Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

ARGOMENTO: Boh

Boh 02/06/2016 14:19 #1

Ciao Sorriso.
È da tanto che non ti scrivo,però questo non vuol dire che è da tanto che non ti penso, è solo che a volte non ho semplicemente la forza, oppure la voglia, di scrivere e raccontarmi.
Oggi ti scrivo per chiederti aiuto, non so come fare...vorrei denunciare la mia situazione famigliare ad un assistente sociale, dove vivo io non c'è civiltà, rispetto, amore, non c'è neanche quel minimo indispensabile per sentirsi a casa. Voglia di rinascere? La ho da tanto, troppo tempo, in primis questa era solo voglia di morire, ho paura che possa tornare alle sue origini.
A presto Sorriso, ho anche paura che questo "coraggio" che potrei star dimostrando in questo momento, svanisca come quello dell'ultima volta che ti ho scritto.
Ultima modifica: Da .

Re: Boh 03/06/2016 19:59 #2

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara VogliadiRinascere

Nel momento in cui inizi a pensare di poter far qualcosa in grado di apportare delle modifiche alla tua vita, sei già un passo avanti.
Ora, hai pensato alle possibili conseguenze? Hai iniziato a documentarti al riguardo?

Le grandi scelte fanno sempre paura.. Portano a dei cambiamenti, e questi cambiamenti sappiamo bene che potrebbero staccarci completamente dalla vita che eravamo abituati a vivere e dalle nostre certezze. Pesando la questione su una bilancia, quanta pendenza c'è verso il tuo bene personale, rispetto a tutto il resto? Che valore hanno tutte le tue paure? Essere consapevoli della propria situazione e della pressione che esercita su di noi fortifica il nostro spirito, perchè motiva le nostre decisioni.. ti senti convinta e consapevole? Agire per il proprio bene non è mai una scelta biasimabile, ricordalo
Riflettiamo insieme sulla cosa, se vuoi..

Riscrivici presto, cara
Ti mandiamo un mare di sorrisi, e ti ricordiamo che qualunque cosa tu faccia saremo sempre dalla tua!
A presto
Ultima modifica: Da .

Re: Boh 03/06/2016 23:38 #3

Non riesco ad esprimermi senza fare poemoni
Ultima modifica: Da .

Re: Boh 08/06/2016 19:42 #4

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara VogliadiRinascere,
è da un po' di giorni che non ti sentiamo... Stiamo aspettando un tuo poemone...

A cosa stai pensando in questi giorni? quali sono le tue emozioni?

"non so come fare...vorrei denunciare la mia situazione famigliare ad un assistente sociale, dove vivo io non c'è civiltà, rispetto, amore, non c'è neanche quel minimo indispensabile per sentirsi a casa" Cosa è per te sentirsi a casa? Il tuo pensiero di denunciare la tua famiglia all'assistente sociale permane ancora? E' successo qualcosa di particolare in questi giorni a casa? hai voglia di raccontarci la situazione di questo periodo?

Ti ascoltiamo siamo qui, un abbraccio carissima
Ultima modifica: Da .

Re: Boh 08/06/2016 20:51 #5

Ho pianto leggendo "stiamo aspettando un tuo poemone". Mi ha fatta sentire molto bene, io non vi scrivevo perchè non volevo farvi perdere troppo tempo, voi non lo facevate perché rispettavate i miei tempi, e ingenui, vi aspettavate il poemone. Grazie mille, davvero.

Ultimamente sto pensando alla scuola e a quanto io sia stanca, oggi finalmente è finita. Sono felice, si, lo sono, quest'anno ho finito la scuola senza nessun debito, mentre l'anno scorso avevo paura della bocciatura. Però, oltre a questo, non so come io realmente stia. Sentirsi a casa per me è avere un posto dove poter essere me stessa, essere accettata, rispettata, amata, e soprattutto avere un posto solo per me stessa. Il mio pensiero di denunciare la mia famiglia persiste ancora, ma non pensiate che sia nato solo recentemente...oramai è un mio "desiderio" represso da anni.
Qui sotto c'è il mio poemone, l'avevo scritto ma non postato proprio perché non vi volevo scrivere troppe cose. Il giorno di cui parlo è il 3 giugno.

"Ciao sorrisoni

Oggi non ho solo pensato a questa cosa, ma l'ho anche quasi attuata. Oggi invece di andare a scuola sono andata al ASL del mio paese, sono salita lì dove vado di solito per vedere la mia psicologa e lì dove so bene che c'è anche un'assistente sociale. E niente, sono tornata subito indietro, così, a caso, e questo solo perché ho visto delle persone che aspettavano, e ho pensato alla vergogna, al macello che si poteva creare, una ragazza visibilmente instabile, nel orario scolastico va a "trovare" la psicologa senza appuntamento. Le conseguenze tante, sia per me che perla persona che mi aiuta, per la famiglia ospitante, per la mia famiglia, so che ci potrebbero essere numerose conseguenze psicologiche, bello o brutte bohhh, so che potrei finire in affido, temporaneo o per sempre, chi lo sa. A documentarmi non riesco...per questo ho chiesto aiuto a voi..
E detto sinceramente, non sono abituata a questa vita...un esempio potrebbe essere, mia madre è violenta, io mi meraviglio di come possa essere così nei confronti di qualcuno a cui lei stessa ha dato vita, ma non in generale, ogni volta che è violenta lo penso, e ogni volta sono sempre più meravigliata. Bah. Le mie paure hanno tanto valore, troppo, infatti un atto come la denuncia, riuscirei a farlo solo se arrabbiata molto, così non ragiono troppo e lo faccio spontaneamente, come sta mattina stavo per fare.."

A presto
Ultima modifica: Da .

Re: Boh 10/06/2016 16:03 #6

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Vogliadirinascere
Continuo a volere i tuoi poemoni

Ti va di ripeterci perché vorresti denunciare la tua situazione famigliare agli assistenti sociali?
Che cosa succede?

grazie della tua futura risposta, un abbraccio
Ultima modifica: Da .

Re: Boh 14/06/2016 21:38 #7

Vorrei denunciarli perché a casa mia, per colpa loro, la situazione non è normale, non è vivibile tranquillamente. Vieni giudicato per qualsiasi cosa, ti viene rinfacciato qualsiasi errore tu faccia, non esiste la libertà.
Io particolarmente non mi sento di poter fare le normali esperienze adolescenziali che dovrei fare, se per esempio voglio uscire, non posso, mi devo sempre vestire in un certo modo altrimenti guai se esco. Io davvero, vorrei andar d'accordo con i miei, ma è proprio impossibile, perché dovrei star a studiare dalla mattina alla sera (anche adesso che ci sono le vacanze) e non uscire mai, né esprimere desideri di qualsiasi tipo.
Non sono disposti a sostenerti economicamente, il fatto che ti diano un posto dove stare per loro è molto, se per esempio mi capita di "sgridarli" mi rispondono "hai un posto dignitoso dove stare, da mangiare, puoi andare a scuola, io di più non riesco a fare per te". Il che non so cosa voglia dire, dovrei davvero accontentarmi? Apprezzare? Giuro, se ci fosse stato solo un po di amore in più forse sarebbe stato più accettabile..
Appena fai qualcosa di "sbagliato" diventano violenti, sia fisicamente che verbalmente. Sei troia se vuoi uscire, puttana, sei a battere per le strade se non sei a casa, hai per forza un ragazzo, un qualcuno che ti "invoglia" ad uscire. Scusatemi se ho scritto senza censure, non mi andava di censurare ciò che io devo sentire ogni volta che esco di casa. Per uscire di casa intendo: un pomeriggio con le amiche, una sera, oppure la mattinata più pomeriggio, mangiare fuori con amici, andare a casa di qualcuno, fare qualcosa di "divertente". Non esco molto spesso però se esco devo avere anche dei soldi, inutile dire che ogni santa volta sembra come se chiedessi un polmone.
Non ho scritto tutte le ragioni, non ho voglia, scusatemi, queste sono le più rilevanti in questo momento. Oggi è successo tutto ciò che vi ho detto, ed è troppo stressante, non posso ogni volta prima di uscire pensare che vado incontro a tutto questo, non posso, non devo e non voglio. Tutto ciò che voglio è NORMALITÀ perché davvero, non sono stabile in generale emotivamente, lo stress con la famiglia, la casa, tutto è così fuori posto, vorrei poter essere un adolescente normale, in tutti i sensi.

Mi sono presa del tempo per scrivere, aspettavo uno di "questi momenti".
A presto Sorriso
Ultima modifica: Da .

Re: Boh 15/06/2016 18:54 #8

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Carissima,
hai fatto bene a scriverci dopo uno di quei momenti, questo spazio serve proprio a buttare giù tutto quello che sentiamo, anche di getto, di pancia, liberare le emozioni scrivendole!!! Sentirsi liberi di porterlo fare.

I tuoi genitori hanno mai conosciuto i tuoi amici? Se si cosa pensano di loro?

Come mai secondo te la tua famiglia ha questo tipo di reazioni violente? Sono sempre stati così? Immaginiamo che tu ne abbia già parlato con qualcuno, magari di adulto che ti potesse aiutare?

Di cosa senti più il bisogno adesso? Quali emozioni prevalgono in te ora? Cosa signiica per te essere un adolescente normale?

Prenditi tutto il tempo che ti serve per rispondere, i tuoi poemoni vanno benissimo non ti censurare anzi ... siamo qui per te... immaginaci in un grande abbraccio che ti accoglie e ti contiene.

Ti aspettiamo carissima ti aspettiamo
Ultima modifica: Da .

Re: Boh 18/06/2016 01:47 #9

Ciao Sorrisonee

I miei non conosco i miei amici. In effetti, non invito mai amici a casa, sono sicura che nell'ultimo anno a casa mia non sia venuto nessuno dei miei amici.
I miei hanno queste reazioni violente probabilmente perché non vogliono che io sia troppo indipendente, non so come dire, se organizzassi una giornata fuori casa con delle amiche, loro si allarmerebbero,penserebbe che non sono più nel loro controllo...non so assolutamente come spiegare, ma so perfettamente cosa intendo dire. Non sono sempre stati così, prima erano più comprensivi, erano loro che ti spingevano ad uscire, a fare qualcosa, ora guai se fai qualcosa di simile, il problema non è tanto nell'uscire, è farlo spesso e per più tempo, se uscissi una volta a settimana per 5 orette nel pomeriggio,nessun problema, ma se il giorno dopo lo rifacessi non va bene...
Non ne ho mai parlato con nessuno, cosa potrei mai dire?
In questo momento ciò che voglio di più è un ambiente calmo e tranquillo, dove ci sia un grande cielo con tante tante tante stelle, vorrei addormentarmi senza nessun tipo di pensiero, ma senza il senso di vuoto dentro di me.
Adolescente normale? Non lo so, ma sicuramente non tutto questo.
A dirvi la verità, ho censurato parecchio, in questo momento c'è una cosa in particolare che vorrei fare, ma non ve ne parlo perché non vorrei parlarne qui, in questo modo. Ci sono certe cose che sono solo mie, non posso, non voglio e non devo disperderle in giro in questo modo, scusatemi...
E nulla, mi sentivo di dover velo dire, scusatemi se sono troppo strana, troppo complicata, troppo me stessa

A presto, anch'io aspetto voi/te ..
Ultima modifica: Da .

Re: Boh 19/06/2016 21:23 #10

Mi sono sempre chiesta perché nessuno oltre ai volontari interviene nele mie discussioni, non so perché, ma vorrei sapere che cosa ne pensa qualcuno della mia età sulla mia situazione. Quindi se adesso qualcuno sta leggendo e ha mai pensato qualsiasi tipo di cosa su di me, perché no, scrivetemela, a me fa piacere.
Ultima modifica: Da .

Re: Boh 20/06/2016 19:44 #11

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ok, VogliadiRinascere,
allora noi ci mettiamo da parte un momento e vediamo se qualcuno desidera intervenire.
Quello che ci piacerebbe comunque sapere da te è perché vorresti avere opinioni di altri giovani, perché ti farebbe piacere.....se ti va naturalmente!
Un abbraccio
Ultima modifica: Da .

Re: Boh 28/06/2016 13:35 #12

Avevo scritto un poemone lungo lungo, mi si è cancellato durante la pubblicazione, beeeeneeee. Ad essere sincera, l'avevo fatto abbastanza "contro voglia" perché sia prima che adesso sono completamente senza forze. È importante però, che voi sappiate che non intendevo assolutamente che voi vi faceste da parte, anzi, non fatelo mai, era solo per dire che se un'altro adolescente avesse commentato mi avrebbe dato più l'idea di essere davvero realtà ciò che sto vivendo. Non so se capite, ma a furia di tenere "segreta" questa mia cosa è quasi diventata non realtà. Non so se capite.

Comunque mi sento sempre più malata io, non vedo la psicologa da 2 mesetti bene o male
Ultima modifica: Da .

Re: Boh 30/06/2016 19:09 #13

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao VogliadiRinascere!

Capiamo perfettamente cosa intendi e continueremo a leggerti e a risponderti con piacere, e se qualcuna altro avrà voglia di regalarci anche il suo punto di vista saremo ancora più contenti

Come mai ti senti così senza forze? c'è un motivo in particolare, qualcosa che hai voglia di condividere con noi?
Ti va di raccontarci in che senso "ti senti malata"? Scrivi che non vedi la psicologa da due mesi, prima ci andavi regolarmente? Come mai in questo tempo non sei più andata?

Ti abbiamo fatto tantissime domande ma solo perché vogliamo conoscerti meglio e provare a capire un po' di più la tua situazione per vedere se insieme riusciamo a trovare una strada da percorrere stare meglio ed essere felice
Facci sapere come va e, se hai voglia di provare a rispondere a una o a tutte le domande che ti abbiamo fatto noi saremo felici di leggerti (poemoni o non poemoni )

Buona serata, intanto ti abbracciamo forte e ti mandiamo tanti sorrisi!
Ultima modifica: Da .

Re: Boh 01/07/2016 00:50 #14

Bah. A dirvi la verità non c'è nessun motivo per sentirmi così senza forze, forse è perché mi sento sola, oppure perché non dormo abbastanza, e calcolando che prima dormivo minimo 12 ore al giorno togliere anche solo 1/2 ore per me è straziante.
Mi sento malata perché, boooohhh, mi sento morta, apatica, priva di contenuti, non reagisco, non faccio nulla. Tutto questo per me non è essere normali, e so che sono depressa, fidatevi, non sono insinuazioni per attirare l'attenzione, è la verità. Prima vedevo la psicologa almeno 1 volta ogni 3 settimane, quando vedeva che mi aprivo di più con lei 1 volta alla settimana, appena mi richiudevo di nuovo 1 volta ogni 3 settimane. Non ci sono più andata perché non mi andava, mi sento abbastanza "dissezionata", come fanno in America con le rane. Non voglio essere aggiustata, solo essere capita, essendo sincera, io rivoglio tutto le emozioni che provavo prima di iniziare la terapia con la mia psocologa, provavo determinate cose così intensamente. Ero abbastanza 'wow', se mi chiedevi perché ero senza forze, perché si, capitava anche allora, ti sapevo rispondere, perché provavo davvero quella cosa, non come adesso che non sento nulla mio.
Ultima modifica: Da .

Re: Boh 04/07/2016 16:06 #15

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Voglia di rinascere,

E' passato qualche giorno dal tuo ultimo post, come stai?

Pensiamo sia legittimo il tuo sentimento di non voler essere "aggiustata". In effetti vai bene così come sei...
Ci piacerebbe sapere cosa vuol dire per te essere wow e cosa intendi quando dici che prima provavi determinate cose così intensamente? Ti va di parlarne?

P.S. Come stai passando questi giorni di vacanza?

Un abbraccio!
Ultima modifica: Da .
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.