Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

ARGOMENTO: ciao da Me, Messaggio importante che voglio condividere!!!

Re: religione 01/06/2017 18:29 #46

Carissima Pacca,

no, ti sbagli. Non mi è caduto nessun mito. Un'amica non è "un mito", è molto di più. Non può cadere proprio niente! Le persone che, come te e me, hanno toccato il fondo di un abisso e con tanto impegno sono riuscite a riemergere (anche se magari non completamente o non così definitivamente come vorremmo) non cambiano opinione su un'amica perché in un momento si sente debole. Anzi, è proprio in quel momento che le vogliono ancora più bene

Pacca, sei troppo severa con te stessa. Ma considera che ti senti molto sotto pressione in questo periodo. E' una cosa normale visti gli impegni che si stanno accavallando, le scadenze da rispettare, le responsabilità (anche quelle non tue ma che senti e soffri come tali).

Lo so che è difficile prima di tutto perdonare noi stesse. Lo so bene perché si tratta di qualcosa che ho vissuto (e sto tutt'ora vivendo) sulla mia pelle. Perdonare è difficile ma come mi hai insegnato tu non è qualcosa che avviene magicamente, è piuttosto una tensione, un cammino nel cammino. Questo lo sai benissimo, cara amica mia.

Due cose mi sento di dirti: prima di tutto inizia ad essere più indulgente con te stessa perché stai facendo il massimo e ci stai mettendo l'anima e il cuore ma non è umano essere sempre all'altezza di tutte le nostre attese. E poi, non meno importante, non rinunciare all'aiuto di chi può tenderti una mano quando hai bisogno nell'illusione che questa rinuncia possa renderti più forte. Accettare una mano tesa non significa esserne dipendenti!

Anche io ad un certo punto ho deciso di interrompere le sedute con la psicologa che mi aveva seguita e molto aiutata. Ma l'ho fatto d'accordo con lei, nella consapevolezza che insieme, con tanta fatica e dopo tanta strada, eravamo finalmente arrivate ad un traguardo. Poi, in seguito, ho conosciuto questo forum e qui (grazie ai Volontari e anche grazie a te!) ho potuto iniziare un percorso diverso da quello terminato assieme alla psicologa e comunque molto utile e significativo in questo stadio della mia vita, così pieno di novità che sto imparando a scoprire mentre scopro sempre di più anche me stessa.

Sai bene che tutta la nostra vita è un lungo percorso e non si finisce mai di camminare e anche, come dici tu, di "strizzare il panno" con l'aiuto della Fede se puoi contare anche sul dono del suo abbraccio (Pacca, vedi che sto sempre usando parole tue... parole molto significative). La perfezione non è e non sarà mai di questo mondo, dovremo sempre camminare (a volte con gioia, a volte duramente in salita) e fare i conti con le nostre debolezze. Ma questo non vuol dire "avere dei problemi" nel senso a cui alludi tu, cioè "essere una persona problematica": siamo persone umane, con tutti i nostri limiti! Un passo alla volta però possiamo andare avanti, imparando via via a conoscerci meglio e a conoscere sempre meglio gli altri e la vita. Forse per camminare meglio avremo bisogno di compagni di strada. Ma prima di tutto dobbiamo cercare di accettarci per quello che siamo. E tu forse sei troppo generosa e sicuramente sei troppo severa con te stessa. Ma sei una persona meravigliosa, non dimenticarlo mai!


Ti voglio bene Pacca, un abbraccio forte forte forte!
<3
Ultima modifica: Da .

Re: religione 06/06/2017 22:18 #47

Cara amica mia è un ora che smanettonsul sito che non mi vuole far inviare il messaggio è questa è tipo la 4 volta che lo riscrivo. -./
Felice di sentirti felice di leggerti e rileggerti m.
Mi sccuso per il comportamento dell'altro giorno non volevo.
Grazie delle parole, di tutte, quelle scomode e quelle comode.
Si è un periodo un po' così e forse come dici tu sono troppo dura con me stessa. Ho alte pretese forse voglio ancora dimostrare al mondo di essere capace dopo una vita in cui mi hanno detto tanto cose che non potevo fare. Riguardanti la salute

Saluto che sto bene, sono viva, mi manca un mio amico, vorrei poter fare di più per lui, ho finito di preparare l'esame ora devo solo ripassare e so il copione a memoria e non solo le mie parti perché mi hanno chiesto di fare la suggeritrice quando non sono in scena.

Sono in cammino, non smetto di camminare non cambio strada al massimo mi siedo.

Ti voglio bene a presto <3
Ultima modifica: Da .

Re: religione 14/06/2017 10:18 #48

Ciao a tutti sono tornata. Che noia penserete.. non mancano molti giorni alla mia partenza per la Svezia. Sono più serena oggi e felice. Sapete perché? Ho dato quell'esame fastidioso ricevendo complimenti dai prof con sorrisi e strette di mano. Avevo tanta pressione addosso mamma non faceva che ripete :" se non passo l'esame sei una donna morta, avrai buttato i nostri soldi e la tua vita, bada a te di passarlo lunedì questo esame che già quest'anno non hai fatto nulla"... potete immaginare l'ansia di queste settimane visto che facevo mille e uno cos'è in contemporanea allo studio come teatro. Teatro è andato benissimo sia la prima che la seconda serata tanta gente ha rabbrividito si miei monologhi e due persone mi hanno offerto la possibilità di studiare in accademia è un lavoro con loro. Sono sbiancata e ho messo l'idea da parte ma posso sempre contattarli se vorrò continuare con questa forma di arte. Nonna è fiera di me e non ho portato "disonore alla famiglia come dice lei" (ogni volta che lo dice penso troppo al film Disney Mulan, dove il dragherai rosso Mushu dice "dinonore su di te sulla tua famiglia e sulla tua mucca" e io non riesco a prenderlo seriamente)
Ieri per staccare sono andata in piscina con gli amici ma prendendo il treno del ritorno da una stazione centrale di Roma sono finita per sbaglio una volta a Fiumicino e poi sul treno in direzione di Pisa. Mi sento molto scema perché ci ho messo secoli a tornare a casa.

Un abbraccio a tutti! Volontari e a te cara karla
Ultima modifica: Da .

Re: religione 16/06/2017 06:27 #49

Ciao volevo solo dirvi se siete interessate che ho preso 90/100 all'esame finale
E che una compagnia di teatro e cinema si è messa in contatto con me per rivedermi all'opera

Ciao a tutte
Ultima modifica: Da .

Re: religione 16/06/2017 18:13 #50

Carissima Pacca, rieccomi finalmente qua

Chiedo scusa a te e ai Volontari per la prolungata assenza. Quest'ultimo periodo per me è stato decisamente convulso e pieno di impegni. Anche io ho dovuto fare i conti con l'ansia tra lo studio, i vari esami che si accavallavano (anche due prove scritte preliminari, per fortuna andate entrambe molto bene), le prove per il saggio finale del corso di teatro, la paura di non farcela a far tutto nonostante l'impegno... invece fino ad ora sono sopravvissuta

Martedì prossimo 20 giugno avrò l'ultimo esame la mattina e la sera stessa lo spettacolo teatrale che sarà la concretizzazione di tutti i nostri sforzi. Se devo essere sincera sono più preoccupata per quest'ultimo che per l'esame (parto da una buona prova scritta e questo mi rassicura). Oltre al mio ragazzo che mi ha già vista nelle prove (mannaggia, è venuto proprio la volta in cui sono stata rimproverata per la voce un po' flebile) al saggio finale verranno a vedermi recitare anche mia mamma e i miei amici dell'università. Ad essere sincera la cosa mi dà un po' di agitazione. Non ho pretese di dover dimostrare di essere una brava attrice ma con tutto l'entusiasmo con cui ho parlato loro di questa esperienza del teatro... adesso mi viene un po' di strizza. Speriamo bene

Invece sono contentissima per te, cara amica mia!
Hai passato alla grande un esame difficile e impegnativo e come attrice hai avuto un successo grandioso (e ricordati sempre: te lo sei meritato) che ha premiato la tua passione, il tuo impegno e finalmente ti ha fatto guadagnare anche l'ammirazione e il rispetto di una nonna fin troppo esigente che però ora... è fiera di te!!!

Bravissima, bravissima, bravissima! Non so che altro dirti a parte che mi ha dato tanta gioia leggere dei tuoi successi. Spero che tutto questo ti dia tanta fiducia in te stessa, ma sono convinta che sarà così. Sei una ragazza forte, generosa e con tante bellissime qualità cara Pacca, non dimenticarlo mai!

Ti auguro un mondo di bene per l'avventura in Svezia che stai per iniziare ma dato che sei così dotata ti inviterei anche a non trascurare i contatti con il mondo dello spettacolo viste le offerte che hai ricevuto.

Spero di ritrovarti presto da queste parti, abbiamo ancora tantissime cose da dirci... e presto anch'io (si spera) sarò più rilassata


Un abbbraccio forte forte <3
...e un bel sorriso
Ultima modifica: Da .

Re: religione 23/06/2017 22:09 #51

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
"Sono in cammino, non smetto di camminare non cambio strada al massimo mi siedo"

Bellissima, questa frase, sembra un aforisma. Ce la fate utilizzare?

Ops, ci siamo accorti di aver usato il plurale, ma che ormai ci sembra che all'interno del forum si sia formata una comunità di belle persone entrate in sintonia, forse con aspetti, valori, vissuti e interessi simili che, pur avendo attraversato difficoltà, hanno preso in mano la loro vita, hanno cercato di capire la propria storia, si sono profondamente interrogate sui rispettivi talenti da mettere in gioco e lo stanno facendo.

E allora, quando si pensa di aver trovato la propria strada, troviamo bellissima la determinazione nel percorrerla, senza smettere, al massimo, sedersi a riposare un po', a fare il punto della situazione, a riprendere le forze per se e per gli altri.
Quindi a karla, pacca e Illovekaori molte congratulazioni per i successi e tanti (quello che in teatro non si può dire) per le vostre carriere artistiche!
saprete certamente che la missione del Sorriso è proprio essere di fianco ai giovani per riflettere ciò che si muove dentro di loro, aiutarli a fare un po' di chiarezza e a trovare l risorse da mettere in gioco per vivere la vita con impegno, gioia e frutto! Un grosso abbraccio e una buona estate a tutti voi,

Il Sorriso
Ultima modifica: Da .

Re: religione 28/06/2017 21:19 #52

Ciao Sorriso e ovviamente ciao Pacca (siamo sul tuo thread)

Come ho appena scritto nell'altro thread non sono proprio in forma smagliante... il saggio finale del corso di teatro è stato un disastro per me e la batosta ha lasciato il segno

La frase "Sono in cammino, non smetto di camminare non cambio strada al massimo mi siedo" è copyright by Pacca, è davvero un bellissimo aforisma, non è certo il primo che la nostra cara amica ci offre: è un suo grande talento. E' lei che deve dirci se ce lo lascia utilizzare ma sono sicurissima che ce lo regalerà

E' vero, si è formata una bellissima comunità di persone in sintonia. Grazie al Sorriso e a voi Volontari per avere reso possibile questo incontro e per quanto mi riguarda grazie anche a Pacca e IloveKaori per la loro amicizia

Cara amica Pacca, spero di leggere presto di te da queste parti <3

Un abbraccio a tutti!
Ultima modifica: Da .

Re: religione 01/07/2017 07:41 #53

Buongiorno a Karla e ai volontari!

Dopo momenti di riflessione sono qui. Ciao a tutti. Sono un po' più leggera adesso. Ieri ho dato una cena e avevo invitato le persone a me più care ma ne sono arrivate poche in proporzione a quello che avevo preparato ma è stata una bella serata! Temevo che non venisse nessuno e di non avere amici ma posso dire di avere degli amici adesso, ne ho avuto la conferma. Per me avere tanti amici è una cosa nuova infatti finché non si sono presentati tutti a casa non pensavo fosse possibile. E ho visto anche mio padre che non vedevo e passavo un po' di tempo con lui

Sono in partenza, mancano due giorni, sono un po' tesa perché il clima su non è favorevole, zia sta male, nonna odia mia sorella piccola perché figlia di un secondo matrimonio e la considera non degna del cognome e di frequentare la famiglia su.

Io invece sono la preferita, la nipote perfetta che sempre è pronta ad aiutare sempre pronta a fare mille e uno cose mettendo da parte me e fatica dicono, nonna concede a me privilegi che non concede a nessuno a casa, ma quest'estate cambierà mi batterò per mia sorella che abbiano tutti gli stessi privilegi a secondo dell'età e che nessuno dei cugini venga paragonato e sorpassato da un altro. Lei ama più di me un'altra mia cugina ma io comando quindi non è un problema è poi lei ha 8 anni la cosa che mi rattrista è che questa bambina sta crescendo proprio male tra l'essere vizziata e insicura fino al midollo non sappiamo che farne. Lei si scontra sempre con una cugina coetanea facendo a gara su tutto e ovviamente vince perché ha retta. Noi due governiamo gli altri non contano. È stressante alla fine per tutti. Se non si è capito la nostra famiglia si basa su una specie di gerarchia matriarcale dove nonna e poi le figlie comandano e poi ci sono gli altri

Cara Karla ho letto il tuo tread di là dove parlavi del teatro e del tuo "epic fail".. Non essere dura con te stessa (cit tua che mi dici sempre)
Non sei riuscita? Pace, sei riuscita a memorizzare un copione e ad entrare nel personaggio e a sentirti s tuo agio intanto con te stessa sul palco delle prove, a vederti come un essere nello spazio. Quando feci la mia serata l'insegnante disse. Fatelo per gli altri, questo è un dono che voi portate agli altri non giocate a risparmio con le emozioni. Le battute le sapete, divertitevi e raccontatele al pubblico
Per me tu sei stata bravissima anche se ti sei bloccata. Significa che magari devi trovare te nello spazio e nel copione quando reciti ma per me come già detto sei stata bravissima a salirci intanto e a provare dimostrando di voler comunque combattere l'ansia.

Si sì vi do il permesso di usare la frase, come scritto in qualche vecchio post vi faccio usare le mie cit se le ritenete appropriate tanto quello che scrivo qui è di tutti, per tutti e tutti lo leggono.


Un grande abbraccio a tutti cercherò di essere un po' più attiva e non abbandonarvi in questo momento a me del bisogno ciao <3
Ultima modifica: Da .

Re: religione 07/07/2017 10:44 #54

Buongiorno Karla e volontari!
Questi primi giorni su in Svezia sono volati. Mia sorella è in partenza, torna a Roma mentre io rimango qui e non la vedrò per un anno. Lei è stata un mese qui mentre io ero in Italia e ora ci scambiamo di posto dopo pochi giorni. Un po' mi dispiace. Ma per fortuna e per sfortuna siamo tornate un attimo bambine e un giorno scappate di casa Iano andate nel bosco vicino casa e abbiamo camminato per km ridendo cantando e scherzando. Abbiamo avuto la fantastica idea di giocare su un albero vecchio e io sono caduta giù attutendo il colpo però sbattendo su 3 rami. Non mi sono rotta nulla ma devo tenere una fascia e ho una bella ferita sul braccio sinistro che si è infettata. Sono proprio scema ma sono felice di questo inconveniente ho passato del tempo con mia sorella come facevamo da piccole. Anche da piccola finivo per cadere e rompermi qualcosa infatti ho smesso di contare le volte che mi sono rotta un braccio, un polso o le caviglie
Leverò la fascia prima di iniziare a lavorare quindi non mi ostacolerà e non mi impedirà di divertirmi st'estate perché ci riesco a nuotare e riesco ad andare in bici, sollevo bambini e riesco a fare tutto tranquillamente tranne che tenere le maniche lunghe o le felpe perché strusciano sulla ferita e li brucia.

Mi manca Roma o meglio mi manca la mia comunità di amici e la comunità in parrocchia questi giorni.
Ho un po' paura di iniziare la mia nuova vita.

Mi sono fidanzata. Vi sembra assurdo ma è cosi. Ho accettato questa unione, lui mi ama da sempre ma io a interruzioni e senza mai espormi ma lui mi attende da una vita e mi amerà per sempre e ne sono sicura.
Io non scelgo niente se non sono sicura al 100% che non sia vantaggiosa la cosa e che porterà frutti. Ci conosciamo d sempre e da tanto che mi parla di grandi progetti insieme ma io non gli avevo mai dato molto retta perché temevo l'abbandono, mi sentivo tanto indegna di così tanto amore tutto per me.
Non mi manca lui perché rimarrà con me su quest'anno e poi si vedrà e saremo vicini di casa cosa che è fantastica!
Anche mia sorella grazie a me si è rimessa con il suo ragazzo storico(che aveva lasciato perché si sentiva insicura e temeva di essere mollata) che si conoscono da bambini hanno progetti di vita, hanno 18 e 19 anni e hanno tanti progetti, famiglia tanto figli, mia sorella deve finire la scuola ma lui studia e lavora, gli do circa 5 anni e si sposano e avranno figli dicono e sono tanto carini e sono tanto felice per loro.
Sia io che lei abbiamo fatto progressi. Fino all'anno scorso non volevamo nessuno e quei poveretti ognuno sul suo fronte ci attendeva pazientemente. Siamo state infami e divise anche tra di noi odiandoci per paura di essere ferite come nostro padre ha ferito nostra madre sia fisicamente che psicologicamente rilasciando traumi a lei e a noi figlie. Ora è tutto apposto.

Un abbraccio <3
Vi voglio bene volontari, ti voglio bene cara amica Karla!
Ultima modifica: Da .

Re: religione 07/07/2017 15:52 #55

Carissima Pacca, che piacere rileggerti!!!

Quante novità nella tua vita! Tanti cambiamenti, tanti stimoli nuovi, un po' di malinconia per ciò che hai appena lasciato a Roma e per la "staffetta" con tua sorella, un po' di (legittima) paura per uno nuovo "palcoscenico della vita" che stai iniziando ad affrontare e... l'Amore!!!

Come sono contenta di leggere che ti sei abbandonata all'Amore e ti sei fidanzata! Questa è davvero una grande novità e sono molto, molto felice per te cara amica mia! Ricordi che ne avevamo parlato agli inizi del nostro dialogo? Tu escludevi questa ipotesi nel modo più categorico (si vede che non era ancora arrivato il momento giusto in te) e sinceramente io non condividevo molto questa tua chiusura perché a me innamorarmi (è successo quando meno me lo aspettavo) ha cambiato letteralmente la vita, in meglio. Con l'Amore per me sono cambiate tutte le prospettive e ho finalmente iniziato a dare un senso alla mia vita in un cammino bellissimo. Vedrai, sarà così anche per te! Inoltre vi conoscete da tempo e da ciò che racconti lui è un ragazzo sensibile, che ti ama e che ti ha saputa aspettare. Sii felice, cerca di abbandonarti alla felicità Te lo dico - e lo dico anche a me stessa - perché per noi persone "problematiche" (per le difficoltà che abbiamo attraversato, soprattutto con noi stesse) abbandonarsi e assaporare la felicità è sempre la cosa più difficile... anche quando sarebbe il momento giusto per poterlo fare. Parlo ovviamente per esperienza personale.

Scusa se ho lasciato passare qualche tempo dall'ultima volta che sono venuta qui sul forum del Sorriso: ho potuto leggere addirittura due tuoi messaggi, uno scritto poco prima della partenza e poi quest'ultimo dopo i primi giorni in Svezia. Nel frattempo mi sono presa qualche giorno di vacanza col mio ragazzo, ce ne siamo andati in montagna a fare escursioni tra panorami bellissimi e pernottando nei rifugi. Ne avevamo bisogno entrambi per smaltire tutto lo stress dell'ultimo periodo di esami (comunque andati bene per tutti e due) che è stato molto pesante. Per me è stato anche un modo per distrarmi e non continuare a pensare ossessivamente al disastro del saggio teatrale. Vedi? Concedendomi una vacanza "disintossicante" ho iniziato a fare ciò che tu mi avevi già consigliato anche se non ti avevo ancora letto: "non essere dura con te stessa!". E' vero, è la stessa cosa che io avevo già ripetuto a te più di una volta ma... hai sempre la mente più lucida quando sei determinata a consolare e incoraggiare un'amica rispetto a quando devi riuscire a farlo con te stessa! Non so, io purtroppo ho sempre la tendenza ad essere troppo severa con me stessa (ne sono consapevole ma è più forte di me) ed è il motivo per cui altre volte ho esortato te a non fare lo stesso errore.

Però non sai quanto mi ha fatto piacere oggi leggere le tue parole di incoraggiamento! Grazie Pacca, ti voglio bene! <3 Mi hai detto: "Per me tu sei stata bravissima anche se ti sei bloccata. [...] sei stata bravissima a salirci intanto e a provare dimostrando di voler comunque combattere l'ansia."

Sai che non ci avevo pensato? Per me era una cosa normale. Non ho mai preso in considerazione l'idea di non provarci, cioè di non salire nemmeno su quel palco. No, pur nella confusione mentale di quei momenti ho voluto fortissimamente sperare che ad un certo punto sarebbe successo magicamente qualcosa che mi avrebbe fatta uscire dall'incubo e riportata in controllo di me stessa, a divertirmi col mio personaggio così come avevo già fatto nelle prove, anche superando qualche piccolo (ma ordinario) incidente. E invece non è successo: nessuna magia, sono stata sopraffatta dal panico e mi sono bloccata. Senza rendermi conto che, in fondo, anche solo averci provato, anche solo essere salita sul palco è stata in qualche modo una piccola-grande vittoria caratteriale così come lo è stata (ma di questo ne ero consapevole) l'aver seguito il corso fino in fondo (quando mi sono iscritta non era per niente scontato) anche se l'epilogo non è stato così fausto come avrei desiderato.

Credimi Pacca, leggere ciò che mi hai scritto (proprio tu che sei così brava nella recitazione) mi ha fatto tornare la voglia di riprovarci l'anno prossimo. Fino ad ora avevo preferito distrarmi per cercare di non pensarci più al teatro, anche se per tanto tempo mi era piaciuto tanto. E invece sto finalmente iniziando a pensarci di nuovo, con un nuovo traguardo ora che sono consapevole di poter seguire il corso, conoscere persone nuove, fare amicizia... tutto alla faccia della mia tremenda timidezza! Per me stessa, per amor proprio, non sarebbe giusto abbandonare così dopo essere arrivata a un passo dal traguardo senza essere riuscita a tagliarlo. Che poi è ciò che mi disse una delle istruttrici dopo lo spettacolo, invitandomi a tornare l'anno venturo. Ma in quel momento io ero così delusa che non ne volevo sapere. Però devo iniziare a pensare che più che "epic fail" è stata un'esperienza di quelle che ti formano, anche a costo di un incidente di percorso o di un fallimento. Bisogna farne tesoro nel modo più costruttivo possibile.

Cara Pacca, ti faccio tanti auguri per la tua ferita sul braccio (mi piace lo spirito positivo con cui sopporti questo fastidioso incidente) e in bocca al lupo per tutte le sfide e i traguardi che ti aspettano

Ti invito infine a raggiungerci nel thread di IloveKaori per parlare di religione (ho lasciato uno spunto di riflessione) e se vuoi anche di musica che penso possa interessarti, immagino sarai senz'altro buona conoscitrice. Sai Pacca, tu hai appena aperto il tuo cuore all'Amore di un ragazzo, io l'ho appena aperto alla Fede. Quel panno lo sto strizzando sempre più forte!


Un bacione e un forte abbraccio... a presto!
<3
Ultima modifica: Da .

Re: religione 07/07/2017 22:35 #56

Ora è un po' tardi ma domani mattina ti risponderò con tuoi. Un grande abbraccio. Ho tante notizie e tante cose che vorrei diti e che vorrei condividere con un amica cose così provate che non riuscirei qui a parlarne. L'amore che ho trovato è un po' diverso dal normale e io sto per fare una scelta importante nella mia vita anche se al momento non è urgente scegliere ma so che dovrò farlo.
Io amo ed è questo l'importante. Dopo tanto odio mi sono fatta trascinare da questo amore immenso e a prescindere.

Buon Notte amica mia vorrei torto chiamare per parartene ma mi limito s scriverti delle lettere rallegra qui. Non sono triste volevo solo parlarne con una amica e accetto il forum con le sue regole.
Ciao <3
Ultima modifica: Da .

Re: religione 08/07/2017 05:47 #57

Ciao buongiorno che bello sentirti!
Tranquilla ogni tanto è bene far passare un po' di tempo tra un messaggio è un altro così da avere il tempo di riflettere su tutto ciò che ci accade.
Che bella la montagna! Io amo la montagna o meglio odio il mare tra caldo costume e sabbbia non mi va giù.
Io vado spesso in montagna in Umbria e conosco ogni sentiero di ogni percorso. La montagna ti fa un effetto disintossicante come dicevi tu.
Non dobbiamo essere dure con noi stesse... una sfida tutti i giorni. A casa quest'anno è cambiato il motto o meglio se ne aggiunto uno nuovo: " non fa niente" e te lo devi ripetere spesso quando le cose ti vanno storte. In questo momento divido casa con 15 persone puoi immaginare la difficoltà nei turni pasto a me ancora fragili e i turni bagno.

Il messaggio di incoraggiamento è stato scritto con il cuore. Sono felice che ti abbia supportata.
Ormai poso dire di conoscerti un pochino e so della tua estrema timidezza. Io ho trovato quindi questo atto almeno di presentarsi molto coraggioso perché so che ansia mette il pubblico e le situazioni nuove.
Grazie sarò pure brava e avrò toccato cuori con la mia performance ma ogni volta che finivo la battuta e uscivo dovevo levarmi il microfono che aveva 1 minuto di attività perché iniziavo a piangere come una disperata per lo stress del momento.
Si riprovaci! Fallo te lo consiglio ogni anno una sfida con te stessa, ogni anno un personaggio con cui lottare, ogni anno scopri te. Io quest'anno con il teatro ho imparato a occupare uno spazio (con gli esercizi nello spazio, voce nello spazio con le tonalità) io fino d un anno fa mi odiavo, volevo solo morire e diventare invisibile. A settembre iniziai teatro saltando le prime lezioni perché dovevo 1 cenare con la compagnia, 2 essere in uno spazio sotto gli occhi di persone che conoscevo poco o che non mi andavano a genio. Piansi fino a gennaio per questo teatro. Poi con l'arrivo di Elena il mio personaggio tutto cambiò! Era all'inizio Elena che stava sul palco e man mano salivo io Mati sul palco fino ad essere me nei panni di Elena anche fuori da recitazione.

Ahahah tranquilla per il braccio nonna che è medico ha detto che sta guarendo bene e l'infezioone sta sparendo e quello fasciato si sta rimettendo. È colpa mia se è successo ma non rimpiango nulla.

Amica mia, strizziamo questo panno sempre più forte
Ti voglio tanto tanto bene, tua amica Pacca

A proposito del messaggio prima ieri ero talmente stanca che oggi rileggendolo capisco metà della metà.
Leva "con i tuoi", "provate" diventa " private", leva "rallegra"
Vabbè che casino che ho fatto spero tu comprenda qualcosa
Ultima modifica: Da .

Re: religione 14/07/2017 17:17 #58

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Salve a pacca e a karla, alla quale sulla prosecuzione del teatro abbiamo risposto in altro thread.

Il teatro insegna moltissimo, farebbe bene a tutti, anche senza mire professionali. Aiuta molto ad aprirsi, sbloccarsi, esprimersi, respirare, tirare fuori la voce, rielaborare il proprio passato e trasformarlo, comunicare, socializzare, divertirci e riflettere (e aggiungete quello che volete voi).

Nell'elemento sfida cosa ci cogliete? Come lo vivete? C'è tensione? E' una lotta sofferta con voi stesse o è una sfida stimolante?

Cosa amate di più nel teatro e nel recitare su un palco? Avete visto qualche bello spettacolo da suggerire?

E come avete scritto entrambe molto bene e come amorevolmente hanno detto a karla i suoi cari, il vuoto capita a tutti, anche agli attori di lungo corso ed è una prova dura da superare, ma che, una volta passata, ti dà forza perché hai provato che riesci a rialzarti e a non abbandonare per un insuccesso.

Un abbraccio a tutte e (teatralmente) mxxxda mxxxda mxxxda!
Ultima modifica: Da .

Re: religione 15/07/2017 07:18 #59

Ciao volontari e ciao Karla!

Io con il teatro ho imparato ad occupare uno spazio in un periodo della mia vita in cui volevo solo che sparire dalla faccia della terra perché immeritevole di tutto, ho imparato a mettermi in gioco e a relazionarmi con i miei coetanei, io fino all'anno scorso non avevo amici e io teatro me li ha dato mostrando non solo che avevo torto a riguardo della superiorità dei miei compagni ma anche che la loro fragilità fosse come la mia e che in determinati momenti dovessi fare la sorella maggiore un ruolo che mi calza visto che è un po' il mio secondo mestiere.

Io come già scritto e come ormai saprete ho forte... ecco ora non mi viene in italiano la parola... meraviglioso -.- .... alte aspettative e voglio che tutto sia perfetto e non essendo ciò possibile entro spesso in crisi quando devo esibirmi.
All'inizio era una sfida contro me stessa perché io non volevo starci ma visto che era un progetto di intereducazione del mio gruppo scout non ho potuto rifiutare e poi una sfida stimolante perché una volta ottenuto il personaggio ed essere entrata in possesso di sufficiente autostima e calma per gestire il palco ti diverte e ti sprona a trasmettere più emozioni possibili ed entri in possesso di capacità di comunicazione e mimica facciale di cui non sapevi di possedere le capacità.

Ora amo il donare questo dono agli altri. È un dono l'arte di recitare anche se non professionalmente e chi ti guarda pende dalle tue labbra, non conosce il copione e vuole sapere tutto ed è accasciato da te sul palco. Non è mania di protagonismo ma è solo gioia di donare una cosa a te preziosa.

Ahahah volontari! Visto che noi avevamo i microfoni (quelle stecchente chebti passano dietro l'orecchio d con un filo che inserisci nei pantaloni) non potevamo gridare merda merda merda perché li accendevano alcuni minuti prima dello spettacolo senza dirci quando e quindi la nostra censura (una mia amica che faceva da censura) ci chiese di urlare altro e io mi inventai l'urlo: io: io credo nelle fate!!! Altri: lo giuro! Lo giuro! Eravamo pure in tema quindi ci stava benissimo!

Io amo il teatro in generale e sto spesso al teatro o con i bimbi o per conto mio. Se passate per Roma andate a Villa Borghese al Globe Theater. Li fanno spettacoli sulle opere di Shakespeare in inglese e con qualità.
Mi piace anche andare a vedere un balletto come lo schiaccia noci, il lago dei cigni ecc.. ma preferisco il teatro.

Un abbraccio e a presto!!
Ultima modifica: Da .

Re: religione 17/07/2017 23:11 #60

Ciao carissimi Pacca e Volontari del Sorriso

Mi ha fatto un enorme piacere leggere tutti i vostri post. Per me quella passata è stata una settimana per certi versi molto bella (per la prima volta sono riuscita ad organizzare per far venire i miei fratellini a casa mia anziché andare io a trovarli dal papà: era anche un loro desiderio) però è stata pure una settimana complicata ma ne parlerò più diffusamente nell'altro thread.

E così Pacca anche a te piace la montagna! Da sempre preferisco la montagna al mare. Forse una volta il motivo principale era che la montagna te la puoi godere anche in solitudine oppure, nel mio caso, assieme a mia madre. Invece il mare presupponeva una vita sociale intensa di cui non ero (o non mi sentivo) capace, per cui se mi capitava di andarci mi intristivo rimanendo emarginata e vedendo gli altri ragazzi che si divertivano. Un po' come mi è successo al saggio teatrale, quando me ne sono rimasta sola in un canto sentendo rimbombare nella mia testa le voci di quelli che stavano recitando e quel pubblico fatto quasi tutto di amici e parenti che rideva e applaudiva. Adesso invece continua a piacermi tanto la montagna perché la apprezzo davvero e mi piace proprio stare lì: quest'ultima volta è stato bellissimo assieme al mio ragazzo (anche lui, da bravo scout, la predilige) ma ci andrei volentieri anche con gli amici e anzi non vedo l'ora di tornarci all'inizio di agosto. Saremo un gruppetto un po' più numeroso. E poi che bello fare escursioni al fresco a contatto con la natura! Ma anche sedersi e ammirare lo splendore dell'ambiente che ti circonda oppure rientrare al rifugio dopo una giornata bella e davvero piena.

Ma veniamo al teatro. Eh si, la batosta di quel saggio è stata lunga da assorbire ma ora prevale la voglia di ricominciare l'anno venturo, di riprovarci, di ritrovare il gusto di divertirmi con la recitazione (durante le prove questa magia era successa e mi era piaciuto tantissimo) e di riuscire a finalizzare il tutto come non sono stata capace di fare quest'anno. Dopo aver letto anche i vostri messaggi, cara amica Pacca (lo so che me l'hai scritto col cuore <3) e cari Volontari, non ho lasciato passare molto tempo per decidermi a telefonare ai nostri quattro istruttori che ci avevano portati fin lì su quel palco. Ho iniziato dalla ragazza che aveva provato a consolarmi già quella sera. Con la mia timidezza non è un gesto così scontato (inizio sempre le telefonate con la voce malferma e un po' balbettante) però sentivo che glielo dovevo per ringraziarli come avrebbero meritato e come non ero stata in grado di fare al termine dello spettacolo. Tutti e quattro sono stati molto carini e mi hanno invitata a ritornare l'anno prossimo. Non me lo sono lasciata ripetere due volte: senz'altro ci sarò anch'io!

Per me il teatro non rappresenta qualcosa su cui posso avere alte aspettative come Pacca. O almeno le mie aspettative non possono essere quelle di chi è consapevole di saper fornire una performance recitativa degna di nota. Però Pacca, capisco cosa intendi quando dici che recitare è un dono che fai a chi ti ascolta perché, anche se non reciti professionalmente, loro sono lì per vederti ed ascoltarti e, hai ragione, "pendono dalle tue labbra": la consapevolezza di questa responsabilità mi ha letteralmente schiacciata al saggio finale. Mio malgrado ho scoperto di non essere ancora in grado di sopportarne il peso.

Però in un certo senso riponevo anch'io alte aspettative nell'esperienza del corso che ho frequentato, ma più dal punto di vista caratteriale e della sfida con me stessa: all'inizio non era per niente scontato che sarei riuscita ad arrivare fino in fondo, destreggiandomi in un ambiente a me estraneo assieme a persone che inizialmente non conoscevo, trovandomi a svolgere un'attività per me nuova come la recitazione, che presuppone un certo controllo di me stessa. Ad eccezione della defaillance al saggio però ce l'ho fatta o quasi. Mi ci sono trovata bene, mi è piaciuto l'ambiente e le persone. Ho provato (almeno nelle prove) il brivido di muovermi nello spazio scenico calandomi in un personaggio da interpretare con l'espressione della voce e del corpo. Quando capisci che ci stai riuscendo è bellissimo anche se questa fantastica sensazione l'ho appena assaggiata.

Vi confesso che fino ad ora con il teatro avevo un rapporto più da lettrice che da spettatrice: una lacuna che mi ripropongo di colmare. Sono stata spesso a vedere l'opera lirica di cui mia mamma è appassionata e che anche a me piace molto ma non ho avuto molte occasioni di vedere spettacoli rispetto ai molti testi teatrali che ho letto per passione della letteratura. Proprio Shakespeare è tra gli autori che conosco meglio e prediligo, mia mamma mi aveva anche procurato alcuni bellissimi dvd in lingua originale con interpretazione di grandi attori britannici ma certo che vederlo davvero in un teatro come il Globe di Roma (che è ricalcato sull'originale teatro shakespeariano) dev'essere un'esperienza incredibile: Pacca, ti invidio questa esperienza!

Un'ultima considerazione che mi viene da fare è relativa al personaggio che avrei dovuto interpretare al saggio finale. Il testo infatti è stato scritto dai nostri istruttori apposta per noi e quando mi è stato chiesto avevo optato (al contrario di Pacca) per un personaggio del tutto diverso da me perché ho pensato che questo mi avrebbe aiutata ad esorcizzare la mia timidezza rendendo più semplice esibirmi. Non ne sono del tutto sicura ma forse ho sbagliato, forse avrei fatto meglio a scegliere un ruolo più simile a me con tratti che mi appartengono intimamente, in cui potermi così immedesimare più a fondo. Mi avrebbe aiutata o sarei crollata lo stesso? Chissà. Ci penserò il prossimo anno quando mi verrà chiesto quale tipo di personaggio mi piacerebbe impersonare. Conoscendomi da più tempo, gli autori-istruttori saranno eventualmente in grado di costruire un pesronaggio che mi assomiglia davvero.


Cari Volontari, bellissimo quel benaugurante "mxxxda mxxxda mxxxda!" che quest'anno ho imparato a conoscere anch'io Vi sono tanto grata e vi abbraccio assieme alla cara amica Pacca (appuntamento anche nel thread di IloveKaori e se vuoi naturalmente anche nel mio in questo stesso topic: c'è una grande novità, "strizzando il panno" ho deciso che vorrei essere battezzata) <3

Ultima modifica: Da .
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.