Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

ARGOMENTO: Vendetta?

Vendetta? 03/05/2016 21:10 #1

Salve, mi sono appena iscritta. Sono una ragazza di 17 anni, mi sono iscritta qui perché in questo periodo sono un po' confusa su alcune questioni. Sono fidanzata da più di un anno con un ragazzo ma le cose iniziano a cambiare. Prima che ci mettessimo insieme, lui era fidanzato quindi non ricambiava i miei sentimenti. Per quasi due anni non ha fatto altro che insultarmi, mi faceva sentire davvero male. Per esempio, era morta la mia bisnonna di cancro e lui non faceva altro che riderci su e prendermi in giro, ebbe anche la faccia tosta di chiedermi 'ma ti dà fastidio?'. Praticamente mi ha rovinato un anno intero di scuola. Ma c'è di più, mi faceva del male fisico. Per lui era tutto uno scherzo ma io tornavo a casa con lividi e dolori. Mi prendeva le mani e me le sbatteva sul muro, a volte per i dolori non riuscivo nemmeno a scrivere. Mi ha fatto passare davvero un periodo di inferno, ma a me piaceva comunque. A volte andavo da lui per farmi picchiare, perché anche solo ricevere sue attenzioni mi piaceva. Non ho mai detto nulla ai miei, non volevo farli preoccupare. Fatto sta che smise di colpo, da un giorno all'altro cambiò radicalmente e iniziò ad interessarsi a me. Parlavamo di tutto, stavamo bene. Da un po' di tempo però non faccio altro che pensare al passato. Qualche giorno fa l'ho insultato e lo spingevo, giusto per farlo sentire male. Però sabato è successa una cosa. Aveva dato uno schiaffo ad una mia amica e allora io mi sono avvicinata e gli ho detto 'ti piacerebbe se qualcuno ti facesse così?' E gli ho dato uno schiaffo, neanche tanto forte. Lui mi ha dato uno schiaffo in testa davvero forte. Ho avuto tipo paura? Mi sono ricordata di tutto quello che mi ha fatto passare per due anni. Non gli parlo da sabato e lui, se non tramite messaggi, non si è fatto vivo. Vorrei che mi chiedesse almeno scusa. Non era la prima volta che mi faceva male da quando stavamo insieme ma non succedeva spesso. Questa volta mi ha fatto male sul serio e la voglia di vendicarmi aumenta sempre più. Vorrei una specie di consiglio da voi, perché sto passando giornate terribili, tra voglia di non alzarmi dal letto per non vederlo e i miei soliti problemi con il cibo. Grazie mille, so che è lungo ma mi sono sfogata, non ho mai detto a nessuno tutto questo. Scusate.
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 04/05/2016 22:52 #2

Premetto che non me ne intendo di relazioni di questo tipo, ma proverò ad aiutarti ugualmente.

Hai detto che in passato ti picchiava e faceva lo str.... per farti stare male.
Poi hai ammesso che questo ti andasse bene perchè comunque lui ti piaceva e pur di avere le sue attenzioni ti saresti fatta picchiare.
Quindi in occasione di quel diverbio con un'altra ragazza hai preso le difese dell'altra e ti sei beccata altre botte.

Mi sembra di vedere che ti stai sottovalutando altamente, ma hai una forza da leone a prendere le difese di qualcun'altro e metterti contro di lui.

La cosa più scontata che mi verrebbe da dire è di lasciarlo, di netto, mettere da conto i tuoi sentimenti e pensare al fatto che sei una donna e in quanto tale pari all'uomo meriti rispetto, che solo perchè non è in grado di risolvere i suoi problemi non deve infliggerti pene che non meriti.

E' talmente paradossale il fatto che tu voglia restare con lui.. una persona tanto mediocre da picchiare una donna e usarla come suo giocattolo, senza tenere conto dei suoi sentimenti, senza guardare oltre il tuo sguardo accondiscendente.

Il consiglio che mi viene di darti è fare una riflessione nella tua mente, mettendo da parte per un momento la paura di restare sola, di non ricevere più affetto, di essere criticata per le tue scelte.
Guarda alla realtà delle cose: cerchi nella tua vita una persona in grado di saperti amare, pensi di averla trovata, quando poi scopri di un suo problema nel controllarsi, lo accetti perchè hai bisogno del suo calore umano e così anche accetti di essere sottomessa. Vivi l'inferno e lo accetti perchè credi sia giusto così, una persona potrà anche non rendersi conto dei suoi difetti, ma se ha almeno qualcosa di positivo si potrà passare sopra.. rifletti.. puoi vivere con l'incubo che lui possa trasformarsi di nuovo in quella persona buia e mediocre, puoi sentirti il suo oggetto e tu il suo perchè entrambi avete bisogno di qualcosa l'uno dall'altro, lui probabilmente di qualcuno che lo accetti per com'è (scegliendo di non cambiare) e tu di qualcuno che ti permetta di sopravvivere ogni giornata. Non è così che rispetti te stessa e diventi una donna matura, devi imparare ad opporti come hai fatto proteggendo coraggiosamente quella ragazza, eventualmente parlandone prima con questo ragazzo in modo da provare a dargli una possibilità se lo ritieni fattibile, se invece pensi che non sarebbe disposto a cambiare nulla di lui per farti vivere una vita dignitosa, accetta di soffrire il distacco e lascialo per sempre, digli di No ad ogni sua richiesta di poterti usare ancora e dì di No a te ad ogni tuo bisogno di lui. Non hai bisogno di questo, lui non è necessario, qualsiasi persona fuori da quelle mura che ti sei creata ha qualcosa di buono da offrire, se sei capace di comunicare il tuo bisogno probabilmente ti aiuterà, anche un amico per un po' riesce a scaldarti il cuore.

In definitiva ti consiglio di non scappare adesso che sei nel giusto e ti sei resa conto della razza di persona che hai accettato di sopportare, della vita che ti si para davanti e tu sia in grado di fare la scelta giusta perchè VALI DI PIU' DI CIO' CHE VEDI, ma devi farti valere, devi tirare fuori la leonessa che c'è in te ancora una volta.
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 05/05/2016 12:08 #3

Ciao, mi sono iscritta da poco su questo sito perchè non riesco a superare la fine della mia storia durata ben 7 anni. Ho letto davvero tante storie in questi giorni ma non mi sono mai sentita in grado di poter rispondere ad una di queste. Appena ho letto la tua storia invece non so spiegarti per quale motivo ma ho subito avuto l'istinto di scriverti qualcosa.
Una persona che ti tratta male, o per poco o per tanto tempo, sarà abituata a farlo sempre, questa cosa non può cambiare. Sei molto più forte di quello che credi, lo ami e nessuno come me in questo momento può capire il dolore che provi per una telefonata che non arriva o per un abbraccio che vorresti da parte sua che però ora puoi solo desiderare, ma se io ho deciso di accettare la fine della mia lunga relazione è perchè Amo follemente lui ma devo voler bene anche a me stessa, perchè noi dobbiamo metterci al primo posto sempre, l'ho capito tardi ma piano piano sono arrivata a questa conclusione. Nessuna persona al mondo ha il diritto di farci sentire inferiori, di farci star male. Devi solo pensare che la vita è il dono più grande che potessimo ricevere e per quanto ora tutto ti possa sembrare brutto sei in un età in cui puoi ancora scegliere chi essere.
Noi donne dobbiamo decidere chi uomo possa toccarci e chi no, ma l'uomo a cui diamo la possibilità di sfiorarci deve essere un vero Uomo, deve farci sentire amate e rispettate Sempre.
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 05/05/2016 19:01 #4

Innanzitutto, grazie mille della risposta, davvero. Ieri abbiamo parlato e ovviamente le cose non sono andate bene. A volte penso se sia possibile essere così insensibili. Mi ha detto, come sempre, che stava solo giocando con quella mia amica e che smette di farle del male solo se io smetto di fare l' "eroina". Non sapevo davvero cosa rispondergli, è talmente infantile. Inoltre, lui pensa sia stato un litigio come i tanti, quindi niente di estremamente importante. Ma per me invece è tanto importante, io non riesco più a stare con lui senza pensare a ciò che mi ha fatto. E vi assicuro, non sono forte come dite voi, io non riesco a lasciarlo perché ci tengo tanto a lui! A volte penso che lui con me scherzasse solamente, e che ero io ad essere troppo sensibile. Ma poi mi ritornano in mente i pomeriggi in cui non facevo altro che piangere e disperarmi perché volevo la smettesse. Ora ha smesso, dovrei essere felice, no? Mi sembra così poco preso da me, non dà assolutamente peso alle cose che gli dico, pur essendo serie. Vorrei solo smettere di pensare a lui, ma è tanto, troppo difficile.
Grazie ancora per aver risposto, ho apprezzato tanto.
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 05/05/2016 19:51 #5

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao,
abbiamo letto con interesse quello che ci hai scritto e le risposte che ti sono state date.
Proviamo a farti qualche domanda per cercare di conoscerti meglio.
Quanti anni ha il tuo ragazzo ?
Sappiamo che per te non è semplice terminare questa relazione che però ti vede vittima di atti di violenza.
Hai provato a pensare come potrebbe essere la vita con lui ?
Pensi di riuscire a resistere a questo suo modo di fare ?

Siamo d'accordo con Bubi, dobbiamo cercare prima di tutto il nostro benessere, e solo dopo possiamo donare il nostro amore.
Crediamo anche che però l'amore non possa coesistere con la violenza, tu cosa ne pensi?

Ti aspettiamo e ti mandiamo un sorriso
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 05/05/2016 20:06 #6

Il mio ragazzo ha la mia stessa età, frequentiamo la stessa classe. Io non so davvero cosa pensare. In alcuni momenti vorrei solo lasciarlo, perché lo odio per ciò che mi ha fatto. Ma allo stesso tempo, lui mi piace da ormai quasi tre anni,anche se due due sono andati avanti con lui che mi insultava/faceva del male. Non so cosa fare e non so a chi chiedere, non riesco a fidarmi di nessuno. Se iniziamo a parlare di ciò che è successo lui mi dice che sa di aver esagerato, ma in quest'anno qualche schiaffo/pugno me lo son preso. Vi prego, aiutatemi perché la confusione che ho in testa mi opprime. Grazie mille.
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 05/05/2016 23:20 #7

Prova a pensare la tua vita con lui. Non sei felice ora e come potresti esserlo fra qualche anno? Come potresti essere felice con una persona che non ti rispetta, una persona violenta che credimi non ti vuole per niente bene. So benissimo che non è facile, come ti ho spiegato sono stata appena lasciata dal mio ragazzo dopo una Storia di 7 anni, avevamo iniziato a parlare anche di matrimonio quindi era davvero tutto serio e credimi anche se ora sto soffrendo tantissimo per la fine della mia
Storia non riesco a ricordare un solo giorno in cui il mio ex non mi abbia rispettato. Un solo giorno in cui sia stato violento con me, perché in questi 7 anni ho sentito solo amore ,interesse,passione. Questo è quello che devi cercare, questo è quello che ti meriti, hai subito anche troppo, lasciarlo non è facile né sono consapevole ma devi farlo per te perché sei una persona che al suo fianco ha bisogno di un uomo che la ami, la protegga, la coccoli, la faccia sentire una principessa.
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 06/05/2016 08:03 #8

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao, ti vogliamo riportare alcune azioni che sono catalogate come violenza sulla donna:
-spintonamento
-schiaffi
-morsi, calci o pugni
-colpire o cercare di colpire con un oggetto
-percosse
-soffocamento
-attacchi verbali come la derisione, la molestia verbale, l’insulto, la denigrazione, finalizzati a convincere la donna di “non valere nulla”, per meglio tenerla sotto controllo.

Ora fai le tue valutazioni se sia il caso di amare una persona che si comporta con gli atteggiamenti su citati.
Uscire da questa situazione all'inizio potrà farti soffrire ma la sofferenza che potresti provare in un secondo momento potrebbe essere di gran lunga superiore e pericolosa.
Naturalmente ti invitiamo anche a parlarne con un adulto se il tuo fidanzato dovesse ancora avere un comportamento aggressivo nei tuoi confronti.
Qualsiasi cosa tu decida noi ci saremo sempre.
Un abbraccio.
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 06/05/2016 16:13 #9

Grazie mille per la risposta! Ha fatto in passato quasi tutte le cose elencate, ma da quando stiamo insieme le cose vanno decisamente meglio. Sarà capitato in tutto dieci volte in un anno, quindi non so come comportarmi. Secondo lei dirlo ai miei genitori sarebbe meglio? Potrei cambiare qualcosa? Il problema è che quando all'inizio erano solo insulti, io provai a dirlo ai miei, dissi che non avevo voglia di andare a scuola perché c'era un ragazzo che mi insultata, ma loro pensarono stessi inventando tutto. Non penso mi credano, perché conoscono il mio ragazzo e pensano sia un bravo ragazzo, secondo me mi incolperebbero.
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 06/05/2016 16:24 #10

Ma non conta qualche volte si sia comportato così da quanto state insieme.... Devi pensare che lo ha fatto e lo rifarà ancora .
Il lupo perde il pelo ma non il vizio
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 06/05/2016 18:08 #11

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao,
ci racconti che ha fatto le cose elencate "solo" dieci volte in un anno.... una sola volta è già sarebbe troppo.
Certo che dovresti raccontarlo ai tuoi genitori, così come hai fatto con noi...perchè credi dovrebbero incolpare te? Non puoi più andare avanti senza un aiuto e come già detto la situazione potrebbe anche diventare pericolosa.
Se vuoi puoi anche provare a chiamarci e spiegarci nei dettagli quello che stai vivendo.
Noi ci siamo, A presto!
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 06/05/2016 19:31 #12

Quello che non capisco è che è dolce con me, mi tratta male solo in quei momenti. Forse nella mia testa sto ingigantendo il tutto per colpa del passato e ciò che accade è normale in qualsiasi coppia. Sto creando io tutti questi casini, avrei dovuto forse solo dimenticare. I miei non mi ascolterebbero, ne sono sicura.
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 07/05/2016 17:39 #13

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao,
Le violenze non sono immaginizzazioni e non stai ingigantendo..cercare di dimenticare non crediamo possa far sparire l'atteggiamento aggressivo del tuo fidanzato.
Se vuoi possiamo indicarti un servizio di ascolto dedicato a chi vive il disagio che stai vivendo tu in questo momento , con l'aiuto di un professionista potrai avere le idee piú chiare. e decidere come comportarti.
In che città vivi?
A presto!
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 07/05/2016 18:23 #14

Vivo in provincia di bari, ma credo sia impossibile frequentare questo corso senza dirlo ai miei genitori. Non capirebbero e hanno comunque altri problemi per la testa. Non mi basta parlare qui? Mi sentirei a disagio nel vedere qualcuno, preferisco farlo qui dove nessuno può conoscermi o giudicarmi. Non so che fare.
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 08/05/2016 08:29 #15

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao,
Non devi frequentare un corso ma semplicemente chiedere un parere su ciò che hai detto anche a noi e capire col supporto di un professionista qual'è la strada migliore da intraprendere.

www.centroantiviolenzabari.it/ dai uno sguardo a questo sito e magari puoi iniziare a chiedere informazioni telefoniche. Quì nessuno ti giudicherà o incolperà di niente, anzi ti daranno tutto il supporto di cui hai bisogno.
Naturalmente puoi continuare a parlare con noi! e se te la senti anche chiamarci.
A presto!!
Ultima modifica: 08/05/2016 08:29 Da Volontario del Sorriso
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.