Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

ARGOMENTO: Vendetta?

Re: Vendetta? 07/03/2017 20:46 #76

Ho un bella notizia.. sono stata presa ad una università a Milano e quindi a settembre mi trasferisco. Sono contenta, davvero! La facoltà mi piace tanto e l'idea di cambiare aria mi sta facendo star meglio.
Per quanto riguarda il resto.. continua tutto nello stesso modo. Solo che ho capito che è solo colpa mia.. cioè ho qualcosa di sbagliato in me, per questo tutti mi fanno del male. Il mio ex, ora addirittura il mio migliore amico. Voglio solo sapere cosa.. e magari riuscire a far qualcosa, a cambiare. Ho paura di trovarmi in situazioni sbagliate anche a Milano, di conoscere persone che mi faranno del male. Io voglio star bene.. lo voglio davvero ma a volte è talmente difficile sorridere che mi viene lo sconforto. Perché a me? Cosa ho di sbagliato? Faccio davvero così schifo come penso?
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 08/03/2017 18:55 #77

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Carissima

grazie di averci subito partecipato questa bella notizia della tua accettazione ad una Università di Milano e del tuo prossimo trasferimento in questa città.

Vedi che già questo cambiamento di vita ti mette già di migliore umore ?
Inoltre ci dici che il tuo ex è diventato il tuo migliore amico.
A questo punto non riusciamo allora a capire perchè hai paura che a Milano ti possa capitare di trovarti in situazioni sbagliate o di conoscere persone che ti faranno del male.
Che cosa esattamente ti fa scatenare questi pensieri negativi ?
Perchè chiedi in che cosa hai sbagliato ?
Perchè dici che pensi di fare schifo ?
Su, Msnkwdd, cerca di essere un po' più positiva. Una buona notizia è arrivata, l Università a Milano.

Rispondi se ti senti alle nostre domande cosi ti capiremo meglio e cercheremo insieme il modo di trovare un giusto percorso per arrivare alla serenità con la quale dovrai iniziare i tuoi studi in settembre.

Aspettiamo quindi molto presto una tua mail.

Ti abbracciamo e ti mandiamo un mondo di sorrisi
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 08/03/2017 23:13 #78

"Il mio ex, ora addirittura il mio migliore amico", con questa frase intendevo che sia il mio ex che il mio migliore amico mi hanno fatto del male, non che il mio ex è il mio migliore amico, assolutamente.
Ovviamente i pensieri negativi nascono dal fatto che comunque ho vissuto una relazione non del tutto sana ed è anche successo questo casino con il mio migliore amico.. ho paura semplicemente possa succedere altro. Ho qualcosa di sbagliato, altrimenti perché tutti filo alla fine mi fanno del male?
Certo, una buona notizia è arrivata e lo so benissimo, e ne sono felicissima.
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 10/03/2017 20:26 #79

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Cara, rieccoci

"Ho qualcosa di sbagliato". "Forse sono io a non andar bene. Forse certe persone sono venute al mondo solo per fare da parafulmine di brutti eventi. L'unica spiegazione che riesco a darmi è questa.."
Però sono spiegazioni che tu dai a te stessa, non sono realtà
È vero, le sfortune non arrivano mai da sole, e più ne arrivano meno si rimane stupiti della loro venuta.. Ma noi non pensiamo che queste brutte esperienze siano un mal'occhio.
a volte il male che si vive è frutto dei nostri interessi, dei nostri metodi di ricerca, dei nostri comportamenti.. ma non è mai un anatema. Per fare un esempio banalissimo, se a un ragazzo piacciono le ragazze civette, superficiali e maliziose, non dovrebbe avere troppo da stupirsi se le sue relazioni durano poco. Quello che questo Lui ha da comprendere è che la bellezza di una ragazza non risiede esclusivamente nella sua sensualità.
Di per se, nessuno vuole che la tua vita sia piena di sofferenze.. e nessuno sta operando per questo scopo. Che ne pensi?

A Milano avrai occasione di ricominciare da capo. Sperimenta un po', se ti va! Conosci nuove e svariate persone, cerca di capire cosa è sano e genuino per il tuo spirito e segui le strade che senti.
Che ne dici di provare a capire, poi, cosa ti conduce alle persone che ti fanno del male? È una questione di luoghi? Di gusti? Di compagnie? Riesci a gestire queste persone? Cosa ti piace di loro? Pensaci un po' su

a presto!
Attendiamo tue nuove
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 11/07/2017 17:13 #80

In questo periodo di assenza sono cambiate parecchie cose!
Innanzitutto, mi sono diplomata e sono contenta dei risultati.
Dall'ultimo messaggio le cose sono cambiate, sono andata da una psicologa per un po' di tempo ma le cose sono solo peggiorate. Mi ha riempito la testa di cose nuove, mi facevo molte più domande e credevo davvero di impazzire. Sto frequentando nuova gente, forse migliore da un punto di vista ma peggiore dall'altro. Ogni sera fumo o bevo, perchè è davvero difficile essere lucida a volte. Forse sto sbagliando, o forse no. Vorrei smettere perché mi sto facendo del male ma non posso smettere perché altrimenti impazzirei.
Il fratello di una mia amica è diventato il mio ragazzo. È iniziato tutto ad una festa quando, entrambi ubriachi, ci siamo baciati. Le cose vanno apparentemente bene con lui, abbiamo molti interessi in comune e scherziamo spesso. Il problema è che io ho tantissima paura. Ho paura anche lui possa rivelarsi una persona di merda come il mio ex ed il mio amico. Non riesco a far niente con lui perché, se pure ci proviamo, a me vengono attacchi di panico. Ho tanta paura di mandare tutto a puttane e, una parte di me, non è nemmeno convinta di volerlo. È come se avessi bisogno di qualcuno accanto a me.
Ma se lui si rivelasse uno stronzo? Non voglio star male ancora, non ce la faccio più..
in qualsiasi caso, fra meno di due mesi parto per Milano e sono così contenta!
Scusate per l'assenza ma avevo bisogno di capire cosa fare della mia condizione.
Spero rispondiate presto perché ho bisogno di capire come fare per fidarmi di una persona a me vicina.. è così difficile.
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 15/07/2017 10:56 #81

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara Msnkwdd,

Bentornata! Siamo contenti che tu ci abbia riscritto. Non esistono tempi lunghi e lunghe assenze nel forum, è giusto sentire il proprio tempo interiore, che non corrisponde al tempo dell'orologio, quello è solo una convenzione. E' molto sano invece ascoltarsi per prendere la direzione più giusta per noi.

Ci fa veramente piacere che presto andrai a Milano e potrai cominciare una nuova vita, o quanto meno sperimentare nuove modalità, fare nuove conoscenze e nuove esperienze. Non avrai alcun problema perché sei una ragazza in gamba.

Ci spiace invece sapere che con la psicologa non sia andata molto bene, cosa c'era esattamente che non andava? Magari non era la persona giusta per te. In questi casi conta veramente tanto la sintonia che si instaura con lo psicologo, entrare nella relazione, ascoltare i bisogni del ragazzo. Non sempre si trova al primo colpo, per cui vale sempre la pena fare altri tentativi con persone diverse. E' importante riconoscere che tipo di persona si ha bisogno, che caratteristiche umane dovrebbe avere, come ti piacerebbe essere aiutata da una figura "professionale" come lo psicologo, e più in generale cara Msnkwdd di cosa hai bisogno ora? Se ci fermiamo un attimo e sentiamo noi stessi riusciamo a sentire di cosa abbiamo bisogno.... per poi cercarlo e formulare la giusta richiesta di aiuto ...

Cosa intendi quando dici che questa nuova gente che frequenti è migliore e per certi versi peggiore? Beh certo che fumare e bere tutte le sere non il "top", ed è sano il tuo desiderio di smettere, perchè ti rendi conto che non fa benissimo.... Però come dici tu senza impazzirei. Beh di certo non è il modo migliore per aiutare noi stessi a gestire la sofferenza che abbiamo dentro, però il fumo, l'alcol, gli stupefacenti, il sesso compulsivo, il troppo cibo spesso è un'autocura quando non si sa come fare per stare meglio. In realtà nasconde, in maniera distorta, la volontà sana di stare meglio e una consapevolezza che qualcosa dentro di noi non va, ma cosa non va? e in quel momento non abbiamo gli strumenti per incanalare questa volontà di stare meglio, ecco perchè è importante farsi aiutare da chi ci può insegnare a "come fare". Quali risorse che hai dentro potresti usare per stare meglio? Non ci soffermiamo sul dirti smetti immediatamente di bere e fumare, ma andiamo oltre, vediamo quello che sta sotto a questo tuo bere e fumare e a come ridirezionarle verso la costruzione di noi stessi non verso l'autodistruzione o l'autopunizione. Cara Msnkwdd quali sono i tuoi punti di forza? Noi vediamo una sensibilità ed un intelligenza analitica verso te stessa, la capacità di sentirti... e anche la volontà di cambiare.

Vorresti una consiglio su come fidarti della persona che ti sta vicino. Il modo migliore è sempre vedere quello che fa, come si comporta e se c'è coerenza con quello che fa e che dice... Se troviamo una persona che ci dice di amarmi e poi ci mette le mani addosso, beh questa persona non ci ama, non si può amare solo a parole. Siccome tu vali meriti di stare bene.
Come si comporta ti fa stare bene? ma bene veramente, senza giustificare come sciocchezze i maltrattamenti, toni arroganti, va bene arrabbiarsi siamo esseri umani, ma c'è un limite di tolleranza, e tu sai cosa intendiamo .... Vai dove e da chi ti fa stare veramente bene. Poi le relazioni umane sono sempre una scommessa, ma una bella scommessa, lasciamoci anche sorprendere dalle cose belle, e guardiamo noi stessi con fiducia nella nostra capacità di scegliere ciò che ci fa stare bene.

Una abbraccio fortissimo
Ultima modifica: Da .
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.