Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Non sopporto più la mia famiglia

Non sopporto più la mia famiglia 09/03/2017 20:44 #1

Sono una ragazza di 16 anni. Il mio problema è che non so più cosa fare: ho una famiglia che fa come se io non esistessi. L'unica cosa che vorrei è un po' di attenzioni da parte loro perché io ci sto malissimo e non so a chi chiedere aiuto. Per colpa del rapporto che ho con loro, ho problemi a relazionarmi con gli altri per paura che mi possano ferire. Sono diventata ipersensibile a tutto ciò che mi dice la gente. È una situazione insostenibile. Continuo a ripetermi che mancano 3anni dopodiché sceglierò l'università più lontana dal mio paese per non rivederli più così spesso.
Secondo voi sono io che sono sbagliata? Io ormai nom so più cosa pensare.
Ultima modifica: Da .

Re: Non sopporto più la mia famiglia 09/03/2017 20:52 #2

ciao e benvenuta io non parlo a nome di nessun volontario ma solo come una persona con esperienze negative....... forse non ti sarò di aiuto ne alla fine mi possa importare ma l'unico consiglio che ti di e di avere pazienza anche se so benissimo che è difficile io almeno al contrario tuo per la mia famiglia sono importante xke sono sempre stato io il capo e se so male io stanno male anche loro ma cmq mi sento ugualmente solo....... se vuoi conoscermi sono qui a darmi un piccolo conforto se no a mai + by
Ultima modifica: Da .

Re: Non sopporto più la mia famiglia 10/03/2017 07:08 #3

Grazie del consiglio, ma ormai non so più da quanto è che mi ripeto questo. Io ho un fratello molto più grande che è il principino di casa e quando c'è lui io vengo trattata ancora peggio. All'inizio ce l'avevo con lui, poi però ho capito che lui non aveva colpa ma i miei. È così difficile trattare i figli allo stesso modo? Tra me e mio fratello l'unica differenza è che lui ha un carattere forte e io debole. Vorrei conoscerti anch'io per parlare ma sono nuova qui e non so come si fa
Ultima modifica: Da .

Re: Non sopporto più la mia famiglia 10/03/2017 14:06 #4

spero di esserti in qualche modo di aiuto almeno ci sto provando.... io cara mia sono cresciuto con mia nonna e vedi che con me la vita e stata abbastanza dura l'amore e qualcosa che conosco molto poco e guarda che anch'io ho sempre avuto un carattere molto debole pensa quando ero un bambino appena qualcuno mi diceva qualcosa di brutto subito scoppiavo a piangere come una femminuccia ed ero timidissimo ma poi con gli anni mi sono leggermente rafforzato ma sono sempre rimasto troppo fragile e sensibile io posso sembrare cattivo x chi non mi conosce xke con gli sconosciuti solitamente li tratto male xke non mi fido di nessuno ma sono in cerca di amore... io sono capo famiglia da quando ho 12 anni credi sia stato facile??? sai quante lacrime amare ho buttato ma sopratutto quanto mi sono sentito impotente??? io voglio esserti di aiuto in qualche modo non voglio trattarti male ma l'unica cosa che ti chiedo e il massimo rispetto e capire che parli con una persona con un sistema nervoso molto danneggiato.... io di solito a casa sono trattato bene ma non sempre quasi come te ma al contrario tuo quando arriva mio zio essendo che mia nonna lo adora li dedica completamente a lui ma io non me ne sono mai fatto una colpa ansi in fondo la capisco e suo figlio e si vogliono molto bene io sono il nipotino ma so benissimo quanto mi vuole bene e anch'io gli e ne voglio......... adesso ti do un altro consiglio se vuoi davvero conoscermi devi entrare nel mio post e leggere tutti i miei messaggi anche se sono molto lunghi ma la cosa + importante e che non osi giudicarmi xke divento abbastanza aggressivo, non sperare di sentirmi dall'oggi al domani xke e impossibile x me sei una sconosciuta e avanti che sentirai la mia voce c'è ne vorrà di tempo a presto...
Ultima modifica: Da .

Re: Non sopporto più la mia famiglia 10/03/2017 14:38 #5

io posso farti sentire la mia regina solo se tu mi farai sentire il tuo "re" io posso amarti con non ti ha mai amato nessuno ma posso anche ripugnarti e umiliarti molto peggio dei tuoi genitori tutto di pende da te ma sappi che con me non sarà x nulla facile ricevere le mie attenzioni ripeto non sono un volontario ma sono un ragazza con una situazione molto difficile e posso facilmente diventare troppo aggressivo sopratutto con voi ragazze.................
Ultima modifica: Da .

Re: Non sopporto più la mia famiglia 10/03/2017 14:39 #6

"come" "ragazzo" sorry per i miei errori di grammatica ma ho scritto troppo velocemente
Ultima modifica: Da .

Re: Non sopporto più la mia famiglia 10/03/2017 18:39 #7

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara Luna 14 benvenuta sul nostro Forum

ci scrivi che hai problemi di relazione con la tua famiglia che , a quanto dici, ha poca considerazione di te a causa di tuo fratello che , a quanto pare, occupa un posto importante.

Si capisce, da quello che dici che di questo non riesci a parlare con i tuoi genitori ed è il motivo per cui ti sei chiusa in te stessa e invece , secondo noi , dovresti parlarne con loro e farti spiegare come mai si comportano con
te in modo diverso.

Non ci hai detto in quali rapporti sei con i tuoi compagni di classe e se riesci a comunicare con loro e con gli insegnanti. Riesci a vederti sia per motivi di studio o per svago con qualcuno di loro?

Se ti va , la prossima volta che ci scrivi,ci racconti un po’ di più delle tue amicizie, dei tuoi interessi, della scuola o di quello che fai a casa o fuori nei tuoi momenti liberi?

In attesa di una tua risposta Sorriso ti saluta augurandoti una tranquilla serata.
Ultima modifica: Da .

Re: Non sopporto più la mia famiglia 12/03/2017 00:13 #8

Ho rinunciato a parlare con loro perché ogni volta che ci provo loro mi ignorano quindi ci ho rinunciato. Come ho già detto prima ero proprio arrabbiata con mio fratello e i miei lo sapevano perché notavano che mandavo delle frecciatine quando c'era lui in casa. Quando provai a chiedere il motivo loro mi dissero che lui era diverso da me e che ognuno meritava di essere trattato a seconda del proprio carattere. Ci rimasi abbastanza male però poi si risolse col tempo la questione.
Per quanto riguarda la scuola ho avuto problemi anche a parlare con altre persone per paura che non mi accettassero per come ero, poi però mi unii a delle ragazze che cercarono di farmi aprire e ci riuscirono. Provarono pure ad accompagnarmi dallo psicologo della scuola perché ogni tanto durante una fase che passai iniziavo a piangere senza motivo e non sapevo cosa fare.
Con gli insegnanti, beh che dire li cambio ogni anno e non ho mai detto a nessuno di loro dei miei problemi familiari.
Per quanto riguarda lo studio mi impegno molto perché se c'è una cosa che mi piace è imparare quanto più possibile di ogni cosa. Mi piace anche leggere, soprattutto classici però mi diverto anche stando in compagnia con queste amiche o un'amica d'infanzia con la quale ho riallacciato i rapporti da qualche mese.
Ritornando al mio problema, da qualche giorno, stufa della situazione ho provato a ignorarli completamente così come loro trattavano me.
Purtroppo vedo che non ci sono reazioni da parte loro. Secondo voi sto facendo bene oppure sto sbagliando? Sono aperta a suggerimenti perché nonostante non li sopporti proprio a livello di persone vorrei comunque recuperare un rapporto perlomeno civile con loro e quindi anche un po'di affetto che loro non mi hanno dato da un po'di anni a questa parte
Ultima modifica: 13/03/2017 18:14 Da Volontario del Sorriso

Re: Non sopporto più la mia famiglia 13/03/2017 21:04 #9

Oggi i miei mi hanno proibito di uscire con un'amica senza nessun motivo preciso dato che lei è una sorella praticamente che conosco da quando sono nata e con la quale mi sono riavvicinata da 2 anni.
Quando mi avevano chiamata per dirmi che non potevo uscire gli avevo chiesto il perché e hanno detto perché lo dico io. Io non li capisco:ma gli importa o non gli importa? E se gli importa allora perché continuano a ignorarmi? Tornata a casa ho pianto fino a non avere più lacrime, poi ho preso coraggio e ne ho parlato nel gruppo WhatsApp della classe alla quale sono molto legata perché mi avevano aiutato già una volta quando ho avuto una crisi isterica. Loro mi hanno suggerito di parlarne con una nostra professoressa che è anche psicoterapeuta. Sono contenta che mi aiutino e voglio davvero essere aiutata, ma ho paura a parlare di questo faccia a faccia con qualcuno che può davvero intervenire per sistemare la cosa. Io sono contenta che ora che sto male ci siano così tante persone che siano disposte ad aiutarmi.
Secondo voi dovrei prendere coraggio e parlarne o avere pazienza e sopportare?
Ultima modifica: Da .

Re: Non sopporto più la mia famiglia 16/03/2017 18:26 #10

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Bentornata Luna 14,
da quello che dici non hai ancora risolto i problemi di comunicazione con i tuoi genitori, però dal tuo dire non si capisce se non riesci a comunicare con entrambi o con uno solo di l
loro

Siamo lieti che a scuola vai bene però non ci dici se almeno in questo i tuoi genitori ti gratificano o danno tutto per scontato, brava , incrementa la lettura che sicuramente apre la mente a nuove conoscenze.

Ci dici che non comunichi molto con le tue compagne di classe tranne che con qualcuna però non ci spieghi il perché di questa tua reticenza ad aprirti con le tue coetanee ,magari se la prossima volta vuoi parlarcene ci aiuteresti a capire da cosa dipende questa tua difficoltà nel comunicare.


Per quanto invece riguarda la tua domanda specifica e cioè se devi ignorare completamente i tuoi forse è il caso che ne parliamo un po'. Tu affermi che hai deciso di non parlare più con loro ma ci viene da chiederci se questa tua decisione sia la più idonea visto che comunque vivi in casa con i tuoi. Come pensi di gestirla questa situazione? Chiudendoti in camera per tutto il giorno o stando fuori casa per tanto tempo? Quello che ci sentiamo di dirti è di provare a riavvicinarti a quello dei genitori con il quale riesci a parlare un po' di più per provare a spiegargli tutto ciò che il tuo cuore ti dice ed esprimendo il tuo desiderio di riallacciare un minimo di rapporto con loro per farlo poi crescere gradualmente.


Tienici informati, ti auguriamo di risolvere in questo modo altrimenti potremo insieme rielaborare una nuova strategia.

Restiamo in attesa di tue nuove notizie e ti salutiamo.
Ultima modifica: Da .

Re: Non sopporto più la mia famiglia 17/03/2017 23:03 #11

Io non parlo con entrambi solo che mio padre dorme tutto il giorno e mia madre lavora dalla mattina fino alle 9 di sera e quando c'è mi ignora perché dice che i miei problemi non sono importanti e che devo imparare a cavarmela da sola o almeno questo disse in uno degli ultimi tentativi in cui ho provato a parlare seriamente con lei. Mio padre praticamente è come se si dividesse tra divano tv e letto.
Per quanto riguarda la scuola non gliene frega niente perché dicono che se vado male sono cavoli miei che se mi bocciano mi dovrò trovare un lavoro l, mentre se vado bene rimangono indifferenti dicendo che ho fatto il mio dovere e che è il minimo dato che spendono 300€ all'anno per farmi riscaldare la sedia. Per quanto riguarda la lettura, beh io la vedo come un modo di viaggiare (cosa che mi proibiscono)rimanendo a casa e di cambiare identità anche se solo per poco.

Ho paura a parlare con gli altri perché prima quando ero estroversa,forse anche troppo, finii per entrare in una comitiva che mi voleva fregare e mi ha umiliato per 1 anno,fino a che me ne sono accorta e ne sono uscita con non pochi problemi.
Quindi ho paura che mi possano ferire o costringere a fare cose che io non voglio fare.


Sinceramente io volevo evitarli perché tanto in casa è come se vivessi da sola,solo che poi mi sentirei sola e non voglio perché odio stare da sola. Magari potrei anche provarci però ho paura che se va male io poi ne soffrirei e mi rassegnerei al fatto che non ho una famiglia che mi supporti come vedo che tutti quelli che ho attorno hanno.
Per va male intendo che i miei si arrabbino dicendomi che sono io il problema che è tutto nella mia testa o che non sono importante(dato che a volte me l'hanno detto facendomi sentire una pezza vecchia). Forse penserete che non lo voglia fare ma io ho seriamente paura che potrebbe non andare a buon fine e che poi ci sarebbero delle ripercussioni su di me anche rinfacciandomi in seguito ciò che io potrei dire loro
Ultima modifica: Da .

Re: Non sopporto più la mia famiglia 19/03/2017 08:07 #12

Buone notizie! E per una volta sono felice.
Ne ho parlato con mio padre e mi ha dato ragione, ma mi ha spiegato che ultimamente hanno dei problemi che sono più importanti di me, per questo mi ha promesso che potremmo fare qualcosa insieme.
Non avevo mai visto una reazione del genere da parte sua, perciò magari se n'erano accorti anche loro che la situazione non stava andando bene.
Grazie mille per avermi ascoltato, ne avevo bisogno.
Ultima modifica: Da .

Re: Non sopporto più la mia famiglia 22/03/2017 20:00 #13

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Luna

Siamo felici che portare il tuo problema a tuo padre abbia dato i suoi frutti.
Ti ha spiegato di che genere di problemi si tratta? C'è la possibilità che tu possa aiutarli a risolverli?

Noi siamo qui Se avrai bisogno di sfogarti ancora o di riflettere un po' sappi che in questo forum troverai sempre uno spazio per te!

A presto
Un sorriso
Ultima modifica: Da .

Re: Non sopporto più la mia famiglia 07/04/2017 20:12 #14

Ciao
Rieccomi qua. Dopo che la situazione si era un attimo tranquillizzata ora è di nuovo come prima e ho capito una cosa:io sono una persona debole, a cui hanno insegnato che non si deve reagire. Questo purtroppo mi da problemi perché non riesco a superare i problemi di ogni giorno soprattutto con la scuola. Come ho già detto sono una ragazza studiosa che adora imparare cose nuove. Purtroppo quando prendo dei brutti voti sto male perché mi sento delusa da me stessa e l'autostima in quei momenti praticamente non esiste più. Oggi dopo mesi e mesi di sopportazione ho risposto a un professore e l'ho avvisato, dato che era in torto, che avrei chiamato i miei se la situazione non si fosse risolta. A casa ne ho parlato e mio padre ha dato ragione a questo professore e ha iniziato a dire che io sono un'ignorante che non capisco niente,che crede di essere già arrivata(che avrà voluto dire resta un mistero) e cose così. Vabbe tutto normale, scelgo di ignorarlo come sempre ultimamente fino a quando questo professore chiama a casa (a parer mio per pararsi) e parla con mio padre che continua a scusarsi per il mio comportamento.
Questo è il motivo più superficiale del perché ora scrivo, ma è da questo mio essere triste che inizio a pensare a quanto mi sento inadeguata e al fatto che la scuola mi sta stressando e il volontariato che mi distrae dallo studio...io non riesco a capire come fanno gli altri della mia età a essere così forti, ma dove la trovano questa forza? Perché io è da quest'anno che mi sento come se stessi annegando in tutti i problemi e non riesco più a respirare e a rilassarmi anche solo per un attimo.
Potreste aiutarmi a essere più forte? Perché non so come si fa e vorrei essere uguale agli altri, non dico fregarmene però affrontarla meglio.
Una volta sola mi capitò di calmarmi e cioè quando un professore mi parlò e nonostante non avesse capito bene la situazione e senza abbracciarmi mi ha calmato nel bel mezzo di una crisi di pianto e nelle quali non capisco più niente e inizio a insultarmi da sola.
Grazie in anticipo per il supporto che date e che mi avete dato tempo fa.
Ultima modifica: Da .

Re: Non sopporto più la mia famiglia 08/04/2017 22:50 #15

La situazione sta degenerando. Io non so più cosa fare perché sento come se fossi un problema per tutti. Mio padre mi ha proibito di passare pasquetta con gli amici perché ha trovato un libro sulla scrivania. Persino i miei amici si stanno stancando e mi dicono che devo parlarne con qualcuno che possa prendere provvedimenti ma ho paura, non perché non mi voglia allontanare dai miei anzi secondo me starei meglio non sentirli per qualche giorno, la mia paura è che possa finire in una parte peggiore. Ho considerato persino l'idea di stare un po'da un amico ma poi so che non capirebbero i motivi del mio gesto ma penserebbero che sono stupida e che sono una persona cattiva come già pensano, ma io sono una persona che non da fastidio a una mosca e si sta sempre zitta anche quando vorrei riversare su qualcuno tutto il mio odio.
Sto impazzendo e so che dalle mie righe non si capisce, ma io vorrei urlarlo anche se non ci riesco e vorrei non soffrire più almeno per farmi prendere "fiato" perché sto crollando.
Scusate se scrivo troppo, ma sono fatta così:sono logorroica sia nello scritto che nel parlato.
Ultima modifica: Da .
  • Pagina
  • 1
  • 2
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.