di quello che sta succedendo ma io non voglio smettere di guardarle. Non è giusto ignorate una guerra che un futuro non troppo lontano potrebbe riguardare anche noi..
Perciò queste immagini mi tormentano. Quei bambini riverso sul pavimento, gli occhi spenti. I corpicini abbandonati inermi..
C'è un immagine in particolare che mi assilla. Il corpo di un bimbo di 3 anni tra le macerie della sua cameretta, nella manina un giochino molto simile a uno che ha anche mio figlio. Non riesco a non pensare che il mio bellissimo bimbo potrebbe essere al posto di quei bambini ad Aleppo.
E quei genitori che non hanno a che fare solo con il dolore straziante della perdita di un figlio, ma hanno perso la casa, tutti i loro averi, tutto.
E se capitasse anche a noi?
Perché la gente li ignora?
Io piango quando ci penso e quando ne ho parlato con le persone vicine a me mi hanno preso per pazza. Non pretendo che loro vivano la mia angoscia, sono contenta che non si sentano schiacciati da questa tragedia, ma io si.
Io non posso fare a meno di pensarci e di stare male.
Vorrei che mio figlio crescesse in un mondo utopico dov'è queste cose non esistono. Dove non esiste guerra, pestilenza, fame,cattiveria,corruzione e tutte quelle cose che ogni giorno mi avvelenano.
Semplicemente non pensarci con me non funziona. Non posso smettere di pensarci
Mi piace sapermi diverso,
Piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi
Ultima modifica: Da .

Re: Ciao a tutti 05/04/2017 17:14 #149

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Deathrow

siamo felici che il tuo bambino meraviglioso ti riempia la vita, che la gioia sia di casa nella tua famiglia!

Le continue stragi in Siria non lasciano nessuno indifferente, ma tu sembri identificarti un po' troppo con una situazione completamente fuori dal tuo controllo, il che può avere un riverbero negativo per la tua serenità e di riflesso per il tuo bambino e il tuo compagno.

A cosa serve il tuo enorme dolore e la tua enorme preoccupazione? A nulla purtroppo, se non a far vivere male TE.

Essendo tu una donna adulta, sai che l'azione per cambiare la situazione ad Aleppo è di tipo politico, ad esempio col tuo voto, la prossima volta potrai votare qualcuno che vuole fare pressioni per smettere il conflitto internazionale, oppure puoi fare petizioni e sensibilizzare le persone intorno a te.

Ma deprimerti e angosciarti non aiuta nessuno e fa soffrire te, del tutto inutilmente.
Oltretutto non è che Aleppo sia l'unico punto nel mondo dove succedono cose orribili.

Per mettere le cose in prospettiva, di notizie tragiche che riguardano "solo" i bambini ce ne sono altre: ad esempio che ogni giorno 26 mila bambini (18 al minuto) muoiono di fame e che altri 16 mila bambini sotto i 5 anni (11 bambini al minuto) muoiono a causa del mancato accesso alle medicine e a un’alimentazione adeguata (secondo il rapporto Unicef 2015)!

I media - che ci danno tempestivamente i terribili aggiornamenti sulle tragiche notizie in Siria - non ci ricordano MAI le circa 40 Guerre attualmente in corso nel mondo (forse perchè è sempre più difficile stabilire i confini tra guerra, rivolta, terrorismo, attacco e difesa ma quello che è certo è in oltre trenta Paesi del mondo si combatte e si muore in conflitti armati che coinvolgono, tra alleanze e supporti indiretti, un totale di una cinquantina di Stati.)

Il mondo in cui viviamo non avviene per caso, ma per le decisioni di uomini di potere che qualcuno ha votato e insediato nei posti dove ora può fare questi terribili danni.

In questo contesto cosa allora possiamo fare noi?
Noi crediamo che più che affliggersi nell'anima per qualcuno che non si può materialmente aiutare, sarebbe invece meglio prodigarsi per qualcuno più vicino di nostra conoscenza che possa avere bisogno di una mano d'aiuto.

'Aiuta il tuo prossimo', è stato detto. Se possiamo, diamo quindi una mano a chi sta intorno a noi ed è nelle nostre possibilità aiutare. Questo sicuramente aiuterà anche a non soffrire troppo per tutto quello che, essendo infinitamente più grande, non dipende da noi.

Con un sorriso speciale!
Ultima modifica: Da .

Re: Ciao a tutti 05/04/2017 18:45 #150

In realtà la Siria è solo la punta dell'iceberg.
Io cerco di tenermi informata su tutto, di non guardare solo nel mio orto, e quello che vedo è terrificante.
Devo far crescere mio figlio in questo mondo perché un altro non ci è dato, è presto o tardi verrà a conoscenza anche lui della Siria, Egitto, Libia, Nigeria, Somalia, Sudan, Cecenia, Iraq, Corea del Nord, Messico e Colombia alle prese col narcotraffico, mafia, corruzione, ignoranza, ricatti, violenze, schiavismo, traffico di organi, mala sanità.
Potrei andare avanti ancora a lungo. La verità è che far nascere qualcuno oggi, ora in questa realtà, è un dono e un delitto allo stesso tempo.
È vero che invece di angosciarmi e crogiolarmi potrei attivarmi e fare qualcosa, io ci ho provato. Fin'ora non ho avuto tanto successo..le persone della mia età in particolare non sembrano interessate, e gli "adulti" hanno troppo da fare. Io ci riprovo sempre, non so ancora cosa posso fare di concreto. Avevo il progetto dei medici senza frontiere, accantonato per il momento.
Qualcosa farò, qualcosa bisogna che venga fatto.
Mi piace sapermi diverso,
Piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi
Ultima modifica: Da .
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.